Schede Grafiche

Asus ROG Strix LC RTX 3080 Ti | Recensione

La situazione attuale del mercato hardware non è delle migliori: le schede video sono pressoché introvabili, insieme a molti altri componenti per PC. Si prevede che lo shortage di chip che sta colpendo un po’ tutti i settori, dall’informatica all’automotive, non accennerà a migliorare fino al 2022, nonostante Lisa Su, il CEO di AMD, sia abbastanza fiduciosa e tranquilla a riguardo definendolo un semplice ciclo destinato a terminare.

In ogni caso, questo periodo particolare non sta impedendo ai produttori di rilasciare nuove schede grafiche che riusciranno ad acquistare davvero poche persone, almeno per ora. Solamente ieri Nvidia ha ufficializzato la RTX 3080 Ti (qui vi parliamo della Founders Edition) e in questa recensione vedremo quella che potrebbe essere, a conti fatti, una delle migliori schede custom in circolazione: la ROG Strix LC RTX 3080 Ti. Si tratta di una personalizzazione molto particolare, che viene raffreddata da un AIO da 240mm che permette di raggiungere e mantenere frequenze di molto superiori a quelle di riferimento. Il sistema di raffreddamento usato non è una novità assoluta in quanto già presente su alcuni modelli AMD Radeon, ma è la prima volta che Asus lo usa per una GPU Nvidia.

Design e specifiche tecniche

La scheda grafica in questione è coperta da 3 anni di garanzia ed è dotata di una soluzione termica ottimale in grado di ottenere il massimo dalle prestazioni di questa GPU, mantenendo basse le temperature. La GPU è provvista di un cold plate in rame che si estende su tutta la matrice della scheda grafica e sulla memoria GDDR6X, nella parte posteriore della scheda c’è poi una ventola che, insieme a un dissipatore a basso profilo, si occupa di dissipare il calore prodotto dai componenti di alimentazione. A completare il sistema di raffreddamento c’è un radiatore da 240mm su cui troviamo due ventole ROG da 120mm con illuminazione RGB. L’AIO è dotato infine di tubi da 600mm, in modo da adattarsi al meglio anche ai case più grandi.

La GPU misura 293 x 133 x 52 mm, mentre il radiatore – incluse le ventole – misura 272 x 121 x 54 mm. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti è molto bella da vedere, grazie a linee accattivanti e a motivi aggressivi che ricoprono tutta la scheda. I colori predominanti sono il nero e il grigio, con le scritte e il logo ROG messi in risalto da una colorazione argento. Non mancano ovviamente i LED RGB, presenti sia sulla GPU che nelle due ventole dell’AIO, compatibili con il sistema Asus Aura Sync.

Il radiatore da 240mm e le ventole non hanno bisogno che alcun cavo sia collegato alla scheda madre: tutto il sistema si alimenta tramite lo slot PCIe e i tre connettori PCIe 8 pin. 

Scheda video RTX 3090 FE RTX 3080 FE ROG Strx LC RTX 3080 Ti RTX 2080 Ti FE
GPU GA102 GA102 GA102 TU102
Processo produttivo Samsung 8nm Samsung 8nm Samsung 8nm TSMC 12nm
Transistor (miliardi) 28.3 28.3 28.3 18.6
Dimensioni del die (mm^2) 628.4 628.4 628.4 754
Cuda core 10496 8704 10240 4352
Streaming Multiprocessor 82 68 80 68
Tensor Core 328 272 320 544
RT Core 82 68 80 68
Frequenza base (MHz) 1395 1440 1365 1515
Frequenza boost (MHz) 1695 1710 1860 1635
Velocità memoria (Gbps) 19.5 19 19 14
Quantità memoria (GB) 24 10 12 11
Bus 384 320 384 352
Bandwidth (GB/s) 936 760 912 616
TDP (watt) 350 320 400 260

Dando uno sguardo alle caratteristiche tecniche, vediamo che la ROG Strix LC RTX 3080 Ti mette a disposizione cinque uscite video, tre DisplayPort 1.4 e due HDMI 2.1. La scheda offre 12GB di memoria GDDR6X a 19Gbps su un’interfaccia a 384-bit, 10240 Cuda core e una frequenza massima di 1860MHz (1830MHz in Gaming Mode), ma nei nostri test abbiamo rilevato un boost clock massimo di ben 2040MHz. Rispetto al modello Founders Edition la personalizzazione di ROG offre una frequenza di picco superiore di circa 200MHz (1860MHz contro 1665MHz), mentre il TGP è di 50W più alto e passa dai 350W del modello di riferimento a 400W.

