Android

Xiaomi è il quarto produttore mondiale di smartphone

Xiaomi ha superato Oppo nel primo trimestre del 2018, tornando al quarto posto nella classifica dei produttori mondiali di smartphone. È quanto emerge da un nuovo report realizzato da Strategy Analytics, che ha analizzato l'andamento del settore nel corso del Q1 dell'anno in corso. Sembra dunque confermato il momento d'oro dell'azienda cinese che, tra l'altro, si prepara a una IPO di portata storica.

Scendendo nel dettaglio, sembra che Xiaomi abbia spedito 28,3 milioni di smartphone nel primo trimestre del 2018. In questo modo, l'azienda cinese si sarebbe accaparrata una quota mercato dell'8,2% su scala globale, distante poco più di 3 punti percentuali da Huawei, che invece occupa il terzo gradino del podio. Numeri importanti, soprattutto se confrontati con quelli del Q1 2017.

Schermata 2018 05 03 alle 11 45 02
Clicca per ingrandire

Nel corso del primo trimestre dello scorso anno infatti, Xiaomi ha spedito 12,6 milioni di smartphone, mettendo a segno una quota mercato del 3,6%. Se i numeri di Strategy Analytics fossero confermati in via ufficiale, si tratterebbe di una crescita su base annua davvero impressionante, che certificherebbe come la strategia dell'azienda cinese stia effettivamente ripagando.

Leggi anche: Xiaomi, obiettivo 100 milioni di smartphone spediti nel 2018

In questo quadro, Xiaomi ha dato finalmente avvio alla procedura per la quotazione in borsa. L'azienda guidata da Lei Jun ha infatti presentato i documenti per la IPO (Initial Pubblic Offering) presso la borsa valori di Hong Kong. Sembra che l'obiettivo sia quello di racimolare 10 miliardi di dollari, con una valutazione di mercato pari a 100 miliardi di dollari.

Xiaomi Lei Jun
Lei Jun, CEO Xiaomi

Si tratterebbe di una IPO di portata storica, che consentirebbe a Xiaomi di imporsi come terza società cinese per valore di mercato, con l'offerta pubblica iniziale che sarebbe la più grande da quella di Alibaba del 2014. Insomma, il contesto ideale per proseguire la propria strategia di espansione al di fuori della Cina.

Leggi anche: Xiaomi, ecco il sito web ufficiale per l'Italia

Proprio in queste settimane infatti, Xiaomi sta completando lo sbarco in Italia. A breve dovrebbe essere inaugurato il primo store fisico a Milano, mentre il portale web italiano, con la relativa community, sono ormai online da giorni. Insomma, il ciclone guidato da Lei Jun è ormai pronto ad abbattersi anche in Europa.


Tom's Consiglia

Xiaomi Mi A1 è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Integra 4 GB di RAM e una dual-camera posteriore, e può essere acquistato attraverso Amazon a meno di 200 euro.