CPU

Test AMD Ryzen 5 1600

Pagina 1: Test AMD Ryzen 5 1600

Ryzen 5 1600

 

 

Ryzen 5 1600


I processori Ryzen di AMD hanno scosso il mercato delle CPU desktop offrendo tanti core e thread a prezzi inferiori o competitivi rispetto alle soluzioni Intel. Il moltiplicatore sbloccato su tutta la gamma permette agli utenti di ottenere il massimo valore dalle nuove CPU di AMD.

La famiglia Ryzen 7 ha ridefinito il costo dei processori a 8 core e 16 thread e i Ryzen 5 hanno fatto lo stesso nel loro segmento, con un potente duo di soluzioni a 6 core e 12 thread. Nella gamma Ryzen 5 ritroviamo anche i modelli 1500X e 1500 con 4 core e 8 thread. Con questo articolo proseguiamo con i nostri test sui processori Ryzen esistenti, focalizzandoci su Ryzen 5 1600.

ryzen5 1600

Come il 1600X, anche il modello Ryzen 5 1600 ha 6 core e 12 thread. La prima differenza sta nel TDP, nel primo caso pari a 95 watt, nel secondo di 65 watt. Il TDP più basso è figlio di tensioni minori, frequenze più contenute e di conseguenza una temperatura minore. Ryzen 5 1600 ha una frequenza base di 3,2 GHz, mentre il modello X opera a 3,6 GHz; anche la frequenza Precision Boost in dual-core vede un simile deficit di 400 MHz sul modello "non X".

Il prezzo di questo processore è vicino a quello del Core i5-7600K al momento, 230 euro, anche se in genere dovrebbe collocarsi tra il modello K e il Core i5-7500. Le due CPU di Intel sono quad-core senza Hyper-Threading, cosa che dovrebbe favorire la CPU di AMD nei carichi pesantemente ottimizzati per sfruttare i thread, come il rendering e la creazione di contenuti.

I Ryzen offrono prestazioni accettabili con i carichi poco parallelizzati. Le CPU Intel hanno la GPU integrata sul die, per chi ne ha bisogno, mentre AMD ha dedicato tutti i transistor alle unità x86. La scelta dell'azienda non è sbagliata, dato che questi processori strizzano l'occhio agli appassionati che usano schede video dedicate.

Per quanto riguarda XFR (eXtended Frequency Range), la CPU regola dinamicamente la propria frequenza (su due core) oltre la frequenza Precision Boost in base al margine termico disponibile. Durante il test single-core di Cinebench abbiamo registrato per Ryzen 5 1600 frequenze stabilmente a 3,7 GHz su due core. Le altre caratteristiche dell'architettura rimangono invariate, come la grande cache L3 da 16 MB, la suite SenseMI e, come già detto, il moltiplicatore sbloccato.

Socket AM4
Processo produttivo 14 nanometri FinFET
Core / thread 6/12
TDP 65 watt
Frequenza base 3,2 GHz
Precision Boost (tutti i core) 3,3 GHz
Precision Boost (dual core) 3,6 GHz
Frequenza XFR (dual core) 3,7 GHz
Cache (L2+L3) 16 MB
Frequenza DDR4 1866 – 2677
Controller di memoria dual-channel
Moltiplicatore sbloccato
Linee PCIe 16 linee PCIe 3.0

Sul fronte dell'overclock finora abbiamo visto che i modelli Ryzen "non X" tendono a raggiungere frequenze in OC inferiori rispetto ai modelli X e offrono un overclock della memoria meno elevato. A differenza delle CPU Intel avete accesso a qualsiasi parametro e, con un po' di pazienza, potete raggiungere frequenze simili alle soluzioni più costose. I clock più alti permettono di ridurre il gap con le CPU Intel Core di fascia media nelle situazioni single-thread.

Come le CPU Intel serie K, i modelli X di AMD non hanno in bundle il dissipatore. Per questo motivo dovrete acquistare un dissipatore. Ryzen 5 1600, invece, è più interessante perché in bundle c'è il dissipatore Wraith Spire per processori fino a 95 watt. Come le altre soluzioni Ryzen, il modello 1600 è compatibile con il socket AM4, cosa che permette di combinarlo a una motherboard B350 a basso costo.

Molto si è detto e scritto sulle prestazioni di Ryzen con diversi videogiochi, specie in Full HD, ma il migliore supporto di memoria grazie a nuovi BIOS e patch hanno migliorato la situazione. I Ryzen assicurano prestazioni più che sufficienti per il gaming. La domanda da porsi è se queste prestazioni siano sufficienti a spodestare i chip Intel nel rapporto prezzo-prestazioni. Vediamo come si comporta Ryzen 5 1600.

