Eventi

Big Love Days, a Varano de’ Melegari in pista con tutta la gamma MINI

Lo scorso weekend l’autodromo di Varano de’ Melegari si è trasformato nel punto di ritrovo per gli amanti di motori, musica e cibo, con un evento di due giorni targato MINI Italia “Big Love Days”. Lo slogan è inequivocabile “Mangia. MINI. Ama” ed è sostanzialmente una rivisitazione del titolo del celebre film con Julia Roberts “Mangia, prega, ama”.

La kermesse, completamente gratuita ma con ingresso su prenotazione per rispettare le normative vigenti, è divisa in quattro aree tematiche differenti: Urban, Style, Adrenalie e Journey, con ciascuna delle quali capace di proporre ai visitatori e appassionati attività dedicate al lifestyle, al cibo, alla musica e, naturalmente, al mondo MINI.

Nel percorso Urban la protagonista è stata la nuova MINI Full Electric, disponibile a partire da 34.900 euro, con un propulsore da 135 kW (184 CV) e un’autonomia misurata nel ciclo WLTP di circa 230 km. Rispetto alla variante endotermica a cui tutti siamo abituati, il modello green beneficia di una serie di accorgimenti aerodinamici, su carrozzeria e cerchi, volti a ridurre l’attrito con l’aria e consentire pertanto una maggiore percorrenza. Disponibile, nella stessa area, street food, una zona dedicata agli appassionati dei vinili e un’altra ai cabinati arcade.

Nell’ambiente Style, invece, è stato possibile osservare da vicino Vision Urbanaut e Strip, due concept a batterie di MINI. Vision Urbanaut, di cui vi riportiamo le immagini di seguito, è un monovolume elettrico con guida autonoma che pone l’accento sull’attenzione per l’ambiente nella scelta di materiali; presenti infatti materiali riciclati, nessuna pelle, solo tessuti e sughero. A disposizione, anche in questo luogo, street food (parmense) e un’area dedicata allo sport del momento: il padel.

Il terzo percorso è Adrenaline, quello indirizzato agli amanti della guida sportiva e veloce; a disposizione, pronte da ammirare e guidare con la driving experience, una serie di MINI John Cooper Works ovvero le più pepate per uso stradale. Immancabile, anche in questo contesto, una zona di ristoro per i palati più fini.

L’ultimo spazio, Journey, nasce per chi ama stare a contatto con la natura e quindi con i percorsi fuoristrada. In quest’area è possibile provare la Countryman ALL4, studiare da vicino le soluzioni da campeggio, farsi catturare dai profumi del Botanical Shop e naturalmente mangiare cibo più delicato e salubre (Poke).

In aggiunta agli entusiasmanti percorsi a disposizione del pubblico, all’interno di Big Love Village era presente anche un concept di modello abitativo del futuro conosciuto con il nome di “Biosphera”. Spazio anche alla solidarietà con l’associazione Poldo Rescue, che si occupare di aiutare gli amici a quattro zampe. Sul palco, invece, una continua alternanza di musica hip hop e pop con una seria di ospiti a cura di Radio 105. Big Love Days è stata anche un’occasione per poter vedere da vicino le MINI del Club italiano: dai modelli che hanno fatto la storia del marchio alle soluzioni più recenti e moderne. Un vero e proprio appuntamento per appassionati e curiosi.

Durante l’appuntamento abbiamo avuto la possibilità di provare tre modelli in differenti scenari, più precisamente: test drive su circuito a bordo della MINI John Cooper Works, test drive off road al volante della MINI Countryman ALL4 PHEV e infine test drive su strada con la MINI 5 porte con allestimento John Cooper Works.

Sul circuito di Varano de’ Melegari abbiamo avuto l’occasione di provare la MINI John Cooper Works nella versione a 3 porte, spinta dal motore TwinPower Turbo a 4 cilindri da 2.0 litri di cilindrata in grado di erogare 231 cavalli, sufficienti a spingere la piccola MINI alla velocità massima di 246 km/h, con una accelerazione da 0 a 100 che viene coperta in 6.3 secondi. La versione provata in pista era inoltre dotata di cambio automatico sportivo Steptronic a 8 rapporti con paddle al volante: non potevamo chiedere di meglio per correre tra le curve di Varano! MINI, parlando di questo modello di John Cooper Works, parla di “go-kart feeling” e non possiamo che essere d’accordo: la JCW è incollata a terra anche nelle curve più allegre, si inserisce in curva con precisione e risponde prontissima agli impulsi dell’acceleratore e del cambio. Molto belli gli interni, impreziositi da sedili sportivi e un head-up display molto comodo da leggere.

Oltre al circuito asfaltato, l’evento ha messo a disposizione dei visitatori anche un breve percorso fuoristrada per testare le capacità della gamma MINI Countryman: tra i diversi modelli disponibili, noi abbiamo testato la versione MINI Countryman ALL4 PHEV, spinta da un powertrain ibrido benzina-elettrico. Sull’asse anteriore troviamo il motore a benzina, mentre su quello posteriore quello elettrico: in questo modo i due si attivano e disattivano secondo necessità e in modo del tutto automatico grazie al software di gestione della trazione integrato nell’auto. La potenza complessiva è i 220 cavalli, sufficienti per una velocità massima di 196 km/h e uno scatto da 0 a 100 in 6,8 secondi. La batteria da 9.6 kWh installata sulla Countryman ALL4 PHEV è sufficiente a percorrere poco più di 40 km in modalità totalmente elettrica, un chilometraggio sufficiente a piccoli spostamenti quotidiani senza emissioni di CO2.

Infine il test stradale, svolto nei dintorni del circuito a bordo di una MINI Cooper nella versione a 5 porte, impreziosita dall’allestimento John Cooper Works che le dona un look molto sportivo e accattivante. Il modello testato era spinto da un motore 3 cilindri da 1.5 litri di cilindrata in grado di esprimere 136 cavalli, sufficienti per raggiungere i 207 km/h di velocità massima. Anche in questo caso il cambio presente era automatico, a 7 rapporti con doppia frizione. Il pacchetto JCW presente su quest’auto comporta diverse migliorie, tra cui troviamo i fari a LED anteriori e posteriori, kit aerodinamico John Cooper Works con relativo spoiler posteriore, sospensioni adattive, volante in pelle con simbolo John Cooper Works, display touchscreen da 8,8” e cerchi in lega da 17 o 18 pollici a seconda dei gusti del cliente. Anche in questo caso le impressioni di guida sono state positive, con uno sterzo molto preciso e il cambio automatico che fa il suo dovere quasi senza farsi sentire.

Di seguito, un breve video realizzato dall’organizzazione durante la giornata di sabato: