CPU

AMD scende in campo contro il COVID-19, pronti 15 milioni di dollari per aiutare la ricerca

Lisa Su, amministratore delegato di AMD, annuncia con una lettera al pubblico la volontà da parte dell’azienda di prender parte alla lotta contro il COVID-19. Sono infatti stati stanziati 15 milioni di dollari in dispositivi ad alte prestazioni forniti di CPU AMD EPYC e GPU AMD Radeon Instinct, che verranno donati agli istituti chiave di ricerca medica che in questo momento stanno facendo fronte alle difficoltà causate dal COVID-19 e dalle altre malattie. 

AMD Radeon Instinct Copertina

L’impegno profuso da AMD è però ancora più profondo di quanto detto fin ora. L’azienda è infatti entrata a far parte del “COVID-19 High Performance Computing Consortium”, un’associazione di volontari che unisce enti pubblici e privati nella donazione di risorse computazionali a tutti quegli istituti di ricerca che necessitano di grandi capacità di calcolo per l’analisi dei modelli molecolari relativi al nuovo coronavirus. A questa iniziativa lodevole se ne aggiungono altre, come la donazione di oltre un milione di dollari ad associazioni che combattono in prima linea la malattia, centinaia di migliaia di mascherine donate ai sanitari e un aumento di priorità per tutte quelle spedizioni di microprocessori necessari al funzionamento di ventilatori o respiratori.

Lisa Su, CEO AMD
Lisa Su CEO AMD (04/2020)

Ovviamente l’azienda sta facendo di tutto anche per tutelare la salute dei propri dipendenti, fornendo loro le adeguate protezioni necessarie per continuare a svolgere il proprio lavoro in sicurezza. Inoltre sono previsti il controllo della temperatura corporea ad ogni entrata e il rispetto di rigide regole relative al mantenimento della giusta distanza. Un altro aspetto importante che il CEO tiene a precisare è l’impegno da parte di AMD nell’incrementare le risorse a disposizione dei propri lavoratori per quanto riguarda i rimborsi e le spese mediche in generale, in aggiunta alla promessa di elargire la normale retribuzione per tutti i dipendenti, anche quelli impossibilitati a lavorare in questi tempi difficili.

Per gli istituti di ricerca che volessero far richiesta ad AMD per ottenere la strumentazione rientrante nella donazione da 15 milioni di dollari, è possibile inoltrare la propria proposta direttamente all’indirizzo COVID-19HPC@amd.com.

Invece, chi volesse richiedere risorse al “COVID-19 High Performance Computing Consortium” per poter ottimizzare la propria ricerca ed eventualmente accelerarla, deve inoltrare la propria proposta accedendo a questo portale.

Di questi tempi per poter studiare e seguire le lezioni è necessario un PC, preferibilmente portatile. HUAWEI MateBook D ha tutte le carte in regola per assolvere a questo compito; lo trovate in offerta su Amazon.