Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Recensione Honor View 10 Lite, 269 euro ben spesi

RAM
4 GB
Archiviazione
64/128 GB
Schermo
6,5 - 1.080 x 2.340
Fotocamera posteriore
Dual-camera, 20 MP + 2 MP
Batteria
3.750

Honor View 10 Lite è il nuovo smartphone Android di fascia media dell’azienda cinese. Infatti, il prezzo di listino in Italia parte da 269 euro, fino ad arrivare a 299 euro per la variante con 128GB di memoria interna. Un posizionamento competitivo se si considerano alcuni elementi che danno la sensazione di avere tra le mani un dispositivo appartenente a un segmento superiore.

È uno smartphone capace di fondere eleganza e buone performance in un unico prodotto e che segue le tendenze del momento: display grande (6,5 pollici) design con cornici ridotte e notch, attenzione al comparto fotografico (doppia fotocamera posteriore). Tuttavia, non mancano alcuni difetti che scopriremo insieme nel corso della nostra recensione.

Honor View 10 Lite deve comunque vedersela con un agguerrita concorrenza. Xiaomi propore smartphone validissimi nella stessa fascia di prezzo, in alcuni casi anche a cifre inferiori con caratteristiche tecniche comunque sullo stesso livello (pensiamo al Mi A2 Lite). Senza dimenticare Huawei, che ha a catalogo diversi prodotti basati sulla medesima piattaforma hardware, come il P Smart+ e il Mate 20 Lite. Insomma, sono poi i dettagli e i gusti personali a fare la differenza.

Schermo grande, design elegante e moderno

Honor View 10 Lite dispone di un ampio pannello IPS LCD da 6,5 pollici con risoluzione 2340 x 1080 pixel e con rapporto di forma in 19:9. Nonostante non si tratti di un pannello OLED (spesso adottato nei prodotti premium),  la resa è ottima. La visibilità è molto buona in tutte le condizioni, anche all’aperto e in giornate particolarmente soleggiate. Buona anche la saturazione dei colori che possono comunque essere regolati via software.

Seppur di piccole dimensioni, non manca il notch – la tacca sulla parte superiore che ospita i vari sensori e la fotocamera frontale –  che può comunque essere nascosto via software grazie alle funzioni di personalizzazione del display.

Honor View 10 Lite fa del design ricercato il suo punto di forza. Il grande display con cornici estremamente ridotte rende piacevole qualsiasi attività che necessiti di una visuale a tutto schermo, come per esempio la lettura, il gaming o la visione di un film. Ciò che lo rende elegante è senza dubbio la costruzione in vetro con le rifiniture laterali in policarbonato che nascondono le varie antenne.

La scocca posteriore è caratterizzata da un effetto definito “dual texture”. Nello specifico, una fascia laterale sinistra presenta una finitura differente che risulta più o meno riflettente rispetto al resto, restituendo un effetto particolarmente ben riuscito, che strizza l’occhio al pubblico femminile o agli utenti più giovani. Tuttavia, la back cover trattiene un po’ troppo le impronte. In Italia è venduto nelle due varianti cromatiche Blue (come l’unità in nostro possesso) e Black. La variante Red arriverà solo successivamente.

Il vetro, come ben sappiamo, è abbastanza delicato e il rischio di poterlo graffiare è alto. Per questo risulta necessario l’utilizzo di una cover. Lo smartphone non è particolarmente scivoloso ma in alcuni casi basta una superficie liscia e appena inclinata per vederlo scivolare. Inoltre, a causa delle dimensioni importanti, è difficile da tenere in tasca.

A tal proposito, ci troviamo di fronte a un dispositivo con dimensioni pari a 160.4 x 76.6 x 7.8 mm e con uno peso di 175 grammi. Lo spessore rende più salda l’impugnatura mentre la lunghezza e il materiale spesso la rendono molto difficile. Nel mio caso, ho dovuto utilizzare spesso entrambe le mani a causa della scarsa raggiungibilità di alcuni punti dello schermo. Nessun problema invece per i pulsanti fisici di accensione e volume e per il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali. Quest’ultimo – a differenza del meno preciso riconoscimento facciale – funziona in maniera puntuale, rapida e precisa.

Dal punto di vista tecnico, è uno smartphone in grado di offrire buone prestazione grazie al processore Kirin 710 di Huawei  – già visto a bordo di P Smart+ e Mate 20 Lite – accoppiato a 4 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna espandibile fino a 256 GB tramite micro-SD. Di rilievo, in tal senso, la scelta di Honor di prevedere uno slot con tre alloggiamenti: due per le SIM e uno per l’espansione di memoria.

Nell’utilizzo quotidiano, lo smartphone è scattante e fluido e non sono stati riscontrati problemi o rallentamenti durante l’uso nemmeno in particolari condizioni di stress. Buone anche le performance durante le sessioni di gaming, così come la ricezione. C’è il jack audio da 3.5 mm.

