Auto

Genesis GV60 avrà la ricarica senza fili, nuovi dettagli sui motori

GV60, il nuovo SUV elettrico firmato Genesis/Hyundai visto nei giorni scorsi sembrava già molto avveniristico per alcune soluzioni tecnologiche degli interni. Ma ora ci sono altre rivelazioni che confermano come il produttore coreano voglia posizionarlo in cima alla classifica dei modelli più moderni. Come ha confermato la stessa Genesis al sito GreenCarReports, sarà uno dei primi EV (se non il primo in assoluto) a offrire la ricarica senza fili.

Al lancio, anche per via dell’infrastruttura disponibile, sarà presente solo nei primi modelli distribuiti in Corea del Sud. Ma in seguito è prevista l’estensione di questa caratteristica anche nel resto del mondo, iniziando da Stati Uniti ed Europa. Ma come funziona? Applicando la tecnologia sviluppata dall’americana WiTricity, simile allo stesso metodo di ricarica visto su smartphone. Si tratta di risonanza magnetica: in pratica, il mezzo viene ricaricato da una piattaforma che si trova nelle immediate vicinanze (solitamente al di sotto del veicolo parcheggiato).

I vantaggi iniziano dalla comodità di non dover lasciare l’auto né dover usare i soliti cavi di collegamento. Inoltre, il sistema di ricarica targato WiTricity funziona attraverso numerosi materiali (compreso ghiaccio e neve) ed è compatibile con qualsiasi veicolo. Non solo SUV e altri mezzi di grandi dimensioni ma anche auto sportive, utilitarie e così via. Stando ai costruttori, la dispersione di elettricità dalla rete alla batteria dell’auto è contenuta nel 7% e il sistema supporta la ricarica di livello 2 (circa 11KW).

Tornando al GV60, gli ultimi test effettuati in Corea hanno svelato le potenze “base” benché non ancora confermate dalla casa madre. Si parla di almeno 220 cavalli per la versione standard, seguita da altri due modelli con ben 320 e 430 cavalli. Probabilmente, il top di gamma avrà qualche ritocco estetico per posizionarlo in una fascia di mercato più “sportiva” rispetto agli altri due. In ogni caso, ne sapremo di più dirante i prossimi mesi visto che al lancio manca ancora parecchio: rimane fissato all’inizio del 2022.