Nintendo Switch

Pokémon: Let’s Go! e i 5 più grandi cambiamenti da Blu e Rosso

Pokémon: Let’s Go, Pikachu!  e Pokémon: Let’s Go, Eevee! potrebbero darvi un senso di nostalgia molto intenso. Non per nulla sono una nuova versione della primissima avventura della saga RPG nata su Game Boy nel 1996. Al tempo stesso, però, non tutto è esattamente come un tempo. Non ci riferiamo, ovviamente, solo alla componente visiva e tecnica, ma anche a una serie di meccaniche che non esistevano sulla portatile Nintendo.

Scopriamo quali sono i cinque nuovi elementi più interessanti di questa versione.

Puoi giocare, accudire e vestire il tuo Pokémon

Un allenatore non è nulla senza un partner e questo legame è fondamentale all’interno delle due versioni di Let’s Go!. Se sceglierai Pikachu, il tipino elettrico si appoggerà sulla tua spalla, mentre se opterai per Eevee, la piccola volpe diventerà il tuo secondo cappello.

Avere un buon legame di amicizia aiuta anche durante le battaglie: Eevee e Pikachu potranno usare l’amore nei tuoi confronti per curarsi o proteggersi nel corso della battaglia, ad esempio. Il miglior modo per aumentare il livello di amicizia è giocare con loro. È possibile coccolare, nutrire e parlare con il proprio partner non-umano. È anche possibile vestirli a proprio piacimento.

Niente più MN

In questa versione di Pokémon, non sono presenti le MN (Macchine nascoste), a differenza di quanto accadeva con le versioni Blu, Rosso e Giallo. Le MN erano mosse utili a attivare azioni non solo in combattimento, ma anche nella mappa: era possibile ottenere luce nelle grotte buie, salire in groppa di un Pokémon e nuotare, o anche volare da una città all’altra.

Ora i nostri amici apprenderanno per conto proprio la maggior parte delle mosse utili e, considerando che è possibile cavalcare gli esemplari più grandi, esplorare l’ambiente è sicuramente più rapido e divertente.

I filmati sono saltabili

Pokémon è un gioco di ruolo giapponese e, come tutti ben sappiamo, può essere un po’ lento. Inoltre, la narrazione spesso non è il punto focale dell’opera. I veterani, infine, conosceranno a memoria gli eventi del gioco. Ammettiamolo: facilmente avremo il desiderio di saltare un filmato.

Bene, nelle opzioni è possibile annullare le cutscene per poter risparmia un bel po’ di tempo. Se volete solo buttarvi nella mischia, questa è la soluzione giusta per voi. È addirittura possibile annullare le animazioni di battaglia, per ridurre ancora di più i tempo di attesa.

Il PC di Bill è obsoleto

Vi ricordate quando passavamo il nostro tempo nei PokéCenter a muovere i Pokémon dentro e fuori il PC di Bill? Non è più necessario. Ora è possibile farlo in qualsiasi momento, poiché il PC sarà sempre con noi. Un’altra utilissima modifica per risparmiare minuti preziosi.

Ce l’hai una Poké Ball?

Più che mai, questa versione di Pokémon è incentrata sulla cattura dei mostriciattoli tascabili. Questo significa che è assolutamente fondamentale avere con sé una buona quantità di Poké Ball, strumenti molto costosi nei precedenti capitoli. Per risolvere questo problema, in Let’s Go! le sfere rosso-bianche vengono donate come caramelle: vincendo una battaglia, ad esempio, vengono date in regalo anche le Poké Ball, oltre ai soldi.

Inoltre, è possibile trovarle in vari posti del mondo di gioco in formato totalmente gratuito. Potreste finire le più rare, ma quelle comuni saranno sempre disponibili in grandissima quantità, quindi non dovrete preoccuparvi di ritrovarvi impreparati di fronte a un nuovo Pokémon.

Queste erano le cinque modifiche più eclatanti rispetto alla primissima versione di Pokémon. Diteci: siete contenti di queste variazioni, oppure avreste preferito un capitolo più classico e hardcore?

Pokémon: Let’s Go, Pikachu!Pokémon: Let’s Go, Eevee! sono già disponibili: voi li avete già comprati?