Giochi PC

Forra

Pagina 11: Forra

Oggetti importanti: Grani di Rosario x4 – Semi di Zucca – Ventaglio Gigante – Ricordo – Dito Sottile – Loto del Palazzo – Fiaschetta Muscosa Verde – Viscere di Serpente Essiccate.

Dal Castello Ashina scegliete l’Idolo dello Scultore “Santuario della Grande Serpe” e usate il rampino per raggiungere l’Idolo dello Scultore “Valle del Santuario” in basso a sinistra. Questa zona pullula di fucilieri, dunque fate attenzione nel muovervi. Prima di seguire il percorso principale, fate una deviazione a sinistra, continuate fino a uccidere i due fucilieri, arrampicatevi sulla parete e sulla successiva, camminate rasente al muro fino a uno spiazzo che vi rimanda ai Dintorni di Ashina: lasciatevi cadere nell’ampia area sottostante e correte verso l’oggetto di fronte a voi per ottenere dei Grani di Rosario, facendo attenzione ai nemici, dopodiché tornate all’idolo e continuate per la vostra strada. Seguite il percorso a destra, raccogliete il pugno di fuliggine, uccidete il fuciliere e proseguite fino a eliminarne un secondo. Guardate a sinistra per vedere un punto dove arrampicarvi, fatelo e seguite la strada: uccidete altri due fucilieri e salite ancora lungo la parete per trovare un piccolo accampamento dove vi aspettano dei Semi di Zucca e della polvere da sparo gialla.

Tornate indietro e proseguite lungo il percorso, raccogliete un frammento di ceramica, della polvere antidoto, accostatevi alla parete, usate il rampino e atterrate finalmente in un’area più grande controllata da altri due nemici; eliminateli e pregate all’Idolo dello Scultore “Forra”. Da qui in avanti, proseguendo, sarete per forza notati dalle sentinelle a guardia del fortino, che inizieranno a spararvi, e inoltre incapperete nel boss Occhi di Serpente Shirafuji. Evitatelo a ogni costo, saltate sullo sperone di roccia alla sua sinistra, accostatevi al muro e proseguite la vostra folle corsa lungo il ponte e fino al fortino, eliminando i fucilieri fino a crearvi un varco per accedere al suo interno passando dalla parte centrale e uccidendo con un Colpo Mortale da sporgenza il fuciliere di guardia. Fate attenzione a quando camminate sul terreno, perché è disseminato di trappole rumorose che potete riconoscere dal raggruppamento di rocce. Una volta dentro correte oltre i due nemici e attivate l’Idolo dello Scultore “Fortino”. Da qui ripartite e tornate sui vostri passi per eliminare Occhi di Serpente Shirafuji proprio come avete fatto con il precedente, dopo averlo colto di sorpresa con un Colpo Mortale.

Uccisa, otterrete dei Grani di Rosario. Tornate all’Idolo dello Scultore “Fortino” e proseguite lungo il cunicolo per arrivare direttamente al boss successivo, Centopiedi Braccia-Lunghe Giraffa: essendo il gemello del precedente Sen’un, la strategia è identica a eccezione del fatto che non potete coglierlo di sorpresa.

Ucciso, otterrete della polvere da sparo gialla e dei Grani di Rosario. Raccogliete lo strumento prostetico Ventaglio Gigante, la magnetite di recupero e lasciatevi cadere nel buco sul pavimento per trovare della polvere da sparo gialla, ma non solo: proprio dal punto in cui vi lasciate cadere, guardate a destra per trovare un cunicolo che si snoda, seguitelo fino in fondo, raccogliendo i coriandoli divini e superando diversi nemici fra lucertole e braccia-lunghe, dove troverete altri Grani di Rosario. Tornate indietro e aprite le porte con la Chiave del Santuario del Fortino. Continuate lungo il ponte, dove verrete attaccati ancora una volta dal Serpente Bianco che vi farà cadere nell’acqua sottostante. Immergetevi, raccogliete il frammento di adamantite e nuotate al sicuro lontano da lui fino alla sponda opposta. Entrate nel cunicolo, pregate all’Idolo dello Scultore “Grotta Spaccata”, salite sfruttando il rampino, raccogliete il frammento di adamantite e continuate lungo la strada.

Attenti alle scimmie, questa zona ne è piena. Usate il rampino per arrivare alla statua, poi sfruttate il ramo per raggiungere quella opposta e saltate giù alla vostra sinistra; correte verso la statua di fronte a voi, raccogliete l’agente calmante, continuate di statua in statua fino a tornare a terra, raccogliete la magnetite di recupero e portatevi nel punto in cui ci sono molte scimmie in cerchio. Raccogliete l’agente calmante, usate il rampino per salire sulla statua, passate dalla grande corda e saltate verso l’Idolo dello Scultore “Valle del Bodhisattva”. Scendete alla vostra destra per affrontare un vero e proprio boss, la Scimmia Guardiana.

Sconfitta, otterrete il suo Ricordo e lo strumento prostetico Dito Sottile. Pregate all’Idolo dello Scultore “Stagno della Scimmia Guardiana”, poi entrate nella grotta e raccogliete il Loto del Palazzo. Adesso avete tutto quello che vi occorre per tornare da Kuro, ma prima potete fare una deviazione e completare del tutto la Forra. Tornate all’Idolo dello Scultore “Valle di Bodhisattva” e da lì scendete fino a raccogliere una sfera Mibu dell’Anima, usate i rami per scendere ancora e proseguite verso il fondo. Uccisa la scimmia, raccogliete il confetto di Ungo e svoltate a destra, parlate con il mercante Adepto Intossicato che vi parlerà del Dio Serpente nella grotta poco più avanti e dal quale potete acquistare la Fiaschetta Muscosa Verde.

Ignorate il suo consiglio e dirigetevi nella grotta, dopo aver raccolto il seme della percezione, dove effettivamente troverete ancora una volta il Serpente Bianco, o meglio il suo corpo che si allunga attraverso la caverna, ma non vi attaccherà a patto non siate voi i primi a farlo: nel caso, farà tremare l’intero posto portando a fughe di veleno. Fate attenzione alle lucertole e soprattutto ai nemici che fuoriescono dai muri, proseguite stando inizialmente sulla destra, scendete dove ci sono le tre lucertole, eliminatele e continuate sempre sulla destra, salite, lasciatevi cadere dopo aver ucciso un paio di lucertole e poi correte a sinistra, salendo e proseguendo dritti. Arriverete in vista di un tempio e solo in quel momento la testa del rettile sbucherà fuori, di fatto impedendovi di passare.

Portatevi a sinistra, lasciatevi cadere poi risalite con un doppio salto nel punto in cui si trova la scimmia terrorizzata. Equipaggiate il Ninjutsu del Burattinaio, uccidetela con un Colpo Mortale e utilizzatelo subito dopo: l’animale servirà da distrazione al serpente, permettendovi di agganciarvi con il rampino ed entrare nel tempio. All’interno, andate fino alla statua e raccogliete le Viscere di Serpente Essiccate – vi serviranno per uno dei finali. Voltatevi, raccogliete una sfera Mibu dell’Anima e utilizzate il rampino per arrampicarvi a sinistra, seguite la strada facendo il giro per raccogliere dei coriandoli divini, poi tornate indietro e arrampicatevi sopra di voi con il rampino, continuate per ritrovarvi dall’altra parte dell’area dove avete affrontato Occhi di Serpente Shirahagi. Pregate all’Idolo dello Scultore “Pozza di Veleno” e viaggiate al Castello di Ashina scegliendo l’unico disponibile.