Libri e Fumetti

Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear, la recensione

Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear
Genere
Horror/Thriller/Fantascienza
Formato
Copertina Flessibile
Autore
Claudio Chiaverotti (testi), Max Bertolini (disegni), Fabrizio De Tommaso (copertina)
Editore
Sergio Bonelli Editore

Incubi e serial killer titolava il primo albo dello storico incontro tra Morgan Lost e Dylan Dog, pubblicato due anni fa, ma la scia di sangue prosegue proprio con un serial killer di stampo storico anche in questa afosa estate. Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear mette in scena una caccia spietata e una rinnovata sfida tra il cacciatore di serial killer e l’indagatore dell’incubo. Siete pronti per un tuffo nel passato?

Parliamo di passato perché la storia, che potete trovare in edicola proprio in questi giorni, è un remake alternativo dello storico albo Scritto con il sangue (Chiaverotti – Montanari & Grassani, Sergio Bonelli Editore, 1990), un albo che ben trent’anni fa terrorizzava i fan dell’indagatore dell’incubo con la firma del maestro torinese Claudio Chiaverotti. In un team up che vede Morgan Lost creato dallo stesso Chiaverotti e una nuova ucronia che, però, pur essendo completamente rivista, mette in scena lo stesso Mister Fear dello storico albo di Dylan Dog, non poteva assolutamente mancare la firma dello stesso storico autore.

Morgan Lost & Dylan Dog

Morgan Lost vs Dylan Dog vs Mister Fear

Siamo nella Londra alternativa della realtà di Morgan Lost, dove il cacciatore è dunque più invecchiato rispetto alle storie della serie regolare, e coesiste con un Dylan Dog confinato al manicomio di Harlech. Per non essere “serietivurialisti” dicendovi un “nelle puntate precedenti”, sappiate solo che il caro Dylan si trova in quella gabbia di matti, in compagnia di Lord Chester, perché negli albi precedenti si era sostituito alla Morte, facendo l’ennesimo patto con essa per far vivere la sua amata Bree Daniels. Una volta catturato e internato Dylan, il cacciatore di serial killer diviene il nuovo indagatore dell’incubo, anche se è palese che non si trova troppo a proprio agio in queste nuove vesti… per fortuna ha il supporto di Groucho. O no?

Intanto a Londra una nuova scia di sangue si è abbattuta sulla città, un serial killer semina morte, ma soprattutto paura, cercando di catturare dalle sue vittime quanta più paura possibile, magari scattando loro delle foto, per poi firmare il luogo del delitto con il loro stesso sangue sul muro: Fear.

Morgan Lost, il nuovo indagatore dell’incubo ha proprio degli incubi ricorrenti popolati dalla morte delle sue due amate, Lisbeth e Shirley uccise da Dylan Dog, e non riuscirà ad esimersi dal raccontare proprio all’ex inquilino di Craven Road la sua nuova ossessione, oltre all’immancabile mal di testa. Ma non potrà sottrarsi alla richiesta di aiuto che lo metterà alla caccia di Mister Fear.

Per onorare lo storico albo, Claudio Chiaverotti utilizza alcuni rimandi che faranno felici i fan storici di Dylan Dog, come lo stesso identico nome della prima vittima, oppure i comprimari di questa storia, ovvero la dottoressa Christine Schneider e la sua segretaria Claire, la stessa che nella storia originale era il vero Mister Fear, mentre qui avrà un ruolo differente seppur ugualmente determinante.

L’albo propone, dunque, una storia diversa e completamente rivisitata, ma ne esce fortemente arricchita da un forte legame tra Dylan e Morgan, mentre si approfondisce il personaggio di Groucho, definendone alcuni tratti psicologici e il “vero” stato d’animo. Com’è accaduto anche negli albi precedenti, continuerà a rivestire un ruolo chiave e inaspettato rispetto ai canoni dylandoghiani.

