Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
CPU

Il 28 core Intel Xeon W-3175X appare in rete, prenotabile a circa 4000 euro

A margine della presentazione delle ultime proposte Core X HEDT, Intel ufficializzò anche lo Xeon W-3175X. Il processore è caratterizzato da 28 core / 56 thread, moltiplicatore sbloccato, frequenze fino a 4,3 GHz, TDP di 255 watt e supporto di memoria memoria DDR4-2666 a sei canali. La CPU ha iniziato ad apparire negli ultimi giorni su alcuni store online europei, risultando disponibile per la prenotazione a un prezzo di circa 4000 euro.

Pur avendo “solo” 28 core e non raggiungendo le specifiche di Threadripper 2990WX, nei test mostrati al Computex il nuovo Xeon riusciva a raggiungere e a mantenere stabili i 5 GHz su tutti i core totalizzando 7344 punti Cinebench, oltre 2000 in più rispetto alla CPU di AMD.

Peccato però che durante questi test il processore fosse pesantemente overcloccato e raffreddato da un chiller industriale, quindi difficilmente sarà possibile raggiungere gli stessi risultati una volta installato in una classica workstation. Per capire se riuscirà comunque a dare battaglia a Threadripper, bisognerà aspettare ulteriori test.

Il processore dovrebbe debuttare nel mese di dicembre, e come detto alcuni negozi online hanno già aperto le prenotazioni. Anche se le specifiche riportate su questi siti sembrano coincidere con quelle fornite da Intel, bisogna valutare i prezzi con attenzione, soprattutto perché potrebbero calare man mano che ci si avvicina il rilascio della CPU.

Anche se il prezzo dello Xeon dovesse calare (e ci auguriamo lo faccia) una workstation con questa CPU dovrebbe essere davvero molto costosa. Vi servirebbe una scheda madre adatta, dotata di sei slot DIMM per lato, del nuovo socket LGA3647, quattro connettori 8-pin EPS e due 24-pin ATX.

Se poi voleste raggiungere le prestazioni viste al Computex, avreste bisogno di un VRM a 32 fasi, più un alimentatore e un raffreddamento adeguato. Sembra quasi una missione impossibile, anche tenendo conto del fatto che se le indiscrezioni che lo vogliono essere un semplice Xeon Platinum Scalable 8180 sbloccato fossero vere, la CPU non avrebbe la saldatura tra die e heatspreader ma della pasta termica, e questo limiterebbe molto l’overclock.

Presupponendo che abbiate la scheda madre giusta e riusciate a fornire alla CPU almeno 1000 watt di potenza, necessari per un overclock spinto, per raggiungere i 5 GHz su tutti i core vi servirà comunque un chiller industriale per il raffreddamento. Insomma, forse è il caso di dimenticare quanto visto al Computex e aspettare qualche test di overclock più semplice per capire come si comporterà questo Xeon.