Giochi PC

Roller Champions | Anteprima, sfida all’ultimo centro

Dal prossimo 17 febbraio fino al 1 marzo si terrà la closed beta di Roller Champions, titolo multiplayer di Ubisoft che ci catapulterà nel bel mezzo di un adrenalinico sport fatto di roller, palle e tanti spintoni. Un appuntamento che permetterà a un ristretto numero di fortunati giocatori di provare in anteprima il titolo e tastarne con mano la bontà in attesa del lancio ufficiale, che è attualmente previsto nel corso del 2021. Negli ultimi giorni abbiamo avuto l’occasione di lanciarci in anteprima sulle lucide piste di Roller Champions e siamo ora pronti a raccontarvi cosa ne pensiamo di questo inusuale videogioco sportivo.

Abbiamo provato il gioco con il seguente PC:

Una sfida all’ultimo giro di pista

Cos’é esattamente Roller Champions? Un atipico gioco di squadra che pone le sue fondamenta su meccaniche molto immediate e semplici: due squadre da tre giocatori cadauna si sfidano in una pista ovale, dandosi battaglia per il possesso di una palla. L’obiettivo del gioco è scagliare l’agognata sfera all’interno di una sorta di canestro posizionato su un lato della pista. Attenzione però: tale obiettivo non sarà disponibile fino a quando la squadra in possesso della palla non avrà percorso un giro completo di pista, ottenendo così la possibilità di provare a segnare un punto. Completare due giri di fila senza perdere palla aumenterà poi a tre i punti assegnati alla squadra in caso di canestro, mentre il triplo giro eleverà tale cifra a cinque, permettendo di chiudere il match in un colpo solo. Nel caso la squadra avversaria toccasse nel frattempo la sfera, il conteggio dei giri verrà subito azzerato, rendendo quindi inutili gli sforzi precedenti. In poche parole, Roller Champions si erge sull’antico detto: maggiore è il rischio, maggiore è la ricompensa.

Roller Champions

Alla prova dei fatti il sistema di gioco funziona egregiamente e riesce a regalare delle sensazioni più che positive, soprattutto grazie a delle ottime animazioni e a una fluidità generale apprezzabilissima. Molto interessanti sono poi le interazioni con i vari membri della propria squadra, con i giocatori di Roller Champions che possono, oltre a passarsi la palla tra di loro ed effettuare manovre in sintonia, aiutarsi in numerosi modi: lanciandosi a vicenda per ottenere maggiore velocità o bloccando quelli che sono gli attacchi avversari. Una partita di Roller Champions, soprattutto tra due team ben affiatati, assume presto i contorni di una sinuosa danza, paragonabile a un frenetico scontro di fioretto dove ogni singola mossa può cambiare gli equilibri in gara. Il gameplay dell’ultima creatura di Ubisoft ci è quindi parso, al termine di questa prima prova, semplice da assimilare ma difficile da padroneggiare, esattamente come dovrebbe essere un buon titolo multiplayer. L’immancabile divisione tra partite classificate e libere, infine, rende ancor più interessante e varia l’esperienza di gioco.

Roller, ma con stile

La seconda modalità di gioco di Roller Champions presente in questa closed beta prende invece il nome di Skatepark e altro non è che una sorta di hub in cui impratichirsi delle meccaniche di gioco e divertirsi in totale libertà in compagnia di qualche amico. Tante rampe, numerosi canestri e anche qualche piccola sfida per conquistare fan, che assumono i contorni di una sorta di ranking all’interno di Roller Champions. Lo Skatepark non è certamente nulla di nuovo o troppo innovativo all’interno del panorama dei titoli multiplayer, ma si tratta pur sempre di una gradita aggiunta, perfetta per muovere i primi passi nel titolo di Ubisoft, impratichirsi con i moveset disponibili e fare pausa tra un match e l’altro.

Immancabili poi le modifiche estetiche del nostro personaggio, che in questa prima prova permetteva di personalizzare: abbigliamento, casco, roller e guanti. Oggetti che, come nella maggior parte dei titoli analoghi, possono essere acquistati da un negozio tramite valuta in game, ottenuti attraverso loot boxes, come premi per qualche sfida o attraverso il canonico season pass. Il tutto, fortunatamente, al solo scopo estetico, con i vari oggetti che non vanno quindi a sfociare, in alcun modo,in temibili soluzioni Pay to Win. Non ci è stato possibile approfondire maggiormente questo aspetto di Roller Champions ma la sensazione generale è stata quella di trovarci di fronte a quanto visto nei principali titoli free-to-play in voga negli ultimi anni.

Roller Champions

Buona l’ottimizzazione su PC: con la configurazione che vi abbiamo illustrato a inizio articolo, abbiamo mantenuto i 144fps costanti in Quad HD in ogni singola situazione con tutte le varie opzioni grafiche impostate al massimo. Continua a non convincerci del tutto il design dei vari personaggi, che a oggi sono parecchio anonimi e inespressivi. La speranza è quella che il tool per l’editing del proprio alter-ego virtuale, presente nella versione definitiva di Roller Champions, sia abbastanza sfaccettato e in grado di offrire un ampio ventaglio di personalizzazione ai giocatori. Decisamente riuscite sono invece le varie piste provate fino a ora, che, per quanto alla fine dei conti presentino la medesima struttura, convincono in quanto a realizzazione e caratterizzazione rispetto alla loro zona geografica.

Da segnalare sono infine tutta una serie di glitch grafici presenti soprattutto nella modalità skatepark in cui la telecamera si incastra mostrando il sotto della pista. Delle problematiche parecchio fastidiose e probabilmente attribuibili al grande dinamismo del titolo, con il giocatore che è spesso e volentieri chiamato a modificare in velocità la propria prospettiva. Si tratta di glitch che verranno sicuramente risolti da qui al lancio ufficiale del gioco, del resto si tratta appunto di una closed beta, ma di cui era necessario sottolinearne la presenza.

Roller Champions: tirando le somme

Questa prova di Roller Champions ci ha lasciato sensazioni contrastanti: indubbiamente il titolo multiplayer di Ubisoft risulta estremamente interessante a livello competitivo, presentando un impianto di gioco dove le giocate di fino e l’affinità tra membri di un team potrebbero facilmente regalare partite dinamiche e oltremodo belle da vedere. Quello che non ci convince è a cosa voglia ambire esattamente Roller Champions. Non mostrando, almeno per il momento, quel physique du rôle necessario per arrivare ai livelli dei più diretti concorrenti come Rocket League o altre produzioni analoghe. Roller Champions ci ha comunque divertito e siamo sicuri che riuscirà a intrattenere anche voi.

Non vedi l’0ra di provare Roller Champions in anteprima? Puoi registrarti a questo link per avere l’opportunità di giocare alla closed beta!