Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Borderlands 3: ex-dipendente muove pesanti accuse contro il CEO

Borderlands 3 sta convincendo molti giocatori, ma dietro le quinte la situazione si sta scaldando: il CEO sta ricevendo varie accuse molto gravi.

Come sappiamo, David Eddings, ovvero la voce originale di Claptrap, non tornerà in Borderlands 3. Si tratta di un evento spiacevole per i fan, visto che Claptrap è considerato uno dei personaggi più iconici della serie, ma ciò che più sta creando scalpore è la motivazione che ha spinto il doppiatore ad allontanarsi.

Tramite Twitter, Edding ha affermato: “Mi stava bene lasciarmi alle spalle Gearbox. Quando il mio ex-capo ha iniziato a blaterare riguardo a vari aspetti del mio lavoro, però, incluso ‘quanto sono stato ben ricompensato’ e quanto ‘generoso’ lui sia, mi sono sentito obbligato a correggerlo.”

Eddings afferma di avere avuto sentimenti contrastanti quando Gearbox gli ha chiesto, nel 2018, di tornare a doppiare Claptrap in Borderlands 3. Ha affermato di voler “mettere le differenze da parte e fare qualcosa di bello per i fan di Borderlands con i miei amici presso Gearbox“. Eddings ha affermato di essersi offerto di doppiare il personaggio “gratuitamente” in cambio di una parte delle royalties per il lavoro svolto con Claptrap nei precedenti titoli. Infatti, Eddings era un dipendente di Gearbox quando ha doppiato il personaggio e non ha ricevuto alcun pagamento aggiuntivo per tale lavoro.

Eddings ha anche affermato che il CEO, Randy Pitchford, lo ha aggredito fisicamente nel 2017, nella lobby di un hotel durante la GDC 2017. Non è del tutto chiaro cosa sia successo e Eddings stesso non ha specificato se sia stata fatta una denuncia alla polizia. Il doppiatore ha richiesto anche delle scuse, oltre che un pagamento in royalties. Gearbox però ha rifiutato. Eddings ha affermato inoltre che Pitchford ha cercato di stalkerarlo sui social media e di essere stato costretto a bloccarlo.

Non si tratta dell’unica accusa a carico di Pitchford e nemmeno della più grave. Un ex-avvocato di Gearbox ha infatti citato in giudizio il CEO, accusandolo di aver sottratto 12 milioni di dollari a Gearbox: tale cifra, sborsata dall’editore 2K, sarebbe dovuta essere divisa con il team di sviluppo, per gli obbiettivi raggiunti dalla serie Borderlands. Diteci, cosa ne pensate di tutta questa situazione?

Borderlands 3 può essere prenotato a questo indirizzo.