Streaming e Web Service

Facebook condannata per violazione del diritto d’autore, a causa del cartone “Kilari” di Mediaset

Facebook è stata condannata oggi dal Tribunale di Roma per violazione del diritto d’autore e per diffamazione ai danni di Mediaset – sentenza n. 3512/2019. La vicenda risale al 2012, quando utenti anonimi hanno creato una pagina Facebook dedicata al cartone animato stile manga trasmesso su Italia Uno “Kilari”.

Come riporta oggi Mediaset sul suo sito ufficiale “alcuni link della pagina conducevano da un lato a contenuti tutelati da diritto d’autore illecitamente caricati su Youtube, dall’altro a pesanti insulti e commenti denigratori indirizzati all’interprete della sigla della serie animata”.

Il problema è che nonostante numerose diffide, come sottolinea Mediaset, Facebook negli anni ha preferito non rimuovere i contenuti e i link. Il ricorso alla Magistratura ne è stata una diretta conseguenza.

“Questa svolta nella giurisprudenza italiana a tutela del copyright nasce da una causa avviata da Mediaset, un contenzioso dal valore economico modesto ma cruciale nei principi che intendeva tutelare e dai risvolti delicati per il precedente che crea”, ha ribadito l’azienda.

Si tratta di una svolta poiché è la prima volta che viene riconosciuta in Italia la responsabilità di un social network nei confronti di un “link”.

“A tal proposito, Mediaset auspica che la Direttiva europea sul diritto d’autore nel digitale – oggetto nei giorni scorsi dell’accordo del trilogo – venga approvata per dare un quadro definitivo alla difesa dei contenuti, frutto dell’ingegno e della creatività degli editori”, conclude la nota Mediaset. Da ricordare infatti che la riforma UE con l’articolo 13 punta ad affrontare proprio il tema delle responsabilità delle piattaforme online in relazione ai contenuti caricati dagli utenti.