Auto

Tesla non paga la bolletta: Gigafactory di Berlino senza acqua

Il nuovo impianto di produzione, all’interno della quale verranno realizzati veicoli elettrici del marchio Tesla, è ancora in fase di costruzione e va già incontro ai primi “problemi” che causano un momentaneo stop del cantiere. A quanto pare, la Gigafactory di Berlino si è ritrovata senza fornitura dell’acqua. Il motivo? Tesla non paga la bolletta. Sulla particolare vicenda, ha tentato di far chiarezza la portavoce della società idrica Wasserverband Strausberg-Erkner. Infatti, Sandra Ponesky sembra aver dichiarato che l’azienda statunitense leader nella produzione di veicoli elettrici, non ha provveduto a pagare alcune bollette riguardanti il servizio idrico, nonostante sia stata avvistata in anticipo – e più volte – della scadenza di queste ultime.

Secondo le parole della portavoce Ponesky, l’azienda Tesla non si è interessata a saldare il conto, per questo motivo, la società idrica ha ritenuto opportuno sospendere momentaneamente il servizio. «Il limite di 14 giorni è ampiamente scaduto. Non possiamo trattare Tesla differentemente da tutti i nostri clienti». Con queste parole Sandra Ponesky ha concluso con le sue dichiarazioni. A quanto pare però, nel corso della giornata di mercoledì 14 ottobre, è stato firmato il contratto relativo al servizio idrico per la Gigafactory di Tesla che si trova alle porte di Berlino. La nuova fabbrica del colosso statunitense, una volta inaugurato e avviato il nuovo impianto di produzione, dovrebbe consumare una quantità di acqua pari a 3,3 milioni di metri cubi all’anno. Negli anni successivi, si conta di far scendere il consumo sino ad una soglia di 1,4 milioni di metri cubi.

https://twitter.com/Gf4Tesla/status/1316385721645760512?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1316385721645760512%7Ctwgr%5Eshare_3%2Ccontainerclick_0&ref_url=https%3A%2F%2Fberlinomagazine.com%2F2020-berlino-la-tesla-non-paga-la-bolletta-e-gli-viene-negato-laccesso-allacqua%2F

Si tratta di un consumo decisamente rilevante che mette preoccupazione ai residenti del posto ma anche a tutti coloro i quali hanno un occhio di riguardo per la salute dell’ambiente. Infatti, il consumo di acqua necessario alla nuova Gigafactory potrebbe mettere a rischio l’ambiente circostante alla fabbrica. Tuttavia, il colosso statunitense – secondo quanto affermato – cercherà di limitare quanto più possibile il consumo di una risorsa così importante, in modo tale da diminuire l’impatto negativo su flora e fauna. I lavori per portare a termine il nuovo impianto di produzione di Tesla, dovrebbero giungere a termine entro il 2021. Infatti, secondo quanto dichiarato da Dietmar Woidke«l’obiettivo per la produzione delle nuove auto è ancora fissato per l’estate del 2021».