Morgan Lost & Dylan Dog

Morgan e Dylan: il vero scontro

Come scoprirete presto nelle pagine di questo nuovo Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear, il vero scontro non è tra Morgan e l’assassino che firma la paura delle sue vittime, ma proprio con Dylan Dog, che non vuole restare troppo tempo ad Harlech, non potendo sopportare che il cacciatore gli abbia “soffiato il posto da indagatore dell’incubo”.

Morgan Lost & Dylan Dog

Nonostante nelle intenzioni dell’autore i due sembrano essere proiettati allo scontro finale, Morgan e Dylan hanno tantissimo in comune e condividono lo stesso “inferno”, un altro elemento riportato in scena in questo team up, che verrà certamente approfondito nella seconda parte della storia in arrivo per fine agosto.

Le pagine sono illustrate magnificamente da Max Bertolini, con alcune vignette particolarmente arricchite che vedono il disegnatore particolarmente a suo agio con le atmosfere immaginate da Chiaverotti, superandosi in alcuni dettagli dei volti dei protagonisti. Ovviamente torna la tricromia tanto amata dai fan di Morgan e noi ne siamo grati. La cover è resa da Fabrizio De Tommaso, uno splendido murales che si completerà con la copertina del prossimo numero, mentre noi vi riportiamo qui di seguito l’illustrazione originale completa.

Foto originale a cura dell'autore Fabrizio De Tommaso
Morgan Lost & Dylan Dog

Aspettando il finale della storia, al momento, Mister Fear sembra un remake di qualità degno di poter approdare nella serie regolare di Dylan Dog, che proprio nei mesi scorsi è stata protagonista di diverse rivisitazioni con il ciclo 666 appena concluso, se non fosse per la differente ucronia che caratterizza questo universo narrativo alternativo di Chiaverotti. La storia appassiona e coinvolge, divertendo vecchi e nuovi fan dei due celebri personaggi, esplorando un nuovo contesto che permette nuovi e inediti sviluppi pur mantenendo intatto lo smalto di uno degli autori più apprezzati di casa Bonelli.

Mentre aspettiamo la conclusione di questa storia, come dice la dottoressa Schneider al nostro Morgan…non restate soli al buio. Ovviamente.

Potete recuperare la prima storia di Morgan Lost & Dylan Dog in una nuova versione cartonata disponibile su Amazon: Morgan Lost & Dylan Dog. Incubi e serial killer

Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear

Continua l’incontro/scontro tra Dylan Dog, reso folle e omicida dalla perdita di Bree Daniels – e dunque trattenuto nel manicomio di Harleck – e Morgan Lost “vent’anni dopo”, un cinquantenne malinconico e stanco, con il volto segnato da una vita di perdite e di morte, ma sempre pronto a mettersi alla caccia di un assassino! In questa nuova storia, Morgan affronterà un serial-killer venuto dal passato dell’Indagatore dell’Incubo: Mister Fear!

Verdetto

Morgan Lost & Dylan Dog: Mister Fear apre la porta a un nuovo e inaspettato remake, consegnando a tutti i fan del cacciatore e dell’indagatore dell’incubo una storia che promette di essere veramente memorabile. Pur attingendo allo storico e originale albo di Dylan Dog – Scritto con il sangue, dopo oltre trent’anni, Chiaverotti riesce ad emozionare e coinvolgere con una storia ancora nuova e agghiacciante, mettendo in gioco nuovi elementi del tutto inediti, che approfondiscono il legame tra Morgan e Dylan, ma anche un personaggio spesso di difficile risoluzione come Groucho. Max Bertolini è l’autore delle tavole, evidentemente a proprio agio con due personaggi che gli hanno dato tanto, che vengono rappresentati ancora una volta in modo superbo. La cover porta la firma di Fabrizio De Tommaso che promette davvero faville come la storia…completandosi del tutto il mese prossimo.

Pro

Omaggio di un grande classico di Dylan Dog;
Porta avanti lo scontro tra Dylan e Morgan;
Tavole superbe;

Contro

Dover aspettare un altro mese per il finale?