Cinema e Serie TV

The Batman – i film e i fumetti che hanno ispirato Matt Reeves

Sono bastati solo 140 secondi circa per infiammare i fan di tutto il mondo sabato notte quando Matt Reeves ha mostrato il primo teaser trailer del suo The Batman che, forte dello scambio di battute finali fra il malcapitato teppista e il Cavaliere Oscuro, And who the hell are you supposed to be?/I am vengeance, ha riacceso la batmania a livello mondiale aumentando spasmodicamente le aspettative e l’attesa per il film che non ha ancora una data di uscita ufficiale se non un generico ottobre 2021 e le cui riprese sono ancora sospese a causa dell’emergenza sanitaria provocata dall’epidemia di Coronavirus.

Come ben sappiamo il panel dedicato a The Batman ha chiuso la prima giornata del DC FanDome e con l’attenzione monopolizzata dal trailer potrebbero essere sfuggiti alcuni importanti dettagli che lo stesso Matt Reeves ha rivelato. Nello specifico il regista ha parlato apertamente delle fonti di ispirazioni cinematografiche e fumettistiche che hanno influenzato la pellicola.

The Batman – ritorno cinematografico agli anni… ’70

Matt Reeves ha più volte sottolineato come uno dei temi centrali del film sarà la corruzione. In The Batman infatti opera già da un anno a Gotham City e deve lottare con la corruzione dilagante non solo all’interno del Dipartimento di Polizia ma a quanto pare sino ai più alti livelli della città.

In questo senso il regista ha sottolineato, ancora una volta, come il film sarà principalmente una detective story: c’è un detective, Batman, in un mondo di poliziotti corrotti che cerca di risolvere un caso. L’approccio sarà in questo senso realistico perché Batman non avrà super-poteri ma “solo” una super-convinzione e super-determinazione.

Per questo Reeves ha citato 3 grandi classici polizieschi degli anni ’70.

Il primo è Chinatown. Il film del 1974 in cui Jack Nicholson interpreta l’investigatore privato J. J. “Jake” Gittes che, nella Los Angeles del 1937, scopre una cospirazione supportata da una fitta rete di corruzione. Reeves ha citato soprattutto il taglio neo-noir del film come influenza per The Batman.

Il secondo è The French Connection arrivato in Italia come Il Braccio Violento della Legge. Il film del 1971 con Gene Hackman in cui due investigatori della Narcotici di New York, Jimmy Doyle e Buddy Russo, dalla vita sregolata, solitaria e dai metodi assai violenti, sono in difficoltà con i propri superiori a causa del fallimento di alcune operazioni. Basandosi solo su vaghi indizi, seguono una pista che li porta a scoprire una grossa spedizione di droga proveniente da Marsiglia, gestita da un misterioso trafficante francese, Alain Charnier.

Reeves ha citato la brutalità del film e il suo tono realistico e serrato come ispirazione per The Batman.

Terzo ed ultimo è forse il film più famoso del lotto: Taxi Driver. La pellicola del 1976 con Robert De Niro nei panni del tassista/giustiziere Travis Bickle. Reeves ha citato il film perché è sostanzialmente la descrizione di un posto che penetra nella mente del protagonista così come accadrà a Bruce Wayne/Batman con Gotham.

Vi riproponiamo il trailer, lo trovate QUI in italiano:

The Batman – il fumetto che non ti aspetti

Matt Reeves ha spiegato che una delle differenze fra The Batman e le precedenti pellicole con protagonista il Cavaliere Oscuro è che non sarà né una storia sulle origini in senso lato né una versione del personaggio già completamente formata e al meglio delle sue caratteristiche come combattente del crimine. Lo vedremo invece nel mezzo di quello che ha definito un “esperimento di criminologia”.

Inoltre il regista ha definito questo Bruce Wayne e questo Batman molto “umano” e pieno di contraddizioni. Per questo a sorpresa non ha citato, fra i fumetti da cui ha tratto ispirazione, i grandi classici più volte vociferati come Anno Uno, Il Lungo Halloween o Vittoria Oscura ma Batman – Ego del compianto Darwyn Cook.

Foto generiche

Si tratta di una storia uscita nel 2000 fortemente influenzata da Batman – The Animated Series che scava profondamente nella psicologia di Bruce Wayne e della sua decisione di trasformarsi in Batman. Cooke tratta Bruce e Batman come due personaggi separati tant’è vero che il perno della storia è un loro lungo dialogo che lo stesso Cooke disse essere ispirato al film La mia cena con André, del 1981 diretto da Luis Malle in cui un regista e uno sceneggiatore conversano su come realizzare un film.

The Batman e gli altri progetti in cantiere

Ricordiamo che attualmente HBO Max sta sviluppando una serie TV ambientata nell’universo del The Batman di Matt Reeves e che avrà come protagonista il Distretto di Polizia di Gotham. Si vocifera anche lo sviluppo di una serie con protagonista la Catwoman di Zoë Kravitz.

Potete pre-ordinare la nuova edizione di Batman – Ego edita da Panini DC Italia cliccando QUI.