Auto

Bentley Flying Spur: arriva il V8 4.0 litri da 550 Cv, lusso e prestazioni

Bentley aggiorna la gamma della berlina Flying Spur introducendo il motore 4.0 litri V8 da 550 Cv. Una versione dedicata a chi è alla ricerca di una vettura di rappresentanza, da guidare: il propulsore, più piccolo rispetto all’immenso, W12, consente un risparmio di peso di circa 100 kg, tutto a beneficio dell’agilità.

Le prestazioni restano considerevoli pensando al segmento e al tipo di auto: accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi e una velocità massima di 318 km/h. Valori da supercar. La nuova Bentley Flying Spur con motore V8 è già ordinabile in Europa, le prime consegne sono previste entro fine anno.

Meno peso, più agilità

L’adozione di un propulsore di cilindrata minore, ha consentito a Bentley di risparmiare 100 kg rispetto alla W12: in questo modo si ottiene una resa dinamica migliore, soprattutto per quanto riguarda l’agilità. La Flying Spur è una berlina di lusso capace di coccolare tutti i passeggeri e di non trascurare il piacere di guida. La versione con motore V8 è espressamente progettato per offrire un comfort di livello massimo senza compromette la resa una volta seduti davanti al volante.

Il mercato di vetture di lusso è composto da clienti anche alla ricerca di soluzioni che possano assecondarli in ogni circostanza quotidiani e che restituiscano buone sensazioni di guida. Bentley, inoltre, ha dotato la Flying Spur V8 della tecnologia di disattivazione dei cilindri: benché non si tratti di una vettura dai bassi consumi, una volta raggiunta una velocità di riferimento il motore mantiene in azione solo 4 degli 8 cilindri disponibili, permettendo un risparmio di carburante.

Lusso e stile

Di serie la Bentley Flying Spur è equipaggiata con cerchi in lega a 10 razze da 20″. In opzione è possibile arricchire la vettura con il pacchetto Blackline Specification che aggiunge alcuni dettagli scuri a contrasto. Molto vasta la possibilità di personalizzazione: gli interni sono molto lussuosi e accoglienti con dettagli in legno o fibra di carbonio per la plancia. Il sistema di infotelematica sfrutta uno schermo a scomparsa nel cruscotto.

La zona posteriore può essere configurata con due poltrone singole oppure con un divano a tre posti, a seconda delle esigenze del cliente. Le soluzioni per “viziare” i passeggeri sono numerose: dal frigorifero, agli schermi per l’intrattenimento di bordo fino alla funzione massaggio. Coloro che pensano di utilizzare la Flying Spur come vettura di famiglia possono scegliere una configurazione meno lussuosa con il divano a tre posti, permettendo il massimo del comfort e della sicurezza in un ambiente meno informale.