Auto

CATL, la società estende la vita delle batterie a 2 milioni di km

CATL, società cinese nota per la produzione di batterie destinate a grandi case automobilistiche come Tesla e Volkswagen, ha ufficializzato lo sviluppo di una batteria con una durata utile pari a 16 anni e con ben 2 milioni di chilometri.

Capacità ed efficienza. Uno dei principali fattori preso in considerazione da parte degli utenti in fase di acquisto riguarda inevitabilmente capacità ed efficienza della batteria. Ad oggi, infatti, l’ampia diffusione sembra essere rallentata dalla preoccupazione che le batterie possano perdere forza e debbano dunque essere sostituite dopo alcuni anni dall’acquisto.

Il colosso cinese annuncia dunque di esser pronto a portare sul mercato un nuovo power pack in grado di durare 16 anni e 2 milioni di chilometri, mentre il costo della batteria sarà di circa il 10% in più rispetto ai dispositivi implementati fin ora.

Bloomberg New Energy Finance, riguardo una tale estensione della durata di vita e di chilometraggio delle batterie, ha dichiarato:

“É un progresso chiave perché il power pack potrebbe essere riutilizzato in un secondo veicolo. Ciò ridurrebbe le spese di proprietà di un veicolo elettrico, un fattore positivo per un settore che sta cercando di recuperare lo slancio delle vendite perso a causa dell’epidemia di coronavirus e dei crolli dei prezzi del petrolio che hanno reso i concorrenti a gas più competitivi”.

Lo sviluppo della nuova batteria da parte della società CATL sembra inoltre essere destinata a qualunque casa automobilistica che ne voglia fare richiesta, così da permetterne l’implementazione sui propri veicoli. Un investimento, quello della società cinese, decisamente importante per la ricerca ma soprattutto per lo sviluppo delle nuove tecnologie.

Il fondatore e presidente della società, Zeng Yuqun, ha così commentato:

“Mentre l’epidemia di coronavirus farà calare le vendite nel corso di quest’anno, la domanda di veicoli elettrici crescerà all’inizio del 2021. Gli acquirenti di auto che si stanno trattenendo durante la pandemia stanno creando una domanda repressa che si scatenerà a partire dal prossimo anno, guidata dai modelli premium”.