Storage

SSD: OCZ Vertex 460 e Toshiba HG6-Series alla prova

Pagina 1: SSD: OCZ Vertex 460 e Toshiba HG6-Series alla prova

Introduzione

OCZ Vertex 460 e Toshiba HG6-Series, cos'hanno in comune? Sono due SSD, ma non solo. Fanno parte anche della stessa azienda, in quanto il colosso nipponico ha acquisito la divisione SSD di OCZ, quasi uccisa da scelte sbagliate da parte del management e da una competizione con aziende troppo grandi a cui tenere testa.

Il Vertex 460 segue la serie 450 ed è un prodotto da 2,5" basato su un controller Barefoot 3 M10 e memoria NAND Flash MLC realizzata con processo produttivo a 19 nanometri proprio da Toshiba. L'interfaccia è ovviamente di tipoSATA 6 Gbps. Abbiamo provato il modello da 240 GB, venduto a circa 130 euro in questo momento, coperto da tre anni di garanzia.

OCZ pubblica queste specifiche prestazionali sul proprio sito: 540 e 525 MB/s per letture e scritture sequenziali, ma anche 85.000 e 90.000 IOPS con letture e scritture casuali 4K con una Queue Depth di 32. Questi valori sono stati misurati con alcuni test popolari come ATTO e IOmeter, che usiamo anche i per i nostri test.

La soluzione di Toshiba ha un nome meno attraente perchè è vero che fa parte della serie HG6-Series, ma il modello da 512 GB che abbiamo provato è noto per la sigla THNSNH512GCST. Anche in questo caso il prodotto è basato su memoria NAND Flash MLC a 19 nm ed è dotato d'interfaccia SATA 6 Gbps.

Il controller è proprietario. Il prezzo è di 320 euro. Sul proprio sito Toshiba indica solamente le prestazioni sequenziali in lettura e scrittura 534 e 482 MB/s. Nella prossima pagina alcuni test per vedere come si comportano queste due soluzioni.