Tom's Hardware Italia
Android

Huawei Mate 30 Pro svelato: design e fotografia i punti chiave

Huawei Mate 30 Pro è il nuovo smartphone top di gamma dell'azienda cinese. Basato sul SoC Kirin 990, arriverà anche in versione 5G.

Mate 30 Pro, nuovo smartphone top di gamma Huawei appena presentato a Monaco di Baviera, arriva in un momento davvero particolare per l’azienda cinese. La vicenda che la vede contrapposta agli Stati Uniti è ormai nota, e continua ad avere ripercussioni. In tutto questo però, è stato tirato fuori dal cilindro un altro piccolo capolavoro tecnico.

Basta passare poco tempo in compagnia del Mate 30 Pro per apprezzarne immediatamente due tra le caratteristiche chiave. Innanzitutto il display da 6,53 pollici (2.400 x 1.176), che presenta un angolo di curvatura ai bordi di ben 88°. Dal vivo è per certi versi impressionante osservare quanto il vetro anteriore ripieghi sulla cornice, innestandosi perfettamente su di essa. Tra l’altro, l’azienda cinese ha anche rimosso tutti i tasti fisici (tranne quello di accensione), per cui il volume lo si regola sfruttando dei sensori touch sul bordo laterale (sembra funzionare bene).

Ovviamente, bisognerà verificare l’ergonomia nell’utilizzo quotidiano di una simile estetica. Il design però colpisce sin da subito, complice anche la solita cura costruttiva a cui Huawei ci ha ormai abituati sui propri top di gamma. La scocca è realizzata interamente in vetro e sarà disponibile nelle colorazioni Emerald Green, Space Silver, Cosmic Purple e Black. Da verificare quelle che potrebbero arrivare dalle nostre parti, ma il discorso sulla commercializzazione è complesso, come vedremo più in là. In più, l’azienda cinese ha previsto anche delle varianti con il retro in simil pelle.

Come già anticipato dai render apparsi online nelle scorse settimane, il modulo fotografico posteriore è rotondo e composto da ben quattro sensori: il principale da 40 Megapixel con obiettivo f/1.6 e stabilizzazione ottica dell’immagine; il secondario sempre da 40 Megapixel ultra grandangolare f/1.8; il teleobiettivo da 8 Megapixel che abilita un zoom ottico 3X (ibrido 5X, digitale 30X); il sensore ToF 3D per la profondità di campo. I video possono essere registrati fino alla risoluzione 4K a 60 fps, e poi c’è un’incredibile modalità Super Slow-Motion a 7680 fps (in questo caso ci si ferma ai 720p).

Lo zoom periscopico rimane dunque un’esclusiva del P30 Pro, probabilmente con la logica di differenziare maggiormente le due serie. In ogni caso, rispetto a quanto si potesse temere, lo spessore del modulo fotografico è assolutamente contenuto, per cui non crea problemi quando si poggia il Mate 30 Pro su di un piano. Sulla parte frontale ci sono inoltre due sensori (di cui uno ToF), che mettono a disposizione lo sblocco 3D del volto (c’è comunque il sensore biometrico integrato nello schermo), assente sul Mate 30.

Sotto la scocca c’è il processore Kirin 990, presentato da Huawei in occasione di IFA 2019. Verrà commercializzata una versione del Mate 30 Pro con la variante 5G del SoC, il primo a essere in grado di lavorare stand alone con il nuovo standard di rete. Tutto è alimentato da una batteria da 4.500, con ricarica rapida a 40W. Quest’ultima è ovviamente affidata alla porta USB-C che, come già visto con il P30 Pro, ospita l’altoparlante di sistema (audio stereo grazie alla capsula auricolare integrata sotto lo schermo).

Per quanto riguarda il Mate 30 invece, la diagonale di schermo sale a 6,62 pollici, senza curvature. I sensori fotografici posteriori diventano tre (40 Megapixel, 16 Megapixel grandangolare, 8 Megapixel teleobiettivo) e la batteria scende a 4.300 mAh, sempre con ricarica rapida a 40W. Su entrambi i modelli c’è il supporto Dual-SIM, e anche la variante standard arriverà in versione 5G, sempre equipaggiata con il Kirin 990. Insomma, una line-up molto simile alla gamma Mate 20.