La ROG Strix LC RTX 3080 Ti è infine dotata di due connettori aggiuntivi 4 pin per le ventole (posti nella parte posteriore) e doppio BIOS, che permette di scegliere tra Performance Mode e Quiet Mode, a seconda che si desiderino più prestazioni o maggior silenziosità. Per i nostri test abbiamo selezionato la Performance Mode, in modo da ottenere il meglio dalla scheda.

Prestazioni

Abbiamo messo la ROG Strix LC RTX 3080 Ti sul banco di prova eseguendo la nostra classica suite di benchmark, così da poterla confrontare con le migliori proposte di fascia media e alta di Nvidia e AMD. Tra i test abbiamo inserito giochi DirectX 11, DirectX 12 e Vulkan, nonché titoli sia con supporto a Ray Tracing e DLSS che senza. Abbiamo infine eseguito alcuni benchmark con RT ma senza DLSS, così da poter confrontare le prestazioni in Ray Tracing della ROG Strix LC RTX 3080 Ti anche con le Radeon RX 6000.

Per eseguire i nostri benchmark abbiamo usato una piattaforma di prova con processore AMD Ryzen 9 5900X, abbinato a RAM G.Skill DDR4-3200 CL14, dissipatore EK-XLC 240mm e scheda madre con chipset X570. La versione di Windows 10 usata è la 21H1, mentre per quanto riguarda i driver abbiamo utilizzato i 466.54 per le GPU Nvidia e i 21.5.2 per quelle AMD.

Metro Exodus

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K RTX DLSS - Metro Exodus

Per i test di Metro Exodus usiamo il benchmark integrato, impostando la qualità su Ultra e disattivando Nvidia Hairworks e PhysX. Per il Ray Tracing selezioniamo, anche in questo caso, l’opzione Ultra, mentre il DLSS può essere solamente abilitato o disabilitato.

Dando uno sguardo ai risultati, vediamo che la ROG Strix LC RTX 3080 Ti fa meglio della RTX 3080 e della RTX 3090, sia in rasterizzazione classica che con RT e DLSS. Le performance registrate sono circa il 20% superiori alla RTX 3080 e il 2-3% superiori alla RTX 3090.

Control

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K RTX DLSS - Control

Per valutare le prestazioni con control selezioniamo la massima qualità grafica disponibile, quindi percorriamo un percorso prestabilito all’interno del gioco, dato che manca un benchmark integrato. Per i test con Ray Tracing e DLSS impostiamo l’RT su Alto e abilitiamo il DLSS.

Anche in questo caso la ROG Strix LC RTX 3080 Ti supera abbondantemente la RTX 3080 (+22% in 4K) e raggiunge prestazioni il 9% superiori alla RTX 3090 in 4K. Il divario tra RTX 3080 Ti e RTX 3090 diminuisce sia a risoluzioni più basse sia nei test con RT e di fatto le due schede si possono considerare equivalenti, mentre il distacco con la RTX 3080 rimane più marcato e si attesta, complessivamente, intorno al 10%.

Metro Exodus Enhanced Edition

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K RTX DLSS - Metro Exodus Enhanced

Anche per il test di Metro Exodus Enhanced Edition usiamo il benchmark integrato, impostando su Ultra sia la qualità delle texture che il Ray Tracing. Per il DLSS scegliamo l’opzione Qualità, per il Variable Rate Shading 2x e per i riflessi la voce “raytraced”. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti si conferma nuovamente superiore alla RTX 3080 e alla RTX 3090, migliorando del 20% la prima e del 3,3% la seconda a risoluzione 4K.

Shadow of the Tomb Raider

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K RTX DLSS - Shadow of the Tomb Raider

Per i test in rasterizzazione classica di Shadow of the Tomb Raider selezioniamo il preset grafico “Massima”, mentre per quelli con Ray Tracing e DLSS impostiamo le Ombre Ray Tracing su Ultra e abilitiamo il DLSS. Come con la prima edizione di Metro Exodus, anche qui non è possibile eseguire i benchmark con RT e DLSS attivi a risoluzione Full HD.

In rasterizzazione, la ROG Strix LC RTX 3080 Ti supera del 28% la RTX 3080 e del 8,5% la RTX 3090 in 4K. Con Ray Tracing e DLSS il divario con la RTX 3090 diminuisce e le due schede offrono prestazioni pressoché equivalenti, mentre la differenza con la RTX 3080 rimane tra il 15% e il 20%. Nei test con RT e senza DLSS la ROG Strix LC RTX 3080 Ti garantisce performance il 10% superiori alla RTX 3090, riconfermandosi una soluzione di altissimo livello.

