10 0 7.5 Blair Witch – PC
Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Blair Witch Recensione, viaggio nel bosco stregato


Blair Witch – PC
Genere
Avventura horror
Piattaforma
Xbox One, PC
Sviluppatore
Blooper Team
Editore
Blooper Team
Data di Uscita
30/08/2019
Blair Witch, dai creatori di Layers of Fear e Observer, arriva su Xbox One e PC per spaventarci a morte: ecco la nostra recensione completa.

Non sono un amante dei giochi horror, non lo sono mai stato, almeno per quanto concerne esperienze che hanno come unico scopo quello di spaventarti a morte. Recensire questo Blair Witch quindi, sviluppato dagli autori di Layers of Fear e Observer, non è stato facile. Ho voluto fare però un’eccezione, in primis perché sono amante del franchise cinematografico – progetto indie che influenzò pesantemente il settore, dando il via al filone simil-documentario con telecamera in mano al protagonista e immagine mossa – e poi perché ho sempre apprezzato il tessuto narrativo dell’operazione, al netto del mezzo fallimento del reboot più recente.

Insomma, ho faticato e mi sono spaventato diverse volte – arrivando quasi a rinunciare – ma alla fine ce l’ho fatta e devo dire che tutto sommato ne è valsa la pena. Blair Witch è un buon prodotto, che nel complesso non eccelle ma che facendo una summa dei fattori che lo compongono risulta godibile anche ai giocatori che tendono a stare lontano da giochi caratterizzati da buio e jump scare a profusione.

Blair Witch

Il bosco, la strega, l’orrore

Siamo nel 1996 – il gioco si collega al primo film originale – e l’ex polizziotto Ellis, insieme al proprio cane Bullet, è in viaggio verso quella che sembra una foresta sconfinata, con l’obbiettivo di trovare un bimbo scomparso. Di Blair Witch mi ha colpito in primis l’incipit, tipico di film horror sui generis, e poi le varie dinamiche di gameplay – unite a un game design che definirei essenziale. Nessun HUD su schermo, e pochi strumenti che ci permettono d’interagire con l’ambiente che ci circonda. Più importante di tutti è la telecamera che recupererete praticamente a inizio gioco: con essa potrete manipolare la realtà, utilizzando i tasti “avanti” e “indietro” in situazioni specifiche, replicando l’immagine che vedrete nel video. In pratica, quello che succede è che sarete in grado di aprire porte, ricostruire muri e risolvere qualche enigma – sia ambientale che tipicamente puzzle.

Nonostante sia ovviamente questo l’elemento portante del gameplay, anche Bullet è molto utile e, da amante dei cani, ho trovato il suo utilizzo piacevole. Potrete infatti utilizzarlo per fargli fiutare oggetti per poi mandarlo in ricerca, oppure sarà lui ad abbaiare per attirare la vostra attenzione; niente di incredibile, sia chiaro, ma in fin dei conti penso che l’impasto ludico faccia il suo dovere.

Blair Witch

Il cuore del gioco però è l’atmosfera generale, quella che si respira nel bosco infestato di presenze e che alle volte mi ha veramente inquietato a dovere. In più c’è tutto un parco di messaggi radio, telefonate ed SMS che servono principalmente a sviluppare la narrazione, ma anche a espandere il confine della stessa, provando a tracciare per poi disintegrare il confine fra realtà e sovrannaturale, che andando avanti nella storia diventa infatti sempre più sfumato. Non mancano sequenze quasi delirenti e volutamente confuse che, oltre a stordire Ellis, manderanno in cortocircuito quasi sicuramente anche il vostro cervello.

Attenzione, parliamo di un titolo che costa 30€ e che per forza di cose sarà limitato in un certo senso, ma come dicevo prima il quadro generale è sicuramente buono. Anche a livello tecnico, seppur con qualche riserva, Blair Witch è un buon prodotto: lo abbiamo provato su PC con una configurazione a dettaglio Ultra, e qualche texture era comunque un po’ approssimativa. Quello che conta però, secondo il sottoscritto, è la resa ambientale, che al contrario del singolo dettaglio si dimostra ottima. L’ambiente, seppur spesso e volentieri buio, è ben caratterizzato e contribuisce anch’esso a trasmettere quell’imperterrito senso di ansia che proprio non vorrà lasciarvi stare.

Mi sento dunque di consigliarvi Blair Witch: costa 30€, lo potete trovare su Xbox Game Pass oppure acquistare singolarmente su Steam o chiaramente Xbox One.

Blair Witch – PC

Blair Witch è il nuovo gioco horror di Blooper Team, già creatori di Layers of Fear e Observer. Disponibile su PC e Xbox One, anche tramite Xbox Game Pass.

7.5
7.5

Verdetto

Blair Witch in fin dei conti convince. Merito di una trama interessante e dai risvolti intriganti, senza contare che l'atmosfera è veramente riuscita e il gameplay - seppur molto essenziale - si integra alla perfezione con l'ambiente di gioco. Peccato per qualche difetto tecnico ma, ripetendomi, il costo moderato e il risultato finale contribuiscono a una promozione netta del titolo. Consigliato a chi ama le esperienze horror, ma anche a coloro i quali cercano giochi non troppo impegnativi ma in grado di regalare un buon trasporto emotivo.

Pro

- Atmosfera coinvolgente
- Bullet è il compagno ideale
- Trama e risvolti narrativi interessanti
- Costo moderato

Contro

- Tecnicamente non perfetto
- Gameplay essenziale