Ibride e Elettriche

Tesla: il Texas ospiterà la nuova fabbrica

Il secondo impianto di assemblaggio veicoli di Tesla sarà in Texas. La decisione non è inattesa, viste le agevolazioni fiscali che lo stato del Sud ha promesso all’azienda di automobili elettriche qualora localizzassero la propria attività produttiva. Il Texas ha battuto la concorrenza dell’Oklahoma.

L’impianto sorgerà su di una superficie di 85 ettari e prevede un investimento di 1,1 miliardi di dollari. La costruzione di una nuova struttura si è resa necessaria a fronte dell’aumento della capacità produttiva e dell’arrivo di nuovi modelli (Cybertruck), impossibili da assemblare nella principale struttura californiana di Fremont.

Cybertruck, Semi, Model Y e Model 3

Tesla non ha annunciato la capacità produttiva del nuovo stabilimento, anche se all’interno di esso saranno impiegate circa 5 mila dipendenti. La costruzione potrebbe richiedere un anno, permettendo così all’azienda di rispettare i tempi di consegna per il pick-up elettrico, previsto per la fine del 2021.

La dirigenza Tesla ha riferito che l’imponente complesso industriale (probabilmente il più grande mai costruito da Tesla) ospiterà la produzione di Cybertruck, il camion Semi, Model Y e Model 3. Tesla negli Stati Uniti potrà contare su tre impianti produttivi: oltre a Fremont e Reno, dove è prodotta la maggior parte delle batterie.

Per quanto riguardo l’espansione all’estero, s Shanghai è già operativa la prima fabbrica al di fuori dei confini USA mentre vicino a Berlino sono in corso i lavori per la realizzazione del primo impianto europeo.