Software

Razer vuole usare la potenza della vostra GPU quando è in idle per minare e ricompensarvi

Quando la GPU non sta facendo niente, perché non usarla per “minare” criptovalute? L’idea è già venuta ad Asus, ma sembra che stia prendendo piede dato che anche Razer propone una soluzione “vagamente simile” ai propri utenti. L’azienda statunitense, famosa per le periferiche gaming, ha presentato un nuovo software per PC desktop chiamato Razer SoftMiner, “che usa la potenza di calcolo della GPU quando è in idle per risolvere complessi puzzle basati su blockchain”.

Gli utenti sono poi ricompensati con valuta Razer Silver (spendibile per acquisti su un sito Razer – non si tratta di una criptovaluta) a seconda della quantità di tempo in cui ha girato SoftMiner e la potenza di calcolo a disposizione. Il software di Razer è attualmente in beta e supporta fino a 5000 utenti a settimana. Può essere scaricato da questo indirizzo, è compatibile con i sistemi Windows 7, 8 e 10 ed è consigliato usarlo con GPU a partire dalla Nvidia GTX 1050 o dalla AMD RX 460.

Alla base di SoftMiner c’è il motore GammaNow di Gamma. D’altronde Razer è sia partner che investitore in Gamma, secondo quanto affermato da Venturebeat. “La nostra visione originale si sta sempre più attuando con il mondo della blockchain e del gaming che si stanno unendo in modo naturale”, ha detto Gabriel Schillinger, CEO di Gamma.

“Siamo entusiasti di avere Min-Liang e Razer come investitori e partner con il lancio di SoftMiner. SoftMiner è il modo migliore per i membri della comunità Razer di contribuire con la loro potenza di calcolo non in uso e ottenere in cambio ricompense fantastiche”. Secondo l’azienda è possibile guadagnare fino a 500 Razer Silver o più al giorno. Per riferimento, per una tastiera Razer Huntsman Elite keyboard servono 280.000 Razer Silver, per una BlackWidow Ultimate ne servono 154.000 e per un controller Razer Tartarus V2 sono richiesti 112.000 Razer Silver.

SoftMiner non è però l’unica novità per i clienti di Razer. L’azienda ha ripensato i crediti virtuali Razer zGold e Razer zSilver cambiandone il nome in Razer Gold e Razer Silver. Ha inoltre rivisto interamente il sistema di ricompensa. Questa “valuta virtuale” è accettata da oltre 2500 giochi e negozi digitali. I Razer Gold possono essere usati per transazioni in-game in titoli come PUBG MOBILE, Black Desert Online, Bigo Live e Mobile Legends: Bang Bang. Sono oltre 5 milioni gli utenti registrati dal 2017 a oggi che usano Gold e Silver.

L’azienda ha inoltre reinserito il programma “Pay to Play” in Razer Cortex, tanto su PC quanto su smartphone (oltre 60 modelli Android supportati), permettendo ai giocatori di guadagnare Razer Silver mentre giocano a casa o in mobilità. “I giocatori possono ottenere Razer Silver semplicemente avviando i loro giochi dall’app Razer Cortex, e poi giocandoli per il tempo richiesto”.