Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Medtec School, a Milano il primo corso di laurea che unisce medicina e ingegneria biomedica

Dall'anno accademico 2019/2020 presso il Politecnico di Milano e in collaborazione con la Humanitas University partirà un nuovo corso di laurea chiamato Medtec School, che unisce medicina e ingegneria biomedica.

Il medico del futuro, con conoscenze tanto in medicina quanto in