Android

OnePlus Nord recensione: pochi rivali a 399 euro


OnePlus Nord
RAM
8/12 GB
Archiviazione
128/256 GB
Schermo
6,44 - 1.080 x 2.400
Fotocamera posteriore
48 MP + 8 MP + 5 MP + 2 MP
Batteria
4.115

OnePlus Nord va acquistato nella versione da 8 Gigabyte di RAM venduta a 399 euro. A questa cifra assume un senso compiuto ed è semplicemente il miglior smartphone che possiamo acquistare a questo prezzo. Diversa la situazione con la variante da 12 Gigabyte di RAM, per la quale è necessario salire a 499 euro. Su questa soglia alcune criticità diventano poco tollerabili, anche perché la concorrenza è estremamente agguerrita.

Il comparto fotografico non fa gridare al miracolo, il design non è dei più originali, l’audio non è stereo. Piccole cose assolutamente tollerabili a 399 euro, meno a 499 euro. Anche perché gli 8 Gigabyte di RAM sono più che sufficienti per far girare lo smartphone in maniera fluida con qualsiasi tipologia di utilizzo, come del resto OnePlus ci ha abituati da sempre. È un po’ un ritorno al passato per il brand, che con i suoi top di gamma è ormai salita a prezzi importanti. Che sia questo il vero flagship killer del 2020 nei piani dell’azienda cinese?

È un OnePlus a tutti gli effetti

Interfaccia utente molto vicina ad Android stock e prestazioni di primo livello. Sono questi i punti chiave di OnePlus Nord, che si allinea a quanto visto con gli altri smartphone dell’azienda. Lo Snapdragon 765G è il miglior processore di fascia media su piazza, come del resto abbiamo avuto modo di apprezzare in altri dispositivi come il Motorola Edge. Non abbiamo riscontrato incertezze o tentennamenti anche con operazioni più complesse (come le sessioni di gaming), complice la solita eccellente ottimizzazione operata dall’azienda.

Da questo punto di vista la parte software gioca un ruolo fondamentale. A bordo c’è Android 10 personalizzato con la OxygenOS 10.5, ormai una delle migliori interfacce nel panorama del robottino verde. Noi abbiamo comunque testato la versione con 12 Gigabyte di RAM, ma non vi aspettate un abisso in termini di performance rispetto alla variante con 8 Gigabyte di RAM. Come detto in apertura, è questa seconda quella sui cui puntare.

Il display è in linea con la fascia di prezzo ma con una chicca non da poco. Si tratta infatti di un pannello AMOLED da 6,44 pollici con risoluzione di 1.080 x 2.400 pixel: buona la luminosità così come gli angoli di visuale e la visibilità all’aperto, mentre la gamma cromatica tende a saturare un po’ troppo i colori. La vera particolarità sta però nella frequenza d’aggiornamento a 90 Hz, caratteristica non così comune in questa fascia di prezzo, che contribuisce ad accentuare la sensazione di fluidità generale (oltre a essere particolarmente funzionale alla parte gaming e multimediale). Presente il supporto all’HDR10+.

Buone notizie dall’autonomia. La batteria da 4.115 mAh, con il mio solito utilizzo (misto tra LTE e Wi-Fi, 2 account mail in push, centinaia di notifiche dai social ed app di messaggistica istantanea, oltre 2 ore di telefonate), mi ha permesso di coprire 1 giorno e 5 ore lontano dalla presa elettrica a fronte di quasi 5 ore di schermo accesso. Un buon risultato che, tra l’altro, si accoppia alla ricarica ultra rapida di OnePlus attraverso lo standard Warp Charge 30T (caricabatterie apposito incluso in confezione), che è sempre un valore aggiunto.

Completa la connettività: Bluetooth 5.1, Wi-Fi ac dual-band, NFC, GPS A-GLONASS BDS Galileo, supporto Dual-SIM, 5G. Manca purtroppo il jack audio da 3.5 mm e la memoria non è espandibile. L’audio è mono, il volume è comunque elevato ma chiaramente la qualità complessiva ne risente.

