Mac

Apple, i chip M2 sono sono già nella fase di produzione di massa?

Stando a Nikkei Asia, il prossimo chip di Apple, il successore ancora privo di un nome ufficiale dell’apprezzato SoC M1, è già entrato nella fase di produzione di massa e probabilmente i nuovi MacBook equipaggiati con tale chip (che al momento chiamiamo “M2“) potrebbero già essere lanciati sul mercato il prossimo luglio.

Apple iMac M1

Nikkei Asia afferma che, come la compagnia di Cupertino ci ha già abituato nel corso degli ultimi anni, la produzione vera e proprio del chip è stata affidata a TSMC, la quale sta impiegando il suo nodo a 5nm+ (N5P). Il portale si aspetta anche che il chip appaia nel prossimo iPad Pro, proprio come l’M1, oltre a diversi computer desktop e portatili Apple. Poiché Apple e TMSC hanno rifiutato di commentare queste indiscrezioni, al momento non sappiamo nulla di più inerente al prossimo SoC, ma molto probabilmente potremo contare su una maggiore frequenza di clock e, ovviamente, prestazioni migliorate in ogni ambito, da quello relativo alla potenza di calcolo vera e propria a quelle grafiche. Alcuni leak e rumor precedenti parlavano che, questa volta, il chip sarebbe stato dotato di dodici core.

L’attuale M1 può contare su quattro core ad alte performance, accoppiati a quattro core che puntano all’efficienza, una GPU con otto core e un motore neurale a sedici core che accelera le attività di apprendimento automatico. Anche la RAM è inclusa nel package e può arrivare fino ad un massimo di 16GB. Si parla da parecchio dei nuovi MacBook Pro da 14”e 16” in arrivo nel 2021, insieme a un nuovo iMac da 27”. Molto probabilmente, tali prodotti saranno equipaggiati con il nuovo chip.

MacBook

Apple è attualmente il quarto produttore di PC al mondo, dopo Lenovo, HP e Dell, raggiungendo una quota di mercato pari al 7,6% nel quarto trimestre del 2020. Il passaggio all’architettura ARM è avvenuto nel 2020 dopo 15 anni di utilizzo di chip Intel nei suoi Mac. Prima di allora, nel 1994, Apple era passata all’architettura PowerPC di IBM, avendo utilizzato il Motorola 68000 sin dal lancio del Mac nel 1984. Ricordiamo che l’azienda prevede di impiegare due anni per completare la transizione dell’intera sua gamma di dispositivi alla nuova archiettura.

Il nuovo MacBook Air con chip Apple M1 è disponibile su Amazon con spedizione in un giorno a prezzo scontato, non fatevelo scappare!