Buona fotocamera e ottima autonomia

Il comparto fotografico posteriore si compone di una doppia fotocamera con sensore primario da 20 Megapixel e obiettivo f/1.8 accoppiato a un sensore da 2 Megapixel (obiettivo f/2.4) per la profondità di campo. Non manca l’intelligenza artificiale, capace di riconoscere il soggetto che si sta inquadrando e di adattare di conseguenza le impostazioni per scattare la foto migliore.

Le immagini scattate con questa modalità mostrano più dettagli, ma a volte sembrano artefatte a causa dei colori troppo saturi. Tuttavia, l’intelligenza artificiale può essere disattivata anche successivamente. Quindi, il consiglio è di tenerla sempre attiva e selezionare dopo la foto che si preferisce.

La fotocamera soffre un po’ in condizioni di luce scarsa. In notturna, gli scatti perdono alcuni dettagli e View 10 Lite appare in difficoltà nella gestione dell’illuminazione artificiale. Stesso discorso per i video, che possono essere registrati fino alla risoluzione Full-HD a 60 fps.

A differenza del Huawei Mate 20 Lite, sulla parte frontale è presente una sola fotocamera da 16 Megapixel con obiettivo f/2.0.È possibile scattare selfie con l’effetto bokeh (fondo sfocato) che – in condizioni di poca luce – non è precisissimo e restituisce dei colori che poco corrispondono alla realtà. Buoni invece gli scatti di giorno.

Inoltre, nei prossimi mesi, Honor  rilascerà un aggiornamento software che aggiungerà nuove funzionalità che permetteranno di  scegliere 4 tipologie diverse di illuminazione per gli autoscatti (ad esempio, soggetto con sfondo nero). In ogni caso, considerando il prezzo di listino, il comparto fotografico è certamente da promuovere.

A livello software, nulla di nuovo. Infatti, troviamo Android 8.1 Oreo personalizzato con la EMUI 8.2 con l’aggiunta di qualche gesture, come per esempio fare uno screenshot con il movimento di tre dita sul display, oppure la possibilità di eliminare i tasti virtuali usando solo i gesti per la navigazione.

Ottima l’autonomia. Grazie alla batteria da 3750 mAh, con un utilizzo intenso siamo riusciti a superare abbondantemente le 5 ore di schermo acceso arrivando al 19% dopo 26 ore di attività e con diverse app in background. Non è utopistico pensare di coprire 2 giorni di utilizzo.

Conclusioni: chi dovrebbe acquistarlo?

Honor View 10 Lite è adatto per chi ha bisogno di uno smartphone con uno schermo grande, tanta autonomia ed è disposto a rinunciare alla maneggevolezza. Perfetto per un pubblico giovane che è alla continua ricerca di un design raffinato o per chi è sempre in viaggio e vuole rilassarsi guardando Netflix senza doversi preoccupare della batteria. Come detto in apertura, però, questa fascia di mercato è abbastanza affollata ed è difficile dire quale sia lo smartphone migliore.

Tutto dipende dalle esigenze personali e dai compromessi che si è disposti ad accettare. Per delle cifre poco più elevate, si può rinunciare al design ricercato per delle prestazioni scegliendo, ad esempio, Pocophone di Xiaomi (disponibile su Amazon a 312 euro) . Oppure, lo stesso Huawei P Smart+ disponibile a 299,90 euro sarebbe un buon acquisto se si desidera una dual-camera frontale. Tuttavia, Honor View 10 Lite si candida come uno dei best-buy dell’ultima parte del 2018, soprattutto in vista del naturale calo di prezzo che caratterizza questa tipologia di smartphone.

Honor 9 Lite è uno smartphone caratterizzato da un buon rapporto qualità/prezzo. Dotato di ben quattro fotocamere e 3 GB di RAM, è disponibile all’acquisto attraverso Amazon a meno di 200 euro.

Honor View 10 Lite

Honor View 10 Lite punta soprattutto sull’ampio display da 6,5 pollici, su un’autonomia convincente e un design alla moda. Sono queste le armi scelte dall’azienda cinese per conquistare la fascia più affollata del mercato, quella compresa tra i 200 e i 300.

8
8

Verdetto

Honor View 10 Lite è perfetto per la fascia di prezzo nella quale si inserisce (parte da 269 euro). Ideale per è disposto a rinunciare alla maneggevolezza per avere uno smartphone con uno schermo grande e con tanta autonomia. La qualità del display renderà piacevole la fruizione di qualsiasi contenuto.

Pro

Display, autonomia, slot a tre per due SIM e micro-SD, prezzo di listino

Contro

Resa fotografica in notturna, ergonomia, riconoscimento del volto impreciso, micro USB anziché USB-C.