Comparto fotografico tra luci e ombre

Mi sarei aspettato qualcosina di più dal comparto fotografico. Sul retro ci sono quattro sensori: il principale da 48 Megapixel Sony IMX586 f/1.75 con OIS; il grandangolare a 119° da 8 Megapixel f/2.25; il terzo da 2 Megapixel f/2.4 per le macro; il sensore di profondità da 5 MP f/2.4. Sulla parte frontale invece OnePlus ha incastonato nello schermo due fotocamere (32 Megapixel f/2.5 e 8. Megapixel f/2.5, quest’ultima grandangolare).

Il sensore principale da 48 Megapixel lavora molto bene sia in diurna che in notturna, con un ottimo livello di dettaglio. La questione cambia invece con il grandangolare e con il sensore per le macro, alquanto deludenti. La sensazione è che si possa intervenire lato software per migliorarne la resa, che appare poco convincente soprattutto in notturna. Discorso analogo per i selfie, nei quali subentra un po’ troppo rumore digitale con poca luce. Staremo a vedere se l’azienda cinese interverrà.

Sotto tono anche i video. Possono toccare la risoluzione 4K a 30 fps ma, nonostante la stabilizzazione ottica, risultano particolarmente mossi in movimento (in quanto manca un’adeguata stabilizzazione elettronica). Perdono inoltre molta qualità in notturna e anche qui la sensazione è che si possa intervenire lato software. Da questo punto di vista segnaliamo la ricezione, in questi primi 10 giorni, di ben due aggiornamenti di sistema, segno evidente di come OnePlus stia continuando a ottimizzare il dispositivo.

Infine, un rapido riferimento alla parte estetica. Come detto in apertura, il design non è dei più originali. La colorazione Blue Marble che vedete ritratta nelle immagini aiuta comunque e a far spiccare OnePlus Nord. A livello costruttivo comunque poco da dire, lo smartphone appare solido e ben realizzato. Difficile – ma non impossibile – utilizzarlo con una sola mano, anche perché non scivola particolarmente. I pulsanti fisici (volume, accensione e slitta per le varie modalità) si raggiungono facilmente con le dita e il sensore biometrico integrato nello schermo è sempre rapido e preciso nel riconoscere le impronte.

Conclusioni: chi dovrebbe acquistarlo?

OnePlus Nord è un best buy, senza se e senza ma, a patto di acquistare la versione da 8 Gigabyte di RAM a 399 euro. L’azienda cinese è tornata un po’ alla sua filosofia degli inizi e oggi questo dispositivo è tra gli smartphone 5G più economici del mercato. In più, com’è noto, avrà aggiornamenti garantiti per 3 anni, il che non è un aspetto da sottovalutare.

È il prodotto ideale per chi cerca uno smartphone Android in grado di garantire una certa longevità senza dover spendere cifre da capogiro e senza rinunciare a performance di alto livello. Il supporto software e il supporto al 5G vanno proprio incontro all’identikit dell’acquirente ideale di OnePlus Nord.

OnePlus Nord

OnePlus Nord è il nuovo smartphone di fascia media dell’azienda cinese. Fa del rapporto qualità/prezzo il suo punto di forza, in quanto parte da 399 euro e offre connettività 5G, 8 Gigabyte di RAM, 128 Gigabyte di memoria interna, display AMOLED con refresh rate a 90 Hz, quadrupla fotocamera posteriore con sensore principale da 48 Megapixel, doppia fotocamera anteriore.

8.5
8.5

Verdetto

OnePlus Nord è un best buy, senza se e senza ma, a patto di acquistare la versione da 8 Gigabyte di RAM a 399 euro. L'azienda cinese è tornata un po' alla sua filosofia degli inizi e oggi questo dispositivo è tra gli smartphone 5G più economici del mercato. In più, com'è noto, avrà aggiornamenti garantiti per 3 anni, il che non è un aspetto da sottovalutare. È il prodotto ideale per chi cerca uno smartphone Android in grado di garantire una certa longevità senza dover spendere cifre da capogiro e senza rinunciare a performance di alto livello. Il supporto software e il supporto al 5G vanno proprio incontro all'identikit dell'acquirente ideale di OnePlus Nord.

Pro

Prezzo di listino, prestazioni, interfaccia, schermo a 90 Hz, 5G

Contro

Resa fotografica in notturna, memoria non espandibile, audio mono, manca impermeabilità