Ibride e Elettriche

Arriva Lynk & Co in Italia, con l’auto in abbonamento come Netflix

In un momento sicuramente non semplice per il mercato dell’automotive, puntare su formule differenti dal classico acquisto può essere una scelta valida e quasi obbligata per quasi tutte le case produttrici. Questa strategia, in una formula ancora più “aggressiva”, è stata scelta da Lynk & Co, un brand della galassia di Geely, il gruppo che detiene Volvo, Polestar e ulteriori marchi.

Per inaugurare il lancio del SUV 01, in declinazione ibrida e plug-in, il produttore ha quindi ideato una formula in abbonamento ispirata al funzionamento di Netflix: un pagamento mensile di 500 euro, rescindibile in qualsiasi momento, esattamente come l’account di streaming. Una volta ricevuta l’auto, si può decidere se tenerla solo per 30 giorni o prolungare l’abbonamento per ulteriori mensilità. Questa formula non toglie comunque la possibilità di acquisto tradizionale ad un prezzo di 35mila euro per la versione ibrida e di 41mila euro per quella plug-in.

Crediti: Alessandro Lago

Sebbene il costo mensile previsto da Lynk & Co sia superiore alle proposte dei competitor, la flessibilità del servizio è davvero elevata e superiore alle aspettative. Come è possibile? Semplice, è possibile far guidare la propria vettura ad altre persone; sulla piattaforma di Lynk & Co, infatti, il socio può rendere il veicolo disponibile allo sharing decidendo il prezzo e tutte le modalità. È possibile quindi quasi azzerare la retta mensile di abbonamento e persino far guadagnare soldi al titolare.

Per Lynk & Co si tratta di applicare alla lettera il concetto di condivisione basandosi su un dato oggettivo: mediamente una vettura viene utilizzata solo il 4% del tempo, il restante 96% del tempo rimane in sosta parcheggiata. Se pensate che Lynk sia solo un produttore ancora “virtuale” nel nostro paese vi sbagliate: è atteso infatti uno showroom a Milano dove sarà possibile conoscere la tecnologia, le vetture e tutte le formule a disposizione.

Insieme allo showroom di Milano, entro fine anno assisteremo all’apertura di una sede ad Anversa, Berlino, Barcellona e Parigi. In ogni caso, la membership mensile comprende tutto il necessario per circolare: bollo, assicurazione, manutenzione, riparazioni e pneumatici.

Crediti: Alessandro Lago