Overclock e configurazione di prova

Ryzen 5 1600 è basato sullo stesso die di Ryzen 5 1600X, anche se con un TDP inferiore di 65 watt. Aspettiamoci quindi un overclock piuttosto simile.

Abbiamo ottenuto la massima stabilità in Prime95 con una frequenza di 3,9 GHz e vCore di 1,425 volt, e una tensione CPU NB di 1,2V (CPU Loadline Calibration su Auto). Altri hanno raggiunto i 4 GHz con tensioni inferiori, quindi potremmo aver avuto sfortuna, acquisendo un sample di minore qualità. Durante uno stress test esteso abbiamo registrato una temperatura di 84°C (per AIDA) con il dissipatore Noctua NH-U12S SE-AM4.

La nostra vCore è superiore rispetto al limite consigliato da AMD di 1,35V per gli overclock di lunga durata. AMD dice che le CPU Ryzen possono sostenere più di 1,45V, ma quel valore potrebbe ridurre la longevità del processore. La garanzia non copre i danni da overclock, quindi procedete a vostro rischio e pericolo.

Siamo stati in grado di portare il nostro kit di memoria DDR4 G.Skilll FlareX a 2999 MT/s con timing 16-16-16-34, ma non siamo riusciti a ottenere i 3200 MT/s. Lo stesso kit, sulla stessa motherboard, con Ryzen 5 1600X ha raggiunto 3200 MT/s e timing 14-14-14-34. Come visto con altri modelli non X (e Ryzen 5 1500X), la differenza nell'overclock della memoria può essere attribuibile al controller di memoria integrato.

Supporto di memoria Ryzen MT/s
Dual-Channel/Dual-Rank/4-DIMM 1866
Dual-Channel/Single-Rank/4-DIMM 2133
Dual-Channel/Dual-Rank/2-DIMM 2400
Dual-Channel/Single-Rank/2-DIMM 2677

Giocando un po' con il parametro ProcODT (CPU on-die termination) disponibile negli ultimi BIOS beta per piattaforme AM4, abbiamo visto che ha un profondo impatto sull'overclock e la compatibilità della memoria. Un intervallo da 40 a 60 ohm ci ha permesso di usare vari kit di memoria che in precedenza erano instabili.

motherboard

AMD, di recente, ha annunciato l'update AGESA 1.0.0.6. I produttori di motherboard realizzano i loro firmware sulle fondamenta di AGESA, quindi nel corso dell'estate aspettatevi nuovi BIOS con 26 parametri di memoria in più che dovrebbero migliorare l'overclock della memoria, permettendo command rate 1T o e una gamma di moltiplicatori maggiore per garantire 4000 MT/s senza overclock del BCLK.

Processori a confronto
Intel Core i5-7400
Intel Core i5-7500
Intel Core i5-7600K
AMD Ryzen 5 1500X
AMD Ryzen 5 1600
AMD Ryzen 5 1600X

Configurazione di prova

motherboard 2
Clicca per ingrandire

Abbiamo svolto i test con i giochi sulla MSI B350 Tomahawk e quelli con i software su una Asus B350-Plus. I giochi sono stati ritestati con firmware aggiornato e gli ultimi driver, in modo da mostrarvi le prestazioni attuali e non quelle risalenti al debutto.

Configurazione di prova
Sistemi

Italia

AMD Ryzen 3, 5 and 7
MSI B350 Tomahawk

Intel Core i5-7700K
MSI Z270 Gaming 7
 

16GB (2x 8GB) G.Skill Ripjaws DDR4 @ 2933 (Ryzen 3 1300X, 1400) and 3200 (Ryzen 5 1500X) (CL15-15-15-35)
Zotac GTX 1080
512 GB Samsung 850 Pro
Cooler Master 1000 W

U.S.

AMD
Ryzen 5 1600, 1600X, 1500X
MSI B350 Tomahawk (giochi)
Asus B350-Plus (software)
2x G.Skill FlareX DDR4-3200 @2666 (stock), 2933 (1600 e 1500X) e 3200 MT/s (1600X)

Intel
Intel Core i5-7600K, i7-7500
MSI Z270 Gaming M7
2x G.Skill FlareX DDR4-3200 @2400 e 3200 MT/s

Componenti comuni
EVGA GeForce GTX 1080 FE
1TB Samsung PM863
SilverStone ST1500, 1500W
Windows 10 Creators Update Versione 1703

Raffreddamento Noctua NH-U12S SE-AM4
Arctic MX-4