Android

Redmi K30 4G e Redmi K30 5G ufficiali: il 5G debutta nella fascia media

Dopo mesi di indiscrezioni, i nuovi Redmi K30 sono stati ufficialmente presentati. Poche sorprese in realtà dato che una parte dei dettagli tecnici era già stata confermata per vie ufficiali dal brand cinese. Ancora una volta si punta tutto sul rapporto qualità/prezzo (almeno per quanto riguarda i prezzi cinesi) potendo contare su una scheda tecnica di tutto rispetto. La grande differenza tra i due dispositivi è nel processore adottato.

Come già preannunciato, Redmi K30 5G è basato sullo Snapdragon 765G annunciato pochi giorni fa da Qualcomm. Parliamo di un SoC con processo produttivo a 7nm che integra al suo interno il modem 5G in grado di far connettere lo smartphone al nuovo standard di rete. Mentre il modello 4G adotta lo Snapdragon 730G. In entrambi i casi, il chip è abbinato a 6 o 8 Gigabyte di RAM e 64/128/256 Gigabyte di memoria interna espandibile. Per il resto, i due smartphone sono praticamente identici.

La parte frontale ospita un display da 6,67 pollici con risoluzione Full-HD+ (2.400 x 1.080 pixel) e rapporto di forma in 20:9. La caratteristica più interessante è la frequenza di aggiornamento a 120Hz. Non manca il supporto allo standard HDR10. Redmi dice addio alla fotocamera a scomparsa optando per una doppia fotocamera anteriore posizionata all’interno di un foro sullo schermo: sensore principale da 20 Megapixel e secondario da 2 Megapixel.

Sulla scocca posteriore invece fa capolino un sistema di quattro fotocamere disposte in verticale ma racchiuso in una forma circolare. La serie Redmi K30 è la prima a integrare il nuovo sensore Sony IMX686 da 64 Megapixel (f/1.8) assistito da un grandangolare da 8 Megapixel (f/2.2), un terzo da 2 Megapixel per la profondità di campo e un ultimo per le macro (5 Megapixel per la versione 5G e 2 Megapixel per il modello 4G). Il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali è posizionato sul bordo laterale. È presente il jack audio da 3,5 mm.

Il tutto è alimentato da una batteria da 4.500 mAh con supporto alla ricarica rapida a 30W per Redmi K30 5G e a 27W per Redmi K30 4G. La parte software è affidata ad Android 10 con MIUI 11. Insomma, ci troviamo davanti a smartphone davvero completi. Inoltre, con Redmi K30 5G si dà il via alla rivoluzione 5G anche nella fascia media del mercato smartphone.

Capitolo prezzi e disponibilità. Per il momento, non ci sono informazioni circa una possibile commercializzazione nei mercati internazionali. Redmi K30 e Redmi K30 5G debutteranno in Cina rispettivamente il 12 dicembre e a inizio 2020 a prezzi concorrenziali. Per il numero di versioni disponibili, vi elenchiamo qui sotto i dettagli:

Redmi K30 4G

6/64GB: 1.599 yuan (circa 205 euro)

6/128GB: 1.699 yuan (circa 220 euro)

4G 8/128GB: 1.899 yuan (circa 245 euro)

4G 8/256GB: 2.199 yuan (circa 282 euro)

Redmi K30 5G

6/64GB: 1.999 yuan (circa 256 euro)

6/128GB: 2.299 yuan (circa 295 euro)

8/128GB: 2.599 yuan (circa 335 euro)

8/256GB: 2.899 yuan (circa 372 euro)

Redmi Note 8 Pro è disponibile all’acquisto sullo store online di Unieuro a 229 euro. Lo trovate a questo link.