Giochi PC

Battlefield 2042 Portal | Anteprima, il cross-over che non ti aspetti!

La presentazione di Battlefield 2042 ci aveva piacevolmente convinto già durante l’E3 2021, grazie a un trailer gameplay frenetico e caratterizzato da tutta una serie di elementi che fanno ben sperare per un ritorno al passato. Battlefield 2042 è quindi un nuovo punto di partenza per la serie di DICE ed Electronic Arts, ma anche un rischio calcolato per i fan storici del brand, i quali si aspettano decisamente di più da questo nuovo episodio, soprattutto dopo l’insuccesso e la delusione di Battlefield V. Proprio per questo motivo la volontà di concentrarsi sul solo multiplayer è una scelta coraggiosa, ma inevitabile per tornare a competere con gli altri FPS.

Tra le svariate modalità multiplayer che andremo giocare nel gioco completo, DICE ha pensato bene di creare qualcosa di diverso, qualcosa che possa far divertire i giocatori in maniera diversa, magari puntando sulla nostalgia. Nel corso degli ultimi giorni abbiamo avuto modo di vedere in anteprima Battlefield 2042 Portal, un vero e proprio HUB di gioco che permette di personalizzare, creare e condividere una serie di partite multigiocatore con regole stravaganti, dando vita allo stesso tempo, un vero e proprio cross-over tra Battlefield 2042, Battlefield 1942, Battlefield Bad Company 2 e Battlefield 3. In che modo? Scopriamolo.

Battlefield 2042 Portal

Battlefield 2042 Portal è un hub game builder ideato da Ripple Effect (Ex DICE LA) e consiste in una modalità che permette di personalizzare e creare partite a nostro piacimento, sfruttando anche alcuni contenuti provenienti da Battlefield 1942, Battlefield Bad Company 2 e Battlefield 3. In breve, tutti i capitoli favoriti dei fan.

Tra questi contenuti è possibile trovare le mappe Battle of Bulge ed El Alamein di Battlefield 1942, Valparaiso e Arica Harbor di Bad Company 2 e infine Caspian Border e Noshahr Canals di Battlefield 3. Queste sei mappe (ricostruite graficamente e con nuovi asset) si aggiungono alle già 7 annunciate per il multiplayer standard.

Oltre alle mappe, Ripple Effect ha introdotto anche armi, veicoli e gadget provenienti proprio da quei tre capitoli, con la possibilità di ideare delle modalità personalizzate con regole completamente a scelta del giocatore: è possibile che un team possa giocare con l’attrezzatura della seconda mondiale, mentre l’altro team con equipaggiamento di Battlefield 2042. Le possibilità sono infinite e il divertimento sembra assicurato. Chiaramente bisogna sottolineare che è importante trovare un bilanciamento, poiché le armi non avranno la stessa potenza di fuoco tra i vari “periodi storici”, di conseguenza è fondamentale passare del tempo a trovare le giuste chiavi di lettura la creazione di modalità ben bilanciate.

Portal consente anche di personalizzare le regole comportamentali del gioco stesso, con la possibilità di ottenere armi più potenti dopo una serie di uccisioni o modificare la quantità di giocatori da team a team. Battlefield 2042 Portal da proprio l’idea di poter essere un vero e proprio parco dei divertimenti per tutti gli appassionati della serie targata Electronic Arts e DICE.

Tirando le somme

DICE e Ripple Effect hanno confezionato un’idea semplice, ma che con la giusta dose di varietà e ritorno al passato, riesce a risultare molto più che interessante. La software house sta ascoltando i fan, lo dimostrano le scelte che si stanno effettuando dal punto di vista del gameplay, ma anche da quello puramente di design (non per altro sono stati recuperati i capitoli preferiti dai fan: 1942, Battlefield Bad Company 2 e Battlefield 3). Portal è quindi qualcosa che potrebbe risultare vincente e pur non essendo la componente principale del gioco, rimane comunque qualcosa che merita attenzione e che potrebbe regalare svariate ore di divertimento aggiuntivo tra una partita e l’altra nel multiplayer classico. Il successo di Battlefield 2042 non dipenderà certamente da Portal, ma almeno ora abbiamo già un’idea più chiara sui contenuti del gioco completo e su come si evolverà il nuovo FPS di DICE ed Electronic Arts. Le regole della guerra stanno per cambiare.