Xbox

Project xCloud: Microsoft sta pensando a giochi esclusivi

Durante l’X019 di Londra, Microsoft ha illustrato le novità in arrivo per Project xCloud, il suo servizio di game streaming che farà competizione ai già attivi Google Stadia e PlayStation Now. Attualmente è in versione Preview, disponibile solo negli USA, Regno Unito e Corea, ma nel corso del 2020 raggiungerà anche nuove nazioni, comprese quelle dell’Europa Occidentale. Ovviamente un servizio di questo tipo trova il proprio valore nel catalogo di giochi.

Come già sappiamo, Project xCloud ha aggiunto nuovi giochi superando la quota di cinquanta, ma in futuro ne arriveranno altri: forse alcuni di essi saranno esclusivi. L’informazione arriva da Kareem Choudhry di Microsoft, che ha rilasciato un’intervista di gruppo durante l’X019. Viene specificato che attualmente non ci sono annunci da fare e che, semplicemente, la società sta iniziando a parlare con i team first e third party. Choudhry aggiunge anche che i “nuovi contenuti e le nuove IP richiedono dai diciotto mesi ai due anni [per lo sviluppo]”.

Microsoft xCloud

Choudhry ha poi spiegato qual è la priorità del servizio: “La prima cosa sulla quale ci stiamo concentrando è spostare il contenuto già presente che non richiede lavori aggiuntivi per arrivare nel cloud. In questo modo abbiamo una piattaforma che può eseguire tutti i 3000 giochi disponibili su Xbox oggi.

Choudhry ha però specificato che sono state aggiunte delle specifiche API all’SDK di Xbox per “far sapere al gioco se è riprodotto in streaming o meno“. Un minimo lavoro sui giochi e sulla console è quindi stato fatto, ma nel complesso il passaggio a Project xCloud dovrebbe essere non troppo complicato: di certo è un incentivo per gli sviluppatori al portare le proprie opere sulla nuova piattaforma Microsoft. Diteci, cosa ne pensate di Project xCloud?

In attesa della piattaforma di game streaming di Microsoft, possiamo divertirci con Xbox One: potete acquistare la console su Microsoft, a questo indirizzo.