Libri e Fumetti

Hellboy Omnibus vol 1 – Il seme della Distruzione: recensione del primo volume della saga di Hellboy


Hellboy Omnibus vol.1: Il Seme della Distruzione
Genere
Avventura/Horror
Formato
Cartonato
Autore
Mike Mignola, John Byrne
Editore
Magic Press
Collana
Hellboy: Omnibus

Quando Hellboy fece la sua prima comparsa nelle fumetterie americane, il mondo dei comics stava attraversando il clou della Modern Age, quel periodo in cui il canone fumettistico era ormai privo di remore nell’affrontare storie con supereroi che fossero diversi dall’immagine classica degli eroi in calzamaglia conosciuti nella Golden Age e Silver Age. Mike Mignola aveva una bella gavetta alle spalle, maturata con i grandi nomi del settore, ed era pronto a lanciare il suo diavolo dal cuore buono, con un primo ciclo di storie che ne avrebbe decretato il successo. Un primo arco narrativo raccolto da Magic Press in Hellboy Omnibus Vol. 1.

Se si arriva a racchiudere la vita editoriale di un personaggio all’interno di edizioni complete, come sono gli omnibus, significa che ci si trova davanti ad una creazione che ha profondamente segnato il mondo del fumetto. Tralasciando il suo excursus cinematografico, Hellboy è riuscito ad entrare nel cuore dei lettori grazie all’ottima caratterizzazione che Mignola ha dato al suo personaggio e al mondo in cui si muove.

Hellboy Omnibus vol. 1: le origini dell’eroe di Mignola

hellboy 3

E nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza un primo passo vincente, un assaggio della vita di Hellboy che lo avvicinasse ai lettori in modo da affascinarli. Mignola, inconsciamente o meno, riuscì in questa non facile missione, catapultandoci direttamente nella vita di Red, senza troppi preamboli, con giusta una manciata di pagine iniziali in cui raccontava gli esordi del suo eroe. Come possiamo vedere leggendo Hellboy Omnibus Vol. 1., il primissimo blocco di storie di Hellboy non mirava a darci una visione del passato di Red, bensì a trasmettere in primis un legame emotivo con questo insolito essere.

A ben vedere, leggendo le prime storie contenute in Hellboy Omnibus Vol. 1.: Il seme della distruzione, sembra che Mignola volesse definire come prima mossa i nemici del suo protagonista. Per quanto portato al centro dell’azione, Hellboy sembra quasi trascinato nel corso di un’avventura in cui si muove forzatamente, spinto da dinamiche ordite da colui che lo vede come un mero strumento per i propri piani: Rasputin.

In modo coraggioso, Mignola si affida ad un personaggio storico esoterico e misterioso, che ha visto nascere attorno alla sua figura una serie di miti e leggende che meriterebbero una serie a fumetti a sé stante. Rasputin, all’interno del mito di Hellboy, diventa una figura centrale, l’artefice della sua venuta al mondo, tramite un misterioso rituale, e  il suo burattinaio.

Un villain perfetto

hellboy 5

Astuto, carismatico, pianificatore, Rasputin è un villain perfetto, grazie alla contrapposizione con Hellboy. Dove Red è impulsivo e bramoso di scoprire la verità sul suo destino, Rsaputin si rivela serafico e detentore di occulte conoscenze, che usa per irretire e controllare il demone. Sin dal primo incontro con questo oscuro stregone, il lettore ne percepisce la forza interiore, accompagnata da una marcata sicurezza nei propri mezzi, che lo rende temibile, ma anche terribilmente affascinante.

Nel flashback ambientato la notte in cui Hellboy arriva nella nostra realtà, Rasputin mostra una tale sicurezza nei propri intenti da riuscire a imporre la propria volontà ad un manipolo di nazisti, che non concepiscono i suoi piani. Alcuni di loro, avendo percepito la sua aura mistica, vedono in lui una guida spirituale, profeta di un mondo futuro.

Mignola rende Rasputin una versione oscura di messianica promessa. In una delle storie contenute in Hellboy Omnibus vol.1, Il risveglio del Demone, sono presenti passaggi in cui il folle russo viene presentato sotto un’aura messianica che diventa una parodia oscura di celebri passaggi del cristianesimo.

