Cinema e Serie TV

Sandman: l’opera di Gaiman diventerà una serie Netflix

Dopo il grande successo di American GodsGood Omens, si ritorna a parlare delle opere di Neil Gaiman, ma questa volta si cambia piattaforma passando da Amazon Prime a Netflix. Secondo l’Hollywood Reporter, Sandman, serie a fumetti pubblicata da DC Comics, avrà una sua trasposizione live-action. Pare che lo showrunner a capo della sceneggiatura sarà Allan Heinberg, con David S. Goyer e lo stesso Neil Gaiman alla produzione.

Netflix pare che abbia firmato un accordo con Warner Bros per produrre la serie e pare che si tratterà del più costoso investimento mai fatto per uno show. Particolare anche las celta di Warner di non trasmettere Sandman sulla propria piattaforma streaming ma di “cederlo” a Netflix probabilmente sperando in una distribuzione più profittevole.  Attualmente non siamo ancora a conoscenza di dettagli sul cast, sul numero di puntate o su un’eventuale data d’uscita.
Erano anni che i fan richiedevano una serie dedicata a Sandman, a tal punto che nel 2013 si era parlato di un ipotetico film con protagonista Joseph Gordon-Lewitt, ma il tutto sfumò in breve tempo.

La storia di Sandman è ormai attiva da più di 30 anni e ha all’attivo circa 75 numeri. La storia ruota attorno a Sogno (Dream) signore del regno dei sogni. Si tratta di una figura solitaria, sempre vestita di nero e spesso chiamato anche Morfeo, Oneiros o il plasmatore. Sogno è uno dei sette Eterni che incarnano e regolano ognuno un particolare aspetto dell’esistenza umana come la morte o la disperazione.
Il character design di Sogno sembra quasi rievocare l’aspetto di Robert Smith dei The Cure o dei membri delle band gothic rock anni 70.
Vi terremo costantemente aggiornati su tutti gli sviluppi della produzione della serie Sandman.

Per prepararvi alla visione della serie, vi consigliamo di documentarvi recuperando i volumi di Sandman, distribuiti in italia da Vertigo ed editi da DC Comics.