Disponibilità sul mercato

Come detto in apertura, la questione attorno alla commercializzazione in Europa di questi smartphone è complessa. Innanzitutto, dalle nostre parti dovrebbe arrivare solo il Mate 30 Pro. Allo stato attuale però, sembra che Huawei sia costretta a immetterlo sul mercato con la versione AOSP di Android, priva dunque dei servizi Google. Attendiamo conferme ufficiali in merito, ma certamente questo rappresenterebbe un ostacolo non da poco in ottica commerciale.

C’è però un aspetto che Huawei ha tenuto a sottolineare. Da qui alla fine dell’anno, l’azienda cinese commercializzerà in Europa altri modelli di smartphone, che arriveranno sul mercato con la versione di Android a cui siamo abituati, con tanto di servizi Google quindi. Anche in questo caso, non abbiamo dettagli in merito, così come non sono stati comunicati gli eventuali prezzi di vendita del Mate 30 Pro. Continueremo ad aggiornare l’articolo non appena ci saranno nuove informazioni.

La sensazione comunque è che l’intero evento di presentazione sia stato una sorta di dimostrazione di forza da parte di Huawei che, nonostante la spinosa questione con gli Stati Uniti, ha realizzato uno smartphone davvero di primissimo livello. La vicenda è comunque ancora lontana dalla conclusione, staremo a vedere quelli che saranno gli sviluppi.

Aggiornamento 19/09/2019 – ore 21:00

Nella parte finale della conferenza, Huawei ha annunciato i prezzi in euro del Mate 30 (che sicuramente non arriverà in Italia) e del Mate 30 Pro. Per acquistarli saranno necessari, rispettivamente, 799 euro (8 GB di RAM e 128 GB di storage) e 1.099 euro (8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna). La comunicazione dei prezzi in euro rappresenta un’indicazione importante circa la commercializzazione in Europa, mentre la situazione riguardante Android sembra essere quella già descritta nell’articolo.

Scheda tecnica Mate 30 Pro

  • Display: 6,53″ OLED, 2400 x 1176 pixel
  • SoC: Kirin 990
  • GPU: Mali-G76
  • RAM: 8 GB
  • Storage: 25 6GB di storage espandibili
  • Fotocamera posteriore: 40MP f/1.8 18 mm + 40MP f/1.6 27mm OIS + 8MP f/2,4, 80mm OIS + ToF 3D
  • Fotocamera anteriore: 24 MP
  • Connettività: Bluetooth 5.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, NFC, USB-C, 5G SA (per modello 5G), GPS A-Glonass Beidou Galileo QZSS, supporto Dual SIM
  • Batteria: 4.500mAh (ricarica rapida a 40W cablata, 24W wireless, ricarica inversa)
  • Dimensioni: 158,1 x 73,1 x 8,8 mm
  • Peso: 198 grammi
  • Certificazioni: IP68
  • Sistema operativo: Android 10 personalizzato con EMUI 10

Scheda tecnica Mate 30

  • Display: 6,62″ OLED, 2340 x 1080 pixel
  • SoC: Kirin 990
  • GPU: Mali-G76
  • RAM: 8 GB
  • Storage: 128 GB di storage espandibili
  • Fotocamera posteriore: 40MP f/1.8 27 mm + 16MP f/2.2 17mm + 8MP f/2,4, 80mm OIS
  • Fotocamera anteriore: 24 MP
  • Connettività: Bluetooth 5.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, NFC, USB-C, 5G SA (per modello 5G), GPS A-Glonass Beidou Galileo QZSS, supporto Dual SIM
  • Batteria: 4.300mAh (ricarica rapida a 40W cablata, 24W wireless, ricarica inversa)
  • Dimensioni:160,8 x 76,1 x 8,4 mm
  • Peso: 196 grammi
  • Certificazioni: IP53
  • Sistema operativo: Android 10 personalizzato con EMUI 10

Huawei P30 Pro è disponibile all’acquisto su Amazon a 700 euro. Lo trovate a questo link.