Android

Snapdragon 865, ecco le specifiche: supporto a sensori d’immagine fino a 200 Megapixel

Dopo averlo annunciato nel corso della prima giornata dello Snapdragon Tech Summit 2019, Qualcomm ha finalmente rivelato i dettagli tecnici dello Snapdragon 865. Il nuovo processore top di gamma dell’azienda californiana alza ulteriormente l’asticella, introducendo una serie di novità che abbracciano praticamente tutti gli ambiti. Insomma, almeno sulla carta, non un semplice aggiornamento dello Snapdragon 855.

Innanzitutto, parliamo di un SoC con architettura octa-core. La CPU è composta da core Kryo 585, che possono toccare i 2,84 GHz di frequenza massima. La parte grafica è affidata alla GPU Adreno 650 (API Vulkan 1.1), mentre la RAM guadagna il supporto allo standard LPDDR5 per un massimo di 16 Gigabyte. In sintesi, per quanto riguarda la piattaforma hardware, i produttori di smartphone potranno decisamente spingere sull’acceleratore nel 2020.

Non a caso, Qualcomm parla di un aumento prestazionale che, rispetto alla generazione precedente, dovrebbe attestarsi sul 25%, tutto questo con un netto risparmio energetico. Da questo punto di vista, un ruolo chiave sarà ricoperto dal DSP Hexagon 698 di nuova generazione, la cui efficacia in termini di consumi dovrebbe letteralmente fare la differenza. Attendiamo comunque di verificare questi dati nell’utilizzo quotidiano, come sempre.

Grande attenzione è stata riposta alla parte fotografica. Lo Snapdragon 865 infatti è in grado di supportare sensori fino a 200 Megapixel, che potrebbero effettivamente rappresentare il prossimo step per gli smartphone in quest’ambito (del resto, qualche giorno fa è stato annunciato il Mi Note 10 di Xiaomi con fotocamera da 108 Megapixel). Importante il supporto anche ai video con risoluzione 8K a 30 fps e 4K a ben 120 fps. Un passo in avanti notevole.

Buone notizie anche per quanto riguarda i display. La nuova creatura di Qualcomm sarà infatti in grado di gestire schermi con risoluzione 4K a 60Hz, senza rinunciare agli standard HDR10 e HDR10+ (in questo caso la risoluzione scenderebbe al QHD+ con 144Hz come frequenza di aggiornamento). Completissima la connettività: Bluetooth 5.1, GPS A-GLONASS Galileo, BDS, BeiDou, QZSS e SBAS.

In più, ci sarà il supporto alla nuova tecnologia 3D Sonic Sensor, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato, senza dimenticare lo standard Quick Charge 4+ per la ricarica ultra rapida. Insomma, lo Snapdragon 865 sembra avere le carte in regola per far compiere agli smartphone un ulteriore step evolutivo.

iPad Pro da 11 pollici è disponibile in offerta su Amazon. Lo trovate a questo link.