Software & Hardware

Le novità di Microsoft Azure a Ignite 2021

Microsoft ha avviato oggi, e fino al 4 marzo, il suo evento online Ignite. La conferenza annuale per sviluppatori e professionisti IT, in sola modalità digitale per ovvie ragioni legate alla pandemia in corso, si focalizza su tre macro aree principali, che trattiamo in altrettanti articoli dedicati. Prima di tutto Azure, poi il mondo delle Business Application, Industry Cloud e Microsoft 365 e infine Sicurezza e certificazioni.

Le novità di Azure sono interessanti e potenzialmente rivoluzionarie. Si parte con le disponibilità in preview delle ricerca semantica e cognitiva, per poi passare alla tecnologia Azure Form Recognizer, che adesso fornisce una preview dei dati estratti e nuovi linguaggi, finendo con Azure Machine Learning, che aggiunge la preview delle capacità di machine learning su dati riservati.

L’impegno di Microsoft nei confronti dei clienti è rendere l’analisi in Azure l’esperienza più performante e sicura possibile. Azure Synapse Analytics è il nuovo servizio di analisi illimitato che riunisce integrazione dei dati, data warehousing aziendale e analisi dei big data in un’unica esperienza. La soluzione promette di dare ai professionisti dei dati la possibilità di sbloccare informazioni tempestive per raggiungere l’agilità aziendale.

Per aiutare i clienti a semplificare la loro esperienza di migrazione ad Azure Synapse, Microsoft ha svelato Azure Synapse Pathway, per eseguire la scansione dei sistemi di origine e tradurre automaticamente gli script esistenti in TSQL. Quanto fino a ieri richiedeva settimane o mesi ora può essere realizzato in pochi minuti. A partire da oggi, i clienti possono migrare da Teradata, Snowflake, Netezza, AWS Redshift, SQL Server e Google BigQuery e diventare operativi con Azure Synapse.

Governance completa dei dati

A dicembre Microsoft aveva introdotto Azure Purview, il servizio di governance dei dati unificato. Dal suo debutto, gli utenti hanno utilizzato la piattaforma per scansionare, scoprire e classificare automaticamente oltre 14,5 miliardi di asset di dati e ottenere una visione olistica delle loro proprietà. I clienti possono ora utilizzare Azure Purview per eseguire la scansione degli spazi di lavoro di Azure Synapse, attraverso pool SQL serverless e dedicati.

microsoft azure

Gli utenti di Synapse possono anche abbattere i silo operativi in ​​modo più efficace, con la possibilità di scoprire in modo nativo i dati con una ricerca basata su Purview all’interno delle loro aree di lavoro Synapse. A partire da oggi, rientrano le opportunità di Azure anche le informazioni che risiedono in Amazon AWS S3, così come i dati che risiedono in istanze Oracle DB e SAPERP locali, oltre a Teradata, SQL Server locale, servizi dati di Azure e Power BI, che sono state origini dati supportate sin dal debutto di Azure Purview.

Azure Machine Learning, è il servizio di livello aziendale che aiuta i clienti a creare e distribuire rapidamente modelli, e che beneficia di diverse nuove funzionalità. Tra queste, il controllo degli accessi basato sui ruoli (RBAC), che onsente agli amministratori IT di garantire un accesso granulare ai team di data science e di creare ruoli personalizzabili.

Una nuova integrazione con Azure Synapse Analytics, in anteprima, consente ai team di data science di usare i cluster Spark di Azure Synapse Analytics per attività interattive di preparazione dei dati su larga scala dai notebook di Azure Machine Learning. Inoltre, Azure Percept fornisce insight in tempo reale all’edge tramite acceleratori hardware integrati con Azure Machine Learning e Azure Cognitive Services.

App più veloci

«È ora più facile per i clienti portare funzionalità ibride e scalabilità del cloud nelle loro distribuzioni Cassandra, utilizzando la nuova istanza gestita di Azure per Apache Cassandra, una nuova aggiunta al nostro portafoglio NoSQL» ha spiegato Microsoft. «I clienti possono facilmente accettare carichi di lavoro Cassandra in sede e aggiungere scalabilità illimitata del cloud mantenendo la piena compatibilità con l’ultima versione di Apache Cassandra».

Nella pratica, le loro distribuzioni ottengono prestazioni e disponibilità migliorate, beneficiando al contempo delle funzionalità di sicurezza e conformità di Azure. Per rendere più semplice per gli sviluppatori sfruttare le transazioni multi-documento e le scritture retriabili, Azure CosmosDBnow fornisce il supporto per le transazioni MongoDB v4. Azure Cosmos DB offre anche ulteriori miglioramenti di livello aziendale come il backup continuo con ripristino temporizzato e nuovi controlli di accesso basati sui ruoli per migliorare la sicurezza.

«Abbiamo anche annunciato la disponibilità generale di Azure Synapse Link per Azure Cosmos DB, che consente analisi quasi in tempo reale sui dati operativi per l’API Core di Azure Cosmos DB e l’API per MongoDB» continua Redmond.

Microsoft Surface Laptop Go

«I clienti spesso dipendono dalla memorizzazione nella cache per soddisfare le crescenti richieste di traffico sulle loro applicazioni . Per supportare nuovi casi d’uso e app con scala globale illimitata, i livelli di Cache Redis Enterprise di Azure sono ora generalmente disponibili per supportare dimensioni della cache maggiori fino a 13 TB e il supporto per Redis 6.0. La replica geografica attiva nell’anteprima, abilita cache globali con scritture multiprimarie progettate per fornire fino al 99,999% di disponibilità. Azure è l’unico cloud pubblico che offre nativamente queste funzionalità complete per caricare le tue applicazioni».

Ai-powered serch

Azure Cognitive Search è l’unico servizio di ricerca nel cloud con funzionalità AI integrate che arricchiscono tutti i tipi di informazioni per identificare ed esplorare facilmente i contenuti pertinenti su larga scala. «Siamo lieti di annunciare nuove funzionalità di ricerca semantica che portano il nostro servizio di ricerca basato sull’intelligenza artificiale a un livello completamente nuovo, consentendo alle organizzazioni di offrire un’esperienza di ricerca altamente pertinente e contestuale nelle loro app». Queste sono le stesse funzionalità che alimentano i motori di ricerca come Bing e che ora sono disponibili per chiunque.

Novità anche per Azure Migrate, che offre strumenti per rilevare, valutare e migrare i carichi di lavoro nel cloud con pochi clic. Gli utenti possono ora comprendere tutti gli aspetti tecnici e finanziari del loro viaggio verso il cloud, valutando la loro origine SQL e panorami di destinazione su larga scala, con consigli sugli SKU integrati e stime dei costi inclusi.