Software

Windows 11, installare il sistema operativo sui PC non supportati potrebbe essere rischioso

Microsoft ha recentemente presentato la sua app PC Health Check aggiornata per aiutare i consumatori a valutare se le loro macchine sono pronte per Windows 11. La società ha anche annunciato che gli utenti in possesso di dispositivi “ufficialmente” non idonei per Windows 11 non devono perdere del tutto le speranze, poiché ci sarà un modo per forzare l’aggiornamento per coloro che sono interessati a farlo. Tuttavia, sembra che potrebbero esserci alcune conseguenze legate a questa pratica di forzare il sistema operativo su un dispositivo per il quale non è stato creato nativamente.

In un rapporto di PCWorld, si dice che Microsoft abbia risposto a una richiesta di commento in merito alle specifiche di ciò che accade quando un dispositivo non supportato fa il salto a Windows 11.

Come riporta Windows Central, sembra che Microsoft abbia affermato che aggiornare Windows 11 i dispositivi non supportati dovrebbe essere una misura temporanea e che a tali dispositivi che eseguono il sistema operativo non saranno garantiti gli aggiornamenti di Windows. Microsoft ha approfondito poi questo punto dicendo che gli aggiornamenti di sicurezza e driver potrebbero non essere inclusi per i dispositivi non supportati.

Per fare un po’ di chiarezza, Microsoft avrebbe intenzione di consentire agli utenti in possesso di un dispositivo con CPU non compatibile di installare ugualmente Windows 11 tramite ISO con lo strumento Media Creation Tool. Questa procedura sarebbe quindi possibile nel caso in cui il proprio PC abbia – ad esempio – una CPU Intel di sesta generazione, ma comunque soddisfasse tutti gli altri requisiti di Windows 11. Microsoft consentirà quest’operazione, anche se non si può dire che la consigli ai suoi utenti. Inoltre, confermando che potrebbero esserci problemi con aggiornamenti di sicurezza e driver, si può dire che Microsoft sconsigli caldamente di seguire questo metodo e installare il nuovo sistema operativo su una macchina non supportata.

Microsoft, un po’ come sempre quando si parla di Windows 11, è stata però poco chiara, infatti dice che gli aggiornamenti “potrebbero non essere garantiti”, che vuol dire tutto e niente. In ogni caso sembra proprio che i dispositivi non supportati dovranno presto affrontare alcuni inconvenienti che renderanno il loro futuro di Windows 11 un po’ sgradevole. Ne scopriremo sicuramente di più all’uscita ufficiale di Windows 11, prevista per ottobre.