Apple

Apple, ecco iOS 14: novità, iPhone compatibili e data di rilascio

Come da tradizione, la conferenza inaugurale della WWDC 2020 si è aperta con l’annuncio della nuova versione di iOS. In particolare, si tratta di iOS 14, un’evoluzione più che una rivoluzione rispetto a quanto visto lo scorso anno. Le novità comunque non mancano, rivolte soprattutto al miglioramento dell’esperienza utente, con tutta una serie di piccole migliorie all’interfaccia grafica.

I nuovi widget

Il concetto dei widget si avvicina a quello Android. Innanzitutto, nella solita schermata dedicata raggiungibile con uno swipe da sinistra a destra, iOS 14 consentirà di inserire – per tutte le app compatibili – widget di differenti dimensioni a seconda delle esigenze e dei gusti. Dunque, addio ai formati predefiniti.

In secondo luogo, i widget possono finalmente essere spostati nella homescreen, al di fuori della schermata dedicata. La logica dunque è quella di farli diventare contestuali all’utilizzo dei dispositivi, avendo magari sempre sott’occhio il meteo o il calendario. Una novità che si attendeva da tempo e che finalmente Apple ha deciso di implementare.

Picture-in-Picture

Anche sugli iPhone sarà possibile visualizzare i filmati in maniera sovrapposta rispetto all’interfaccia utente, utilizzando dunque contemporaneamente altre applicazioni. È la funzionalità picture-in-picture già vista su iPadOS, che arriva dunque anche sugli smartphone dell’azienda di Cupertino.

Concretamente, i video di YouTube o magari quelli di Netflix, potranno essere ridotti in una sorta di finestra flottante, con la possibilità di deciderne le dimensioni e il posizionamento sull’interfaccia. Insomma, l’ennesimo passo verso un concetto maggiormente spinto di “multitasking”.

Siri

Apple torna a occuparsi del proprio assistente vocale, quasi assente negli ultimi eventi dell’azienda. Cambia l’interfaccia utente, con una sfera colorata che appare nella parte bassa nel momento in cui viene pronunciato “Hey, Siri”. Ma non è tutto.

Il team messo in piedi dal gigante californiano ha infatti lavorato per migliorare ulteriormente la comprensione del linguaggio da parte di Siri e le funzionalità generali. Da questo punto di vista, siamo molto curiosi di provare sul campo queste novità, considerando il gap accumulato in questi anni rispetto a Google Assistant e Amazon Alexa.

A dimostrazione della potenza di elaborazione raggiunta, Apple ha mostrato in azione la nuova app Translate, pensata per tradurre testo e parole da e in lingue diverse, praticamente in modo istantaneo: basta impugnare iPhone in modalità landscape per accedere alla traduzione simultanea.

Messaggi

Novità per iMessage. Con iOS 14 sarà infatti possibile menzionare un contatto nei messaggi (come avviene su WhatsApp quando utilizziamo il comando “@”). In questo modo, l’utente potrà silenziare le chat di gruppo ma ricevere la notifica se viene direttamente menzionato. Proprio come sulla piattaforma di Mark Zuckerberg, si potrà eliminare un messaggio già inviato in modo che non venga più letto nemmeno dal destinatario.

Anche in quest’ambito, è stata operata una razionalizzazione grafica, pensata soprattutto per migliorare l’interfaccia utente in relazione al Face ID (con notch abbinato) che ormai caratterizza tutti gli smartphone più recenti targati Apple, ad eccezione del nuovo iPhone SE 2020.

Mappe

Nell’applicazione proprietaria di navigazione satellitare targata Apple, diventa centrale il concetto di condivisione. Infatti, attraverso la funzionalità “Guide”, sarà possibile trovare amici e luoghi in tutto il mondo. Inoltre, all’interno dell’apposita sezione, sarà possibile ricevere raccomandazioni e indicazioni per poterli raggiungere. Interessanti anche i percorsi pensati appositamente per le biciclette, che conterranno anche le misurazioni delle strade più facili da percorrere (con tanto di dislivello).

Mappe sarà inoltre in grado di segnalare (con aggiornamento costante) le stazioni di ricarica per le auto elettriche, con la possibilità di identificare le colonnine compatibili con la tipologia della propria automobile.

CarPlay

Grande importante all’ecosistema in casa Apple, come da tradizione. Le chiavi delle automobili che includono CarPlay diventano infatti totalmente digitali attraverso gli iPhone. Sarà dunque possibile aprire l’autovettura e metterla in moto direttamente dallo smartphone (non appena viene poggiato sul sistema di ricarica wireless del mezzo), in piena sicurezza, senza il pericolo di poter perdere le chiavi fisiche come spesso avviene.

Gli iPhone che verranno aggiornati ad iOS 14

  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone SE
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 8
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone X
  • iPhone XS
  • iPhone XR
  • iPhone XS Max
  • iPhone 11
  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11 Pro Max
  • iPhone SE 2020

iOS 14 data di rilascio

L’anteprima per gli sviluppatori di iOS 14 è disponibile per gli iscritti all’Apple Developer Program su developer.apple.com  a partire da oggi; la beta pubblica sarà disponibile il mese prossimo per gli utenti iOS su beta.apple.com. Le nuove funzioni software saranno disponibili in autunno come aggiornamento software gratuito per iPhone 6s e modelli successivi. Per maggiori informazioni apple.com/ios/ios-14-preview.