Giochi PC

The Elder Scrolls Online, l’ultimo saluto della community a un giocatore

Titoli come The Elder Scrolls Online, mettendo in contatto giocatori da tutto il mondo, permettono di stringere legami: conoscenze che spesso diventano amicizie e in alcuni casi anche relazioni sentimentali. Quando si quitta (termine inglese che indica l’atto di lasciare il gioco più o meno definitivamente) e dopo aver accumulato esperienza ed equipaggiamento, quello che resta di molte ore di gioco sono i ricordi con le persone che si sono conosciute e i legami che si sono stretti nel corso del tempo. Lo conferma ancora una volta la lettera di un giocatore su Reddit e la risposta arrivata da parte della community.

Nel messaggio che è stato postato sul subreddit di The Elder Scrolls Online, l’utente u/ive_got_2_go ringrazia tutte le persone che ha conosciuto in questi anni: «Grazie per aver dato uno scopo alla mia vita, grazie per i ricordi divertenti, grazie per avermi fatto dimenticare la mia vita crudele e ingiusta e avermi fatto pensare di essere qualcuno che ha fatto davvero qualcosa, qualcuno forte, coraggioso e senza paura». Poi ha aggiunto: «Grazie per avermi fatto dimenticare le mie difficoltà». Il team di moderatori del subreddit ha contattato l’autore del post per accertarsi che non fosse un atto di autolesionismo ed effettivamente non sarebbe così ma si tratterebbe di una malattia terminale. «Ci sono molte esperienze che non sono riuscito a fare in questa vita ma ne ho fatte così tante nella mia vita digitale che quasi compensano. Può andare, anche se me ne sto andando […] Ho paura di andare, non voglio negare, mi terrorizza ma va bene perché ho vissuto una vita felice grazie a questo gioco. La mia triste, deprimente esistenza piena di difficoltà è stata alleviata da questo gioco». La lettera originale si trova a questo indirizzo.

The Elder Scrolls Online

Sono stati tanti i messaggi di risposta arrivati dagli altri giocatori di The Elder Scrolls Online a questa lettera, eccone alcuni: «Gli eroi in Elder Scrolls iniziano sempre come prigionieri. Vai dove ti porta il fiume e goditi la tua libertà “dall’altra parte”» (Fingers-Mazda), «Se c’è un posto per te speciale nel gioco in cui vorresti andare, faccelo sapere così possiamo essere sicuri che ti possa essere reso omaggio. Anche se non ti conoscevamo, tu fai parte della community e tutti porteremo dentro di noi una parte di te ovunque andremo» (StrangelyBeige), «Sono davvero senza parola. Trova la pace e sii consapevole che le tue parole hanno raggiunto moltissime persone e che sarai ricordato» (TaneVII), “Questo mi fa pensare a tutte le persone delle gilde che non si sono viste per anni, sopratutto quando he Elder Scrolls Online è stato l’ultimo titolo che hanno giocato» (Aldmeri Dominion).

Il giocatore ha poi concluso la sua lettera così: «Spero che vada tutto bene con The Elder Scrolls, la serie è stata qualcosa di molto importante per me, insieme ad Halo, questi due franchise mi hanno fatto andare avanti nei momenti di sconforto, anche quando pensavo che la mia malattia mi avrebbe portato visa molto presto. Ai miei compagni di avventura, ai viandanti e agli eroi che attraversano le terre di Tamriel, non lasciate che sia l’oscurità a prevalere, rimanete forti, state sempre in guardia, fate ciò che è giusto fare, cercate di capire gli altri e fate del bene».