Watch Dogs Legion

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K RTX DLSS - Watch Dogs Legion

Per misurare le prestazioni delle schede in Watch Dogs Legion, selezioniamo Ultra sia nelle impostazioni di qualità generali che in quelle dedicate al Ray Tracing, mentre per il DLSS scegliamo l’opzione Qualità. Nei nostri test la ROG Strix LC RTX 3080 Ti offre performance equivalenti alla RTX 3090, con differenze intorno all’1%, nonché il 13% superiori alla RTX 3080 in 4K, sia con RT e DLSS che in rasterizzazione classica.

F1 2020

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K DLSS - F1 2020

Anche per F1 2020 selezioniamo il preset di qualità grafica migliore, identificato dal gioco come “Altissima”. Per i test classici selezioniamo TAA come filtro antialiasing, mentre per quelli con il DLSS usiamo l’omonima opzione.

Guardando ai risultati dei benchmark, vediamo che la ROG Strix LC RTX 3080 Ti rimane leggermente dietro la RTX 3090 in 4K (-2,4%), ma garantisce prestazioni equivalenti in QHD e FHD e nei test con DLSS. Rispetto alla RTX 3080, la nuova proposta di Asus offre mediamente il 10% di prestazioni in più.

Doom Eternal

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K - Doom Eternal

Per il benchmark di Doom Eternal selezioniamo il preset grafico Ultra, quindi giochiamo una sezione del titolo frenetica e ricca di nemici. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti si ricornferma la miglior scheda in 4K, superando la RTX 3090 del 6,4% e la RTX 3080 del 18%. La situazione cambia in QHD e FHD, dove la RTX 3090 offre qualche FPS in più, ma anche a queste risoluzioni il distacco con la RTX 3080 rimane tra l’11% e il 13%.

Microsoft Flight Simulator

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K - Flight Simulator

Microsoft Flight Simulator è uno dei titoli più pesanti e impegnativi della nostra suite di test, nonché uno dei pochissimi giochi dove nessuna scheda raggiunge i 60 FPS in 4K. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti non fa eccezione e si ferma a 46,8 FPS, il 3% in meno della RTX 3090 e il 13,6% in più rispetto alla RTX 3080. Le differenze tra le tre soluzioni si appianano in QHD e in FHD, dove offrono praticamente tutte lo stesso framerate.

Assassin’s Creed Valhalla

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K - Assassin's Creed Valhalla

Assassin’s Creed Valhalla è un titolo che premia le schede Radeon, lo si evince facilmente guardando ai risultati raggiunti delle diverse GPU presenti nei grafici. Per effettuare i test impostiamo la massima qualità grafica, dopodiché usiamo il benchmark integrato.

La ROG Strix LC RTX 3080 Ti ottiene anche qui ottimi framerate, superando in 4K la RTX 3090 del 5% e la RTX 3080 del 21%. La scheda fa meglio anche della Radeon RX 6900 XT, finora imbattuta in questo titolo, ma solo in 4K: in QHD e FHD la scheda AMD rimane la prima in classifica, seguita a ruota dalle altre Radeon RX 6000.

Forza Horizon 4

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K - Forza Horizon 4

Anche per Forza Horizon 4 utilizziamo il benchmark integrato, impostando il preset grafico Ultra e sbloccando il framerate. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti supera dell’8% la RTX 3090 in 4K e fa meglio anche della Radeon RX 6900 XT, che a sua volta risulta migliore in Quad HD e in Full HD, risoluzione a cui le tre schede Nvidia offrono le stesse prestazioni.

Horizon Zero Dawn

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - 4K - Horizon Zero Dawn

Per finire, testiamo Horizon Zero Dawn con il benchmark integrato e con la massima qualità grafica, come per gli altri giochi. La ROG Strix LC RTX 3080 Ti raggiunge i 93 FPS in 4K, superando la RTX 3090 del 7% e la RTX 3080 del 27%. In Quad HD e in Full HD, come visto in altri casi, il divario si riduce e la scheda di Asus fa registrare framerate in linea con quelli della RTX 3090.

Consumi, temperatura e rumorosità

Per misurare la temperatura, la rumorosità e i consumi a pieno carico delle schede video abbiamo deciso di eseguire un loop di benchmark di Metro Exodus a risoluzione 4K, così da simulare una sessione di gioco e avere dei dati reali su cui basare le nostre valutazioni. Per leggere i valori di temperatura e consumi ci siamo affidati al software GPU-Z.

Consumi

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - Consumi

L’Asus ROG Strix LC RTX 3080 Ti ha un TGP di 400W, superiore a quello di 350W della Founders Edition di Nvidia. Questo porta a un assorbimento energetico più alto, come sottolineato dal nostro test dei consumi: a pieno carico, la ROG Strix LC RTX 3080 Ti raggiunge i 394,9W, quasi il 12% in più della RTX 3080 Ti FE e della RTX 3090. A causa del sistema di raffreddamento impiegato la scheda è quella che consuma di più anche in idle, dove fa registrare 29,7W.

Temperatura

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - Temperatura

Se da un lato la ROG Strix LC RTX 3080 Ti è la scheda video che consuma di più tra quelle qui confrontate, dall’altro è quella con la temperatura più bassa: grazie all’AIO da 240mm, durante il nostro stress test la scheda non va mai oltre i 49,7°C, circa 23°C in meno rispetto al modello Founders Edition e circa 15°C in meno rispetto ad altre custom che abbiamo provato. Insomma, con un sistema di raffreddamento così non avrete mai problemi di temperature e potrete anche sperimentare con l’overclock, raggiungendo sicuramente risultati migliori di quelli ottenibili con un classico dissipatore ad aria.

Rumorosità

Per misurare la rumorosità abbiamo posizionato il fonometro a 15cm dal centro della scheda, in posizione perfettamente perpendicolare. I valori ottenuti non sono assoluti, in quanto non abbiamo effettuato le nostre rilevazioni all’interno di una camera anecoica, ma ci aiutano a capire quanto è rumorosa la scheda in confronto alle altre che abbiamo provato.

Benchmark ROG Strix LC RTX 3080 Ti - Rumorosità

Nel nostro test la ROG Strix LC RTX 3080 Ti ha fatto registrare una rumorosità massima di 43,1dB, leggermente superiore alla media ma decisamente accettabile, vista la presenza di due ventole da 120mm oltre a quella sulla scheda. Una volta montata nel vostro case non avrete particolari problemi di rumorosità, inoltre la personalizzazione di Asus ferma le ventole al di sotto di una certa temperatura, aumentando la silenziosità generale del sistema quando gestisce carichi poco impegnativi.

Verdetto

Nella recensione della RTX 3080 Ti Founders Edition vi abbiamo raccontato come la nuova proposta di Nvidia sia in grado di garantire prestazioni di alto livello, praticamente equivalenti a quelle di una RTX 3090, al punto da poter essere considerata la vera scheda video top di gamma per i videogiocatori. La Asus ROG Strix LC RTX 3080 Ti è forse la miglior personalizzazione sul mercato, che permette alla nuova GPU Nvidia di esprimere al massimo il proprio potenziale.

Grazie a un sistema di raffreddamento AIO da 240mm e alle frequenze che questo permette di raggiungere, la ROG Strix LC RTX 3080 Ti migliora notevolmente le prestazioni della Founders Edition, superandola complessivamente del 4% circa. La custom di Asus offre mediamente il 13% di performance in più rispetto a una RTX 3080 e il 2% in più di una RTX 3090, percentuali che diventa rispettivamente 18% e 3% se guardiamo unicamente alla risoluzione 4K.

Oltre a garantire frequenze elevate, il raffreddamento da 240mm consente anche di tenere molto basse le temperature, che nel nostro caso non toccano i 50°C. Questo non solo permette di mantenere la frequenza massima di 2040MHz più a lungo, ma anche di effettuare overclock più facilmente e, di conseguenza, ottenere ancor più prestazioni dalla scheda.

Da una scheda del genere è facile anche aspettarsi consumi superiori a quelli di riferimento, e così è: la scheda assorbe quasi 400W, valore in linea con il TGP dichiarato da Asus per questo modello. Anche se in linea con le aspettative si tratta comunque di consumi elevati, in particolare il 20% superiori a quelli della RTX 3080 e il 12% superiori a quelli della RTX 3080 Ti FE e della RTX 3090.

Parlando invece del prezzo, non abbiamo informazioni ufficiali, ma la scheda dovrebbe essere venduta a circa 2199 euro: la cifra è indubbiamente alta, ma stiamo pur sempre parlando di una personalizzazione di altissimo livello. In conclusione, chi dovrebbe acquistare la ROG Strix LC RTX 3080 Ti? Se non avete bisogno dei 24GB di memoria video messi a disposizione dalla RTX 3090 e siete alla ricerca della miglior scheda video per giocare, non importa quanto costi, non potete non prenderla in considerazione. Se invece volete acquistare una scheda video con prestazioni superiori alla RTX 3080 ma non volete spendere 2199 euro, il nostro consiglio è quello di optare per altre personalizzazioni della RTX 3080 Ti o, se ci riuscite, anche per il modello Founders Edition: avrete comunque prestazioni di altissimo livello, in linea con quelle di una RTX 3090, e risparmierete qualche centinaio di euro.