Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Spazio e Scienze

Da Marte a Titano, esplorate le frontiere dell’astrobiologia

Si parla sempre di più di ricerca di vita extraterrestre, con i rover che partiranno in futuro per Marte, JUICE dell'ESA (JUpiter ICy moons Explorer) per Europa e le lune ghiacciate di Giove, per non parlare delle ipotetiche missioni allo studio per Titano.

Denominatore comune è la ricerca della vita, e sono in molti a chiedersi quali siano i parametri corretti da cercare per individuare quello che l'uomo cerca, sempre ammesso che esista.

71QhCv6JBdL

Visto che uno degli obiettivi di questa rubrica è anche dare ai lettori gli strumenti necessari per comprendere meglio le notizie di attualità, questa settimana ho pensato di proporre "Astrobiologia: le frontiere della vita. La ricerca scientifica di organismi extraterrestri", un libro scritto a quattro mani dal docente di Astronomia e Astrobiologia all'Università di Padova Giuseppe Galletta e dalla naturalista Valentina Sergi, che spiega innanzi tutto che cosa si intende per astrobiologia, e quindi fornisce gli elementi di base per capire quali sono i fondamenti per la vita e quindi che cos'è che debbono cercare astronomi e biologi planetari.

Personalmente ho trovato particolarmente affascinanti le descrizioni degli ambienti di Marte, Europa e Titano che sono i primi candidati all'esplorazione, ed è interessante la statistica sull'esistenza di vita nella nostra Galassia. Molto avvincente anche la parte che si occupa delle teorie sull'origine della vita, che a un non esperto aprono un mondo sugli organismi che vivono in situazioni estreme, come quelli che risiedono nei vulcani sottomarini e usano lo zolfo per il loro metabolismo, o quelli che popolano i laghi antartici.

Depositphotos 41465075 l 2015
Foto: © agsandrew / Depositphotos

Pochi rimarranno stupiti dalla capacità della vita di evolvere e svilupparsi anche negli ambienti più ostili, molti invece potrebbero restare affascinati dalle considerazioni sociologiche di un possibile contatto con gli alieni, o dai metodi che si possono mettere in campo per individuare delle forme di vita al di fuori della Terra.

Se fino a una decina d'anni fa avrei classificato questo volume come borderline fra Scienza e fantascienza, e lo avrei consigliato solo ai nerd di astronomia e biologia, adesso sono cambiate molte cose e penso che non solo sia di stringente attualità, ma che sia anche consigliabile come compendio di biologia agli studenti delle scuole superiori, per evitare di restare un passo indietro rispetto all'evoluzione dell'esplorazione umana. Senza contare che è anche una lettura piacevole e istruttiva per chi è incuriosito dalle forme di vita meno convenzionali che popolano la Terra.

Per vedere tutti gli altri libri recensiti in questa rubrica fate clic qui.