Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Death Stranding, Kojima ammette il crunch time presso la Kojima Productions

Quest'oggi, attraverso un Tweet, il maestro Kojima ha ammesso di utilizzare per la creazione di Death Stranding, la pratica del crunch time.

Una pratica tanto utilizzata quanto discussa dalle software house è quella del crunch time. Tale meccanica è infatti una pratica in cui i dipendenti sono costretti a massacranti turni di lavoro per portare a compimento vari titoli. Abbiamo parlato in passato su queste pagine di diverse software house che hanno utilizzato tale pratica per i loro titoli di imminente uscita. Tra di esse ritroviamo Naughty DogCD Projekt Red, Rockstar Games e, appena annunciato, anche la Kojima Productions sembrerebbe utilizzare tale discusso sistema, con lo sviluppo in corso di Death Stranding.

È lo stesso Hideo Kojima in questo caso, a farsi avanti ed annunciare tramite un post su twitter, l’utilizzo del cruch time presso il suo studio di produzione: “Death Stranding possiede gli elementi di qualcosa che non è mai esistito prima per quanto concerne il gameplay, l’atmosfera e la grafica che abbiamo provato a creare” scrive Kojima, “Lo studio che ho fondato è piccolo, come un team indipendente, ma stiamo cercando di fare del nostro meglio per consegnarvi il gioco in tempo per l’8 novembre. L’epoca del crunch per gli sviluppatori non è ancora finita“.

Il risultato di tale pratica è la compromissione della salute delle persone che realizzano videogiochi, se queste pratiche dovessero prolungarsi nel tempo. Spesso, si richiede la presenza in ufficio per 80-100 ore settimanali, senza alcuna sosta. Molte volte, se non rispettati tali orari, si rischia addirittura il licenziamento. I commenti al tweet sono stati davvero numerosi tra i quali, invitavano il maestro Kojima piuttosto a rinviare l’uscita del gioco di qualche mese, se questo fosse servito ad aiutare e salvaguardare la salute di chi lavora sul titolo.

Il crunch time sembra essere ancora una pratica molto diffusa, nel tentativo di rispettare le scadenze date al pubblico. Riteniamo che bisognerebbe trovare una soluzione quanto prima per evitare queste problematiche, ed aiutare le persone che lavorano all’interno delle software house.

Ricordiamo che l’uscita di Death Stranding è fissata per l’8 novembre su PS4.

Potete prenotare la vostra copia di Death Stranding, così da assicurarvi di averlo a disposizione fin dal D1, a questo indirizzo.