Apple

Apple, il cuore di iPhone 13 è ufficialmente entrato in produzione

Apple

La prossima famiglia di smartphone Apple, iPhone 13, arriverà in tempo. Da Taiwan arriva la conferma che il chip che muoverà la futura generazione di iPhone è finalmente entrato in produzione in modo da essere pronto in volumi e quantità sufficienti per l’annuncio dei nuovi smartphone a settembre.

iPhone 13

All’inizio di aprile erano già circolate in rete le prime indiscrezioni riguardo al SoC che muoverà i prossimi iPhone, il quale dovrebbe essere chiamato Apple A15. Secondo quanto era trapelato, Apple A15 sarebbe dovuto entrare in produzione entro la fine di maggio e così sembra essere!

Stando a quanto riportato da DigiTimes, il prossimo chip Apple Silicon per smartphone è ufficialmente in produzione, Apple si prepara quindi ad arrivare a settembre con sufficienti unità di iPhone 13 disponibili per il lancio ufficiale. L’anno scorso l’azienda di Cupertino aveva dovuto ritardare l’annuncio di iPhone 12 ad ottobre ma quest’anno sembra che la tabella di marcia ritorni ad allinearsi con gli anni passati.

Non sono ancora noti dettagli specifici sul chip, novità nel conteggio dei core o i cambiamenti nelle prestazioni e nei consumi. Quello che però sappiamo già è che Apple A15 sarà prodotto ancora una volta a Taiwan da TSMC sulle linee di produzione a 5nm dedicate all’azienda americana.

Il processo produttivo sarebbe leggermente più avanzato rispetto a quello a 5nm utilizzato per Apple A15, prende il nome di N5P o N5 Plus e dovrebbe portare ai nuovi iPhone un aumento ulteriore di prestazioni ed efficienza. Questo senza contare le immancabili migliorie che ogni anno Apple apporta al design dell’architettura del chip.

iPhone 13

I nuovi iPhone 13 sono attesi sul mercato con un design leggermente rivisto rispetto ai modelli del 2020. Le recenti indiscrezioni parlano di notch più piccolo, questa volta sembra per davvero, ed un design del modulo fotografico leggermente modificato. Le due varianti di iPhone 13 Pro dovrebbero finalmente effettuare il passaggio ai pannelli OLED LTPO in grado di raggiungere i 120Hz e regolare la frequenza in base alle esigenze per risparmiare batteria.

Avete già acquistato degli Apple AirTags e volete personalizzarli con laccetti e portachiavi? Su Amazon trovate già un’infinità di accessori dedicati!