Giochi Mobile

Fortnite vs Apple: Epic Games fa la sua mossa e chiede che la corte prenda provvedimenti

Come sicuramente saprete, recentemente il mondo videoludico è stato scosso da un’inaspettato susseguirsi d’eventi che hanno portato il ben noto Fortnite a scomparire in toto dai dispositivi mobile Apple e dal Play Store dei device Android. In questa sede eviteremo di ripetere dal principio tutte le motivazioni dietro al gesto e i risvolti dello stesso, limitandoci a ricordarvi che la diatriba era partita quando Epic Games aggiunse nel suo titolo di punta uno store interno attraverso il quale sarebbe stato possibile aggirare il 30% di commissioni richieste sia da Apple che da Google per ogni acquisto effettuato.

Successivamente alla citazione in giudizio mossa da Epic Games, i due colossi americani “attaccati” hanno risposto a loro modo. Google ha avuto un atteggiamento più disinteressato, arrivando a presentare un’istanza di archiviazione, specificando che il Play Store non è l’unico sistema d’acquisto all’interno dei dispositivi Android e, conseguentemente, Epic non andrà a risentire pesanti perdite con l’uscita di Fortnite dallo stesso. Al contrario, Apple si è vista ben più agguerrita e minacciosa, e dopo alcune prime azioni – alcune delle quali anche negategli dalla corte stessa -, ora è Epic ha fare la sua mossa, in particolar modo tramite una richiesta di provvedimenti da parte della corte. Andando più nello specifico, la società ha dichiarato:

Quest’oggi chiediamo che la corte fermi gli attacchi di Apple contro Epic per aver sfidato la loro condotta, mentre la causa presso l’antistrust viene portata avanti. Apple è una società monopolista ed è stato necessario affrontarla per poter liberare sviluppatori e consumatori dalle restrizioni illegali che sono state imposte in merito ad app e metodologie di pagamento su iOS. Nessuno ha mai avuto la forza di parlare per paura di ritorsioni da parte di Apple e i recenti comportamenti dell’azienda dimostrano cosa succeda quando qualcuno prova a fermare il loro monopolio; sono pronti a distruggere il tuo business. Siamo comunque pronti ad aprire un dialogo per ottenere un accesso ai dispositivi Apple più aperto e conveniente per tutti.”

Insomma, Epic Games sembrerebbe essere sicura delle sue motivazioni e ritiene che le recenti azioni di Apple – non solo contro Fortnite – rappresentino una chiara dimostrazione dell’illegalità che sta alla base del sistema venutosi a creare nel corso degli anni. Per il momento è ancora difficile immaginare come la situazione andrà risolvendosi, ma allo stato attuale sembra che nessuna delle compagnie coinvolte abbia intenzione di mollare la presa.

Se di queste guerre tra società v’interessa poco e volete solo giocare a qualche bel titolo, vi ricordiamo che su Amazon potete acquistare l’appena uscito Marvel’s Avengers.