Rasputin diventa, per i suoi adpeti, un salvatore, perché, come dice a Ilsa Haupstein

“Quando il nuovo mondo verrà tu sarai al mio fianco, perché chi crede in me non può morire”

E rivolgendosi ai tre nazisti che giurano fedeltà alla sua sacra missione, Rasputin promette

“Voi tre sarete le pietre su cui fonderò la mia Chiesa”

Appassionante vedere come Mignola abbia sin dai primi passi creato un ribaltamento dei ruoli, in cui il presunto messia sia il villain e il demone il vero salvatore. In queste prime avventure, Hellboy è ancora sicuro del proprio ruolo nel mondo, cerca di resistere alle lusinghe del mago russo fidandosi del suo istinto, non lasciando trapelare la curiosità della propria origine, rimanendo fortemente attaccato alla sua esistenza ‘umana’.

Mignola non corre sui tempi, lascia che il suo personaggio si prenda i suoi spazi per sviluppare una coscienza di sé, di prendere familiarità con ciò che lo attende e con il mondo magico e paranormale con cui interagisce. Una scelta narrativa che aiuta anche il lettore, che sin da subito si ritrova a confrontarsi con vampiri, licantropi e streghe. E’ questo il mondo di Hellboy, una realtà in cui diverse suggestioni folkloristiche si intrecciano per creare pantheon credibili e dal sapore originale, i cui scopi convergono sull’esistenza di un protagonista, il buon Hellboy, che invece vorrebbe evitare questa indesiderate attenzioni.

Perchè leggere Hellboy Omnibus: vol. 1

Le storie presenti in Hellboy Omnibus vol. 1 (Il seme della distruzione, I lupi di Sant August, La bara incatenata, Il risveglio demone e Quasi un colosso) sono solamente un assaggio del variegato mondo creato da Mignola, capace in seguito di assumere il ruolo di un vero Mignolaverso. Ad unire queste storie non è l’uscita cronologica, quanto una sequenza narrativa, visto che lo scopo di questa collana edita da Magic Press è di pubblicare il mito di Hellboy offrendo un ordine di lettura che rispecchi la sequenza corretta delle avventure di Red.

hellboy 2

Mignola, infatti, ha gestito la produzione delle imprese del suo personaggio in modo libero, non seguendo un ordine cronologica corretto ma preferendo un approccio sincero ed emotivo. Con questa edizione, invece, si porta ordine all’interno di questa vasta produzione.

Soprattutto, i volumi di Hellboy Omnibus sono un viaggio appassionante nel dietro le quinte della realizzazione delle storie di Hellboy, con una ricca sezione di extra e bozzetti di lavorazione in cui lo stesso Mignola ci guida alla scoperta della nascita delle storie di Red. Il tutto contenuto in volume solido, con un peso non indifferente che non toglie il piacere della lettura e che fa la sua bella figura nella nostra libreria.

Hellboy Omnibus vol.1: Il Seme della Distruzione

Per la prima volta, la storia completa di Hellboy viene presentata in ordine cronologico per l’esperienza di lettura definitiva! L’intricato universo creato da Mike Mignola presentato in un’imperdibile collezione cartonata! Con oltre 300 pagine scritte e disegnate da Mike Mignola, questo primo volume raccoglie le vicende di Hellboy dalla sua misteriosa origine durante la seconda guerra monidale fino allo scontro nel 1994 con l’uomo che lo aveva evocato sulla Terra. Evitando il suo presunto destino di araldo dell’apocalisse, Hellboy affronta mostri d’ogni genere al fianco di personaggi fondamentali del “Mignolaverse” come Abe Sapien, Liz Sherman e Roger l’omuncolo, suoi colleghi nel Bureau for Paranormal Research and Defense. In questo primo volume, le serie brevi “Il seme della distruzione” e “Il risveglio del demone” e le storie “I lupi di Saint August”, “La bara incatenata” e “Quasi un colosso”.


Verdetto

Hellboy Omnibus Vol. 1 è la lettura ideale per addentrarsi nel mondo di Hellboy. Il primo arco narrativo del personaggio di Mike Mignola è avvincente, promettente e ricco di personaggi incredibili

Pro

- Le storie di Hellboy nel giusto ordine di lettura
- Le prime avventure di Hellboy in un volume unico
- Confezione solida e con una grafica stupenda
- Extra di grande interesse

Contro

- Pesante per una lettura agevole