Auto

Ferrari, Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato

Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato della Ferrari, attualmente responsabile di una delle principali divisioni operative della STMicroelectronics, una multinazionale produttrice di semiconduttori. Con una vasta esperienza internazionale ottenuta lavorando con alcune delle società tecnologiche leader al mondo, dal 1° settembre prenderà dunque il posto di Louis Camilleri.

Non sono mancate nei mesi scorsi voci su Vittorio Colao, attuale Ministro per l’Innovazione e la transizione digitale, Marco Bizzarri, attualmente amministratore delegato di Gucci, Stefano Sassi, ex CEO della casa di moda Valentino e Hans Hoegstedt, al timone della Tom Dixon. Nomi inevitabilmente importanti ma alla Ferrari hanno scelto le competenze di Benedetto Vigna per affrontare le prossime sfide che attendono la casa automobilistica italiana, a partire proprio dal lancio della prima elettrica nel 2025.

Nato nel piccolo comune di Pietrapertosa, in provincia di Potenza, Vigna si è laureato in fisica subnucleare all’Università di Pisa nel 1993. Nella sua lunga carriera ha registrato più di cento brevetti tra cui quello di un sensore di movimento tridimensionale applicato anche ai sistemi avanzati di assistenza alla guida e ai dispositivi per la sicurezza attiva delle automobili.

Non sono mancate le parole del presidente della Ferrari, John Elkann, che ha cosi commentato la nomina:

Siamo felici di dare il benvenuto a Benedetto Vigna come nostro nuovo amministratore delegato. La sua profonda conoscenza delle tecnologie che guidano gran parte del cambiamento della nostra industria, le sue comprovate capacità di innovazione, l’approccio imprenditoriale e la sua leadership rafforzeranno ulteriormente la Ferrari scrivendo nuovi capitoli della nostra storia irripetibile di passione e performance nell’era entusiasmante che ci attende.

Nella nota diffusa viene inoltre ribadito come nel suo ruolo di amministratore delegato, la priorità di Benedetto Vigna sarà assicurare che Ferrari continui a rafforzare la sua leadership come artefice delle vetture più belle e tecnologicamente avanzate al mondo. Le sue ampie conoscenze, frutto di oltre 26 anni di esperienza nel cuore dell’industria dei semiconduttori, che sta rapidamente trasformando il settore automobilistico, non potranno che accelerare l’abilità di Ferrari nell’aprire nuove strade nell’applicazione delle tecnologie di ultima generazione.