Ibride e Elettriche

Ricarica wireless ai veicoli elettrici in movimento: il progetto dell’Arabia Saudita

Sicuramente, sino a poco tempo fa, pensare di poter effettuare una ricarica wireless ai veicoli elettrici in movimento, poteva sembrare un’idea pressoché “fuori dal normale”. Tuttavia, in alcuni Paesi europei – tra cui anche l’Italia – sembrano esserci già importanti studi grazie ai quali una tecnologia così innovativa potrebbe essere messa in atto senza alcun problema. Sino ad oggi, questi studi facevano riferimento – nella maggior parte dei casi – alla rete autostradale. Ebbene, adesso invece sembra che il progetto andrà ad interessare anche i grandi centri urbani. Lo studio, avviato tenendo conto dei principi di progettazione della smart city del futuro – porta la firma dell’istituto dell’Arabia Saudita, situato nella città di Thuwal, KAUST (King Abdullah University of Science and Technology).

Gli studiosi sauditi avrebbero puntato molto su questo settore, poiché sembrano essere consapevoli del fatto che in Arabia Saudita – appunto – la “città del futuro” sta prendendo sempre più piede. Molte città, vengono progettate da zero con l’augurio che diventino i centri nevralgici dell’economia di tutta la regione. A quanto pare, il team di studiosi dell’istituto KAUST non si è concentrato sulle tecnologie che andrebbero ad interessare la ricarica ad induzione applicata ai veicoli mentre effettuano il loro percorso. Invece, sono stati messi a punto alcuni modelli matematici che si basano su eventi stocastici in modo tale da poter identificare i criteri necessari per progettare le strade in grado di garantire la ricarica wireless nei centri urbani.

Tutto è iniziato con le analisi relative alla probabilità riguardanti gli automobilisti e il tratto di strada che solitamente percorrono. Dopodiché gli studiosi hanno definito una strategia secondo la quale dovrebbero distribuire in modo efficace la ricarica wireless per le vie delle città. Come “esempio” per dimostrare quanto studiato sino ad ora, il modello creato è stato applicato alla mappa stradale della città di Manhattan. Dunque, sembrerebbe che, in tale contesto, un automobilista abbia una possibilità pari all’80% di incontrare sul suo percorso un punto di ricarica ogni 500 m.

Per un viaggio più comodo, ricordiamo che su Amazon a questo link è disponibile un vano portaoggetti per auto. Approfittatene e non lasciatevelo scappare.