CPU

Core i9-12900HK si mangia M1 Max e diventa il re di Geekbench

I colleghi di Wccftech hanno avuto modo di mettere le mani sui primi benchmark condotti sul processore Intel Core i9-12900HK, il quale dovrebbe andare a equipaggiare i notebook più potenti del mercato. Con il recente annuncio dei SoC Apple M1 Pro e, soprattutto, M1 Max, il confronto sorge subito spontaneo, oltre rispetto al Ryzen 5980HK di AMD in attesa delle CPU di prossima generazione della società di Sunnyvale. Storicamente, Geekbench è sempre stato un software contenente ottimizzazioni algoritmiche che privilegiavano i prodotti Apple ma, nonostante ciò, sembra che questa volta Intel abbia davvero svolto un ottimo lavoro.

Photo Credit: Wccftech
Core i9-12900HK Geekbench

Infatti, come potete vedere dallo screenshot sottostante, il Core i9-12900HK ha ottenuto 1.851 punti in single-core, superando sia Apple M1 Max (1.785) che il Ryzen 5980HK (1.506), oltre al precedente Core i9-11980HK (1.616). Questi numeri evidenziano come i P-core di Alder Lake siano davvero potenti. Ricordiamo che questa generazione del popolare chipmaker americano sarà la prima a proporre un’architettura ibrida x86 su macchine mainstream. La presenza di P-core (ad alte prestazioni) e E-core (ad alta efficienza energetica) sarà un vero e proprio toccasana per i dispositivi mobile, portando, si spera, anche ad una maggiore autonomia.

Photo Credit: Wccftech
Core i9-12900HK Geekbench

Passando alle performance multi-core, anche in questo caso il Core i9-12900HK la fa da padrone con i suoi 13.256 punti rispetto ai 12.753 di Apple M1 Max, 9.149 di Core i9-11980HK e 8.217 di Ryzen 5980HK. Sebbene molte persone si sarebbero aspettate una vittoria di Intel nei carichi di lavoro single thread, a causa delle frequenza elevate e ai miglioramenti architetturali, difficilmente avrebbero detto la stessa cosa per quanto riguarda i compiti multi-thread.

Photo Credit: Wccftech
Core i9-12900HK Geekbench

Ovviamente, facciamo presente che, se teniamo in considerazione anche l’efficienza energetica, la spunta decisamente Apple M1 Max, il quale è in grado di erogare prestazioni leggermente inferiori ma consumando molto meno, un fattore che è stato ben valorizzato nell’ultimo evento Apple tenutasi la scorsa settimana.