Accessori PC e Gaming

ADATA XPG Summoner | Recensione


ADATA XPG Summoner
Tipologia
Full size
Switch
Cherr MX Speed Silver
Layout
ITA
Numero di tasti
104
Illuminazione
RGB

Abbiamo passato qualche giorno in compagnia della XPG Summoner, tastiera meccanica gaming di XPG, il brand di ADATA Technology dedicato ai videogiocatori. Si tratta di una tastiera che in questo momento è acquistabile a circa 120 euro. La XPG Summoner ha un tastierino numerico, quindi non siamo di fronte a una TLK (tenkeyless), ma a un prodotto completo che anche se non nasce per la produttività, può essere occasionalmente piegato a tale scopo.

L’XPG Summoner si contraddistingue per il design con la parte superiore della scocca in alluminio, mentre la parte inferiore è in plastica, così come i piedini – gommati, ma molto poco.

Nella parte alta destra della tastiera c’è una rotellina dedicata al volume e un tasto per silenziare l’audio. Ci sono poi dei tasti funzione (F) che si sdoppiano diventando controlli multimediali. Troviamo inoltre un tasto con un controller disegnato che non è altro che la modalità Gaming, abilitabile per disattivare il tasto Windows, al fine di evitare pressioni accidentali che potrebbero farvi uscire dal gioco. La tastiera offre cinque tasti macro.

Come la stragrande maggioranza delle tastiere meccaniche gaming, la XPG Summoner è dotata di anti-ghosting al 100% con n-key rollover. Un’altra caratteristica non esclusiva di questa tastiera ma senz’altro gradita è la presenza della porta USB pass-through che permette quindi di alimentare e far funzionare altre periferiche come mouse e cuffie.

La tastiera ha dimensioni di 449 x 135 x 44 mm per un peso di 951 grammi e un colore “grigio canna di fucile”, a cui si aggiunge un poggiapolsi magnetico che potete usare oppure no a seconda di come vi trovate. Quest’ultimo ha dimensioni di 445 x 88 x 19 mm per un peso di 191 grammi ed è in pelle nera. A chiudere le specifiche, il cavo intrecciato che si collega a due porte USB 2.0 Type A del computer.

Arriviamo infine al punto focale: che switch monta la XPG Summoner di ADATA? Dei Cherry MX Speed Silver, oppure dei classici Red o Blue.

A bordo del modello in nostro possesso troviamo la versione Silver. Cosa cambia tra Cherry MX Speed Silver, Cherry MX Red e Cherry MX Blue? Andiamo con ordine. I Cherry MX Speed Silver sono switch lineari improntati alla silenziosità – ovviamente si fanno sentire rispetto a una tastiera pensata per l’ufficio – che richiedono una forza di attuazione di 45 grammi, un punto di attuazione di 1,2 mm e garantiscono una reattività istantanea.

I Cherry MX Red sono installati il più delle volte su tastiere dedicate agli fps, sono piuttosto simili agli Speed, ma il punto di attuazione è di 1,9 mm. Infine gli MX Blue, più rumorosi, definiti in inglese “clicky” perché restituiscono un feedback. Richiedono 50 grammi di forza per essere attivati e hanno un punto di attuazione fissato a 2,2 mm.

Bisogna sottolineare che in bundle con la tastiera ci sono anche nove copritasti – keycap – rossi che potete mettere al posto dei classici WASD, dei tasti delle frecce e quello Windows. Quanto alla retroilluminazione RGB, abbiamo sette modalità preimpostate ma non c’è un software che permetta di gestire i colori da Windows, dovrete fare tutto manualmente.

Impressioni

La tastiera non è pesantissima, ma non la possiamo neanche definire del tutto leggera, il che non è un male perché fa sì che non si muova facilmente sulla scrivania. Potete metterla su un tappetino oppure direttamente sulla superficie diretta. In tal caso sappiate che i piedini non sono troppo gommati, quindi potrebbe non essere sempre saldissima su tutte le superfici. La parte superiore in alluminio spazzolato dona un look premium e come potete vedere lo spazio occupato è essenziale, tenendo conto che si tratta di una tastiera full-size.

La XPG Summoner ha un carattere per numeri e lettere sui copritasti piuttosto grande, il che non dispiace, anche se ne abbiamo visti di più grandi sulle tastiere Corsair. Tramite il tasto FN è possibile agire sulla retroilluminazione dei tasti, che si diffonde sul piatto della tastiera dato che i copritasti non coprono l’intero switch, lasciando la base scoperta. Il tasto FN  serve anche per disattivare il tasto Windows.

Per quanto riguarda la parte multimediale, il tasto dedicato al muto è comodo e così anche la rotellina, che ha anche una funzione estetica. La rotellina è a step, ogni “gradino” riduce o alza l’audio del 2%. Gli altri tasti per il controllo di musica e contenuti multimediali sono azioni secondarie dei tasti funzione.

Quanto agli switch, gli MX Speed Silver di Cherry sono una garanzia si comportano bene in ogni frangente, specie giocando agli FPS dove la reattività data dalla corsa ridotta è tutto. Il fatto che non siano poi troppo rumorosi è un plus se giocate alla sera in camera vostra, magari con i genitori nella stanza accanto. L’anti-ghosting al 100% significa inoltre non perdere alcuna pressione. Seppur non si tratti poi della funzione primaria, questo tipo di switch si presta più di altri all’eventuale necessità di scrivere testi anche lunghi.

Da tenere in considerazione che per usare il pass-through della tastiera è necessario collegarsi a due USB sul computer, quindi forse vorrete controllare di avere le porte libere. A ogni modo la porta persa sul retro del PC viene guadagnata sulla tastiera, quindi potete collegare lì il mouse o il set di cuffie.

Per quanto concerne la stabilità, ci sono quattro gommini in gomma negli angoli e una leggera gommatura sui due piedini per rialzare la tastiera. Come detto, la tastiera non si muove dal tavolo, ma avremmo preferito qualcosa di ancora migliore, come più gomma sui piedini. Il poggiapolsi in dotazione è molto valido e rimane ancorato saldamente alla tastiera grazie all’aggancio magnetico.

Conclusioni

Siamo di fronte a un prodotto di qualità, completo sotto tutti i punti di vista e venduto a un prezzo più basso di quello dei concorrenti con i medesimi switch, il che lo rende molto competitivo. Insomma, in sintesi, la XPG Summoner è un prodotto consigliato.

L’ADATA XPG Summoner può essere il complemento perfetto per chi ricerca una tastiera meccanica gaming con tastierino numerico. Se preferite una soluzione più compatta TKL allora ovviamente non fa per voi e in tal senso vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida sulle tastiere gaming.

La qualità costruttiva è di buon livello con il top in alluminio, il poggiapolsi magnetico soffice e in pelle. Ben fatta anche la rotellina del volume, elemento di stacco e caratterizzante della Summoner. Anche il cavo intrecciato che si sdoppia restituisce un senso di attenzione al prodotto.

L’illuminazione è quella classica di altre tastiere e l’unico neo è che non c’è un software a corredo, cosa che invece costringe a passare dalla configurazione tramite la tastiera. Non un male di per sé, ma un software potrebbe essere di più facile uso per tutti. Magari l’azienda potrebbe lavorare anche una soluzione per sincronizzare l’illuminazione del suo parco di periferiche sempre più in espansione.

Manualmente potete passare tra profili, registrare macro e fare altro, salvando le impostazioni sulla tastiera in modo da adattarla alle vostre esigenze. Gli switch di Cherry MX sono una garanzia e vi ricordiamo che oltre agli MX Speed dovrebbero arrivare in commercio configurazioni con Cherry MX Red e Cherry MX Blue, quindi vi consigliamo di fare particolare attenzione in fase di acquisto.

ADATA XPG Summoner

ADATA XPG Summoner è una tastiera meccanica gaming con tastierino numerico, switch Cherry MX e una rotellina dedicata al volume nell’angolo alto destro.


Verdetto

La tastiera meccanica gaming con tastierino numerico ADATA XPG Summoner che abbiamo provato ci ha convito per rapporto tra qualità e prezzo. Monta switch Cherry MX Speed Silver, ha un look premium con scocca superiore in alluminio e tutte le funzioni necessarie a un videogiocatore. Avremmo preferito avere un software a corredo per la personalizzazione della retroilluminazione e di qualche funzione, cosa comunque possibile direttamente dalla tastiera. Il prezzo è ottimo considerando che è leggermente più basso della concorrenza.

Pro

Prezzo; qualità costruttiva; USB passthrough, bundle.

Contro

Manca un software a corredo.