Giochi PC

Apex Legends: tutti i dettagli sul battle royale di Respawn

Come vi avevamo annunciato, alle 17.00 di oggi è iniziato lo stream di Respawn Entertainment per il completo reveal di Titanfall Apex Legends. La compagnia ha optato per una live continua, che ha mostrato una serie di ambientazioni, intervallate da brevi flash e frasi dal significato non del tutto chiaro.

Ci sono stati vari rumor, credibili, ma una notizia interessante arriva dal Jason Schreier, famosa firma di Kotaku che spesso rivela qualche retroscena dell’industria videoludica. Secondo quanto riportato dal giornalista, Respawn stava lavorando al terzo Titanfall, con l’obbiettivo di rilasciarlo alla fine del 2018: il gioco però era visivamente datato, a causa del motore di grafico usato (una versione modificata del Source Engine di Valve). Pare che per questo si sia deciso di far ripartire lo sviluppo: per coprire l’attesa, quindi, è stato creato Apex Legends. Forse, gli asset creati per Titanfall 3 sono stati usati per Apex, ma non è detto. In ogni caso, il terzo capitolo numerato è ben lontano dall’uscita.

Passiamo però all’annuncio effettivo: vediamo insieme esattamente cosa è stato mostrato.

Nel video possiamo scoprire le otto classi disponibili (dette Leggende), ognuna con specifiche abilità e stile di gioco. Scopriamo che Apex Legends è ambientato dopo Titanfall 2, ma in una zona del mondo diversa. Come in ogni battle royale, si inizierà lanciandosi dall’alto: la scelta sarà presa dal capitano del team, composto da massimo tre giocatori. Apex permette però di riposizionarsi all’interno della mappa in modo molto veloce, grazie a delle zipline verticali che permettono di rilanciarsi in aria: in questo modo, se ci si trova in una zona senza loot, è possibile andare in una nuova.

Il loot è ovviamente fondamentale per sopravvivere. Nel caso in cui un giocatore cada (e i membri del team non riescano a farlo rialzare in tempo) sarà possibile riportarlo in vita recuperando un oggetto dal suo corpo e portandolo a uno dei macchinari dedicati. Il redivivo, però, non avrà alcuna arma, quindi è sempre bene avere con sé loot di scorta, per riequipaggiare gli amici caduti. L’area di gioco, inoltre, si ridurrà nel corso del tempo, esattamente come ci aspettavamo.

La comunicazione pare essere molto importante per sopravvivere: il gioco, infatti, ha un’impostazione più tattica rispetto al battle royale medio. Ci saranno anche molti elementi cosmetici per personalizzare i propri personaggi.

Il nostro obiettivo in ogni gioco che produciamo è che il giocatore entri con un’idea e se ne esca con una storia” afferma Drew McCoy, Lead Producer di Apex Legends, “Stiamo creando un gioco che non solo offrirà un’esperienza divertente e indimenticabile al momento del lancio, ma qualcosa che possiamo continuare a far crescere per molto tempo a venire.

La prima stagione di Apex Legends è programmata per inziare a marzo e darà ai giocatori l’opportunità di acquistare un Battle Pass per accedere agli esclusivi oggetti cosmetici guadagnati attraverso il gameplay. Apex Legends sarà diviso a stagioni, ognuna con un tema specifico: gli aggiornamenti introdurranno nuove armi, nuove classi, skin e molto altro.

Apex Legends è disponibile gratuitamente su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Voi cosa ne pensate? Lo proverete?