Giochi PC

Cyberpunk 2077: le azioni calano dopo l’annuncio del rinvio

Non sono giorni particolarmente positivi per noi videogiocatori. Nell’arco di poco abbiamo visto l’annuncio del rinvio di molti giochi di primo livello attesi per la primavera. Final Fantasy 7 Remake è stato rimandato di un mese circa, Marvel’s Avengers è passato da maggio all’autunno e Cyberpunk 2077 è passato dal 16 aprile 2020 al 17 settembre 2020. Si tratta di notizie spiacevoli per molti videogiocatori, ma ancora di più per gli sviluppatori.

Non solo, infatti, il team dovrà probabilmente lavorare molto di più per essere assolutamente certo di poter rispettare la nuova data di uscita, ma le azioni della società sono calate del 13% circa verso la fine del 16 gennaio e l’inizio del 17 gennaio: ovvero la fascia oraria all’interno della quale il mondo ha scoperto del rinvio di Cyberpunk 2077.

Cyberpunk 2077

Secondo i dati, il valore delle azioni di CD Projekt sta comunque risalendo, quindi si è trattata di una reazione istantanea alla brutta notizia, senza però un vero impatto a lungo termine. Al di là dei dati precisi, questo calo nelle azioni ci permette di capire come una scelta di questo tipo possa avere un pensatissimo peso su una società. Molti videogiocatori si fermano al “fastidio” di dover attendere tempo aggiuntivo, senza rendersi conto che per tutte le persone coinvolte è un problema, non solo per l’utenza finale.

Vi ricordiamo che Cyberpunk 2077 è attualmente atteso per PlayStation 4, Xbox One, PC e Google Stadia. Il gioco includerà una componente single player al D1 e, successivamente, otterrà delle espansioni con una struttura simile a quella di The Witcher 3. Più avanti arriverà anche il multigiocatore, ma secondo quanto rivelato non sarà pronto prima del 2022.

Indipendentemente dalla data di uscita, potete prenotare la vostra copia di Cyberpunk 2077 per metterla al sicuro; la trovate su Amazon, a questo indirizzo.