Giochi di carte

It’s A Wonderful World: Guerra o Pace, la recensione della prima espansione


It’s a Wonderful World: Guerra o Pace
Autore
Frederic Guerard e Benoit Bannier
Editore
Studio Supernova
N° Giocatori
1-5
Età consigliata
14+
Durata Media
45 minuti

Guerra o Pace è la prima espansione del celebre gioco di carte strategico e gestionale vincitore del premio As D’Or a Cannes nella categoria giochi per esperti. Per chi non lo sapesse, è il premio più prestigioso tra quelli che vengono annualmente assegnati durante il celebre festival dei giochi francese. Il gioco in questione è It’s a Wonderful World, realizzato dagli autori francesi Frederic Guerard e Benoit Bannier e dal disegnatore Anthony Wolff, e in Italia è arrivato grazie all’editore Studio Supernova che è lo stesso della prima espansione oggetto di questa recensione. Prima di proseguire è giusto avvisare che per utilizzare questo prodotto è necessario possedere il gioco base.

It’s A Wonderful World: Guerra o Pace – Unboxing

It’s A Wonderful World: Guerra o Pace, nonostante nasca come un’espansione “piccola” che non stravolge notevolmente le meccaniche del gioco base, presenta una ricca dotazione di gioco. La scatola non è nemmeno molto piccola, ha misure generose (13 x 17,5 x 8 cm) e la qualità costruttiva è eccellente con una grafica accattivante, ma, come la scatola del gioco base, la stampa purtroppo non retinata e pertanto non garantisce l’impermeabilità e la robustezza in caso di urti.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

All’interno della scatola troviamo un inaspettato buon numero di elementi di gioco che, però, non appesantiscono esageratamente la confezione. Alzato il coperchio, la cui chiusura è abbastanza ermetica e sicura, troviamo 6 buste scenario (con un numero variabile di carte al loro interno), 1 Heritage Pack e 1 Secret Box da aprire solo quando viene esplicitamente indicato nelle istruzioni. La cura nella realizzazione dei suddetti elementi di gioco è tanto originale quanto di pregio.

Componentistica e preparazione

Guerra o Pace aggiunge nuove carte e nuovi elementi al tabellone principale, ma tutti questi sono contenuti all’interno di buste chiuse e scatole segrete da aprire solo quando lo comunica il semplice e immediato regolamento. Tutti gli elementi di gioco seguono la stessa filosofia realizzativa di quanto già osservato nel gioco base: le carte sono bellissime da vedere, curate in ogni minimo particolare per quanto riguarda l’aspetto estetico e il design, ma purtroppo continuano a non avere alcuna telatura e sarà quindi necessario (se siete dei gamer incalliti e maniaci della precisione) munirle di bustine protettive per evitare che si rovinino nei vari mescolamenti. Sono, però, conservati all’interno di appositi sacchettini di plastica trasparente richiudibili così da proteggerle, almeno, durante i vari trasporti.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

It’s a Wonderful World: Guerra o Pace non cambia il numero di giocatori che restano sempre da 1 a 5, ma aggiunge al gioco base una modalità Campagna che ne arricchisce le meccaniche di gioco rendendole più varie e coinvolgenti. Il gioco è consigliato ad un pubblico di età superiore ai 14 anni e ogni partita avrà una durata di circa 45 minuti che possono diminuire e aumentare in base al numero di giocatori e al tempo che ogni giocatore impiegherà per scegliere le proprie carte.

It’s A Wonderful World: Guerra o Pace, sei scenari e tanti colpi di scena

Prima di iniziare a giocare, si pone al centro del tavolo il piccolo tabellone suddiviso in cinque parti che indicano le 5 risorse del gioco ognuna con un suo preciso colore e, quindi, i relativi cubetti. Le risorse sono Materiali, Energia, Scienza, Oro ed Esplorazione, ma vi è anche il Kristallium che fa la parte del jolly e sarà fondamentale per molti scenari della campagna di Guerra o Pace. Dopodiché vanno smistati, negli appositi spazi, i 40 segnalini Personaggio Generale e i 40 segnalini Personaggio Banchiere e vanno mischiate le 150 carte sviluppo.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

Le meccaniche di gioco restano, quindi, quelle di It’s a Wonderful World, ma con Guerra o Pace si aggiungono ben 6 Scenari che vanno giocati in ordine a partire dal C01-SC01 (se ne giocano solo 5 poiché lo scenario 4 pone ad un bivio decisionale tra lo scenario 5 e il 6). Ogni scenario ha delle regole ben precise che sostanzialmente aggiungono delle meccaniche al gioco base o le varia leggermente. Durante il corso della campagna, infatti, a volte verrà chiesto di prendere alcune carte specifiche dalla busta scenario e queste sono sempre indicate con il nome e il relativo numero per non confondere mai lo scenario che si sta giocando. Per esempio la carta PAX-10 (1-01) si rifà alla campagna 1 scenario 01.

A seconda delle scelte compiute nel corso della partita, si arriverà a diverse Evoluzioni che influenzano in negativo o in positivo i giocatori per i successivi scenari. Alcune carte, infatti, dovranno essere conservate per tutta la durata della campagna, quindi la vittoria o la sconfitta in un determinato scenario rappresenterà un bonus o un malus per un giocatore e viceversa per gli altri. La campagna è incredibilmente varia a tal punto da avere scenari in cui la vittoria non è unitaria, ma addirittura di squadra. Le condizioni di vittoria, a meno che non siano indicate nelle carte della campagna, sono le stesse di una partita normale ovvero accumulare più Punti Vittoria.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

È presente anche una modalità solitario che segue la Modalità Solitario del gioco base, ma aggiunge 4 livelli di difficoltà alla Campagna e due carte Sconfitta che si prendono quando non si raggiunge l’obiettivo indicato in ogni Scenario.

Perché acquistare l’espansione?

It’s a Wonderful World: Guerra o Pace è un’ottima espansione che regala un coinvolgimento maggiore al gioco base nonostante le meccaniche restino semplici e lineari. Le fasi di Draft e di Pianificazione delle carte da costruire o riciclare questa volta presentano delle piccole aggiunte che rendono le scelte più strategiche ed elaborate. L’aspetto più interessante della suddivisione della campagna in scenari contenuti in buste separate è il fatto che queste sono, inizialmente, sigillate.

Ebbene sì, la campagna non è immediatamente nota, ma va scoperta passo passo aprendo ogni volta la busta indicata nella parte conclusiva del regolamento. Quest’ultimo è leggermente differente in ogni scenario proprio perché avrà delle specifiche carte e modificherà leggermente le meccaniche di gioco. Non vogliamo spoilerare nulla, proprio perché l’apertura delle buste e la scoperta degli scenari sono due chicche geniali dell’espansione, ma nel primo scenario è presente una carta che richiederà la collaborazione di tutti i giocatori. Il suo completamento decreterà a sua volta la Guerra o la Pace.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

Ogni scenario, infatti, mette i giocatori difronte ad un bivio: puntare alla vittoria anche al costo della Guerra o vincere consapevoli di voler rafforzare la Pace? Le scelte in totale autonomia di ogni singolo giocatore decreterà l’Evoluzione finale di ogni scenario e determinerà l’inizio dei successivi. Questa meccanica è stupenda e decisamente coinvolgente e appagante perché sprona a rigiocare più volte la campagna per scoprire, di volta in volta, le varie possibilità.

Questo aspetto, però, è a sua volta il grande pregio e l’unico difetto di It’s a Wonderful World: Guerra o Pace. Sebbene, infatti, la campagna sia intrigante e notevolmente rigiocabile, dopo la prima partita si inizia a perdere il fattore sorpresa. Come spiegato poco sopra, ogni busta presenta una chiusura tramite un adesivo e addirittura nella scatola è presente una bustina di plastica in cui dentro sono conservate delle carte e questa va aperta solo quando si termina la campagna.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

Una volta che queste buste vengono aperte, ovviamente, si conoscerà il contenuto e quindi le partite successive alla prima, se giocate con gli stessi giocatori, non saranno più rafforzate da una genuina curiosità, ma si giocheranno solo per perseguire il fine del raggiungimento del già conosciuto obiettivo di gioco. Non si tratta di un difetto che rovina l’esperienza di gioco, anzi per certi versi la esalta perché ne aumenta la strategia da parte dei giocatori e la durata delle partite, però bisogna essere consapevoli che l’effetto “wow” scemerà subito dopo la prima partita.

In compenso questa espansione diminuisce ulteriormente il fattore aleatorietà già di per sé quasi nullo nel gioco base. La pesca e la mescola iniziale delle carte, riveste un ruolo fondamentale che insieme al passaggio di mano in mano delle carte tra i vari giocatori rivestono gli unici fattori di casualità di It’s a Wonderful World. Il passaggio di carte, insieme all’acquisizione di segnalini Personaggio in base alla produzione di risorse, non rappresentano più l’unica fonte di interazione con gli altri giocatori, poiché ogni scenario aggiunge piccole, ma fondamentali meccaniche (il completamento di una carta, un draft comunitario e così via) che portano necessariamente ad interagire con gli altri giocatori e ad aumentare la ricerca della strategia migliore nei 4 round a disposizione.

It's a Wonderful World: Guerra o Pace

Inoltre elimina parzialmente il problema della prima dubbia selezione delle carte. Come accennato poco sopra, nel gioco base, infatti, avevamo segnalato quanto la prima selezione di carte fosse fondamentale per il proseguo della partita che, dividendosi in quattro round, non permette grossi stravolgimenti soprattutto in caso di errori. Con l’espansione Guerra o Pace, l’aggiunta di carte fisse che si recuperano vincendo o perdendo gli scenari, permettono di ovviare anche a questo problema dando la possibilità ai giocatori, ad esempio, di cambiare alcuni materiali in cambio di altro, sostituire delle carte del draft, usare pochi materiali per acquisire il Kristallium e tanto altro ancora. Insomma, hanno aggiunto la possibilità di giostrare al meglio il proprio gioco anche se questo resta ancora molto rapido.

Espansione adatta a…

It’s a Wonderful World: Guerra o Pace è un titolo che si rivolge esclusivamente ai possessori del gioco base, il cui utilizzo è condizione obbligatoria per potere usufruire del materiale fornito da questo prodotto. È di fatto un’espansione il cui acquisto risulta decisamente imprescindibile per tutti gli appassionati di It’s a Wonderful World poiché, oltre ad aggiungere una campagna ricca di colpi di scena e che sprona i giocatori a rigiocare più volte, ne aumenta la durata e la strategia.

Conclusioni

Alla luce delle nostre prove sul campo, It’s a Wonderful World: Guerra o Pace ci ha suscitato esclusivamente sensazioni positive. Avendo già precedentemente apprezzato il gioco base, il fatto di avere un’espansione che consente di arricchirne il contenuto, pur senza apportare però alcuna grossa variazione al gameplay, diventa fondamentale per ridonare un po’ di freschezza al titolo che prestava il fianco ad alcuni difetti come una certa ridondanza delle meccaniche e l’impossibilità di recuperare la partita qualora fosse iniziata male dal primo round. It’s a Wonderful World: Guerra o Pace è dunque un’espansione a nostro avviso fondamentale, in attesa della prossima, Corruzione e Ascesa, la cui uscita è prevista per il 15 gennaio 2021.

It’s a Wonderful World: Guerra o Pace


It's a Wonderful World: Guerra o Pace è un'espansione assolutamente necessaria per chi ha apprezzato il gioco base. La campagna è intrigante e aggiunge tanti colpi di scena e curiosità che spingono a giocare in maniera più oculata e strategica senza il rischio di perdita automatica qualora si inizi con il piede sbagliato. Questa nuova espansione vi regalerà numerose ore di divertimento anche quando il fattore "wow" dello spacchettamento svanirà. A voi la scelta, quindi: Guerra o Pace?

Pro

  • Qualità costruttiva sempre di alto livello
  • Regole semplici e immediate
  • Campagna intrigante con tanti colpi di scena decisionali

Contro

  • Dopo aver spacchettato tutti gli scenari e i piccoli segreti, il fattore "wow" svanirà inevitabilmente