Spazio e Scienze

Volo radente sulla superficie di Marte: 4 minuti di poesia

Un volo sulla superficie di Marte per vedere da vicino il Pianeta Rosso: è quello che offre il video pubblicato dall'Agenzia Spaziale Europea, frutto di parte delle registrazioni fatte da Mars Express, una sonda lanciata nello Spazio dall'ESA il 2 giugno 2003 con l'obiettivo di studiare Marte.

In volo su Marte

Nell'ultimo decennio la sonda ha registrato immagini del Pianeta Rosso sia dall'orbita sia al livello del suolo, e queste ultime sono ovviamente le riprese più suggestive. L'Agenzia Spaziale Europea sta cercando di ricostruire la mappatura della superficie di Marte da ogni angolo immaginabile, e il primo risultato è un video realizzato sulla base dei dati topografici raccolti da Mars Express, che dà la sensazione di volare sopra le vaste pianure del Pianeta.

Il video è stato reso pubblico in celebrazione del 10° anniversario di attività della sonda, che finora ha orbitato attorno al Pianeta per quasi 12.500 volte e ha mappato quasi tutta la sua superficie. Tutto nonostante i problemi tecnici che fin da subito hanno impedito di usare il lander Beagle 2, che ha subito un errore di comunicazione poco dopo la separazione dalla sonda principale. Per questo tutti i dati raccolti da Mars Express arrivano dall'orbiter. 

La fotocamera ad alta risoluzione responsabile dei dati topografici dettagliati acquisiti da Mars Express è stata fabbricata dal Centro aerospaziale tedesco (DLR), ed è in grado di scattare immagini di 2 x 2 metri del suolo. Si compone di nove sensori di immagine, ciascuno impiegato per catturare l'immagine della superficie da un angolo di osservazione differente. Il risultato è un modello 3D molto accurato della superficie marziana, in cui si vedono vaste colate laviche antiche, gigantesche montagne e fiumi ormai prosciugati, con un livello incredibile di dettaglio.

Nei dati i ricercatori possono trovare tutte le informazioni relative alla pendenza di una montagna o allo spessore di una distesa di lava. La soddisfazione per il lavoro svolto da Mars Express è tale per cui i ricercatori hanno già prolungato per cinque volte la durata della missione, che avrebbe dovuto concludersi due anni fa, ma proseguirà almeno fino a tutto il 2014, sempre che non ci siano ulteriori proroghe.