Cinema e Serie TV

Hayao Miyazaki non andrà mai in pensione: lo dice un producer di Studio Ghibli

Il producer di Studio Ghibli Toshio Suzuki, durante una recente intervista, ha detto che secondo lui Hayao Miyazaki non andrà mai in pensione. Tutto questo non arriva come un fulmine a ciel sereno, ma si basa su un’esperienza passata avuta con il creatore di opere come Il Castello Errante di Howl e La Principessa Mononoke.

Nel 2013 Miyazaki aveva deciso di ritirarsi dalla creazione di film, dicendo di voler fare qualcosa di diverso dall’animazione. Nel 2017 però si è rimangiato tutto parlando di un’idea che aveva su un prossimo film, chiamato “How do you live?” (Kimitachi wa Dou Ikiru ka). Secondo Suzuki, questo non sarà nemmeno il suo ultimo film.

Non penso che questo film concluderà la sua carriera. Finché vivrà, probabilmente continuerà a fare film. Il motivo per cui lavora, secondo me, è perché altrimenti si annoierebbe dopo la pensione.

Nonostante tutto la nuova produzione in atto non ha ancora una data d’uscita. La scelta infatti è stata quella di non dare deadline all’autore, vedendo quindi cosa ne uscirà da questo progetto.

Hayao Miyazaki, classe 1941, è la mente dietro opere animate riconosciute globalmente come dei veri capolavori. Dopo aver creato nel 1982 lo Studio Ghibli insieme a Takahata, grandi lungometraggi del calibro de Il Mio Vicino Totoro e Porco Rosso hanno fatto sognare adulti e bambini, mandando sempre un messaggio profondo e dal grande significato.

Tra le tante tematiche che compaiono sulle sue produzioni troviamo la contrapposizione tra il bene e il male, il ruolo importante delle donne, la ricerca della pace e l’ambientalismo. Inoltre, non mancano storie d’amore, di politica, e una grande passione per il volo.

Tra le tante produzioni di valore, spicca anche Ni No Kuni, che ha visto la collaborazione di Studio Ghibli con Level 5, che ha avuto come risultato uno dei jRPG più importanti degli ultimi anni.

Volete recuperare tutti i film dello Studio Ghibli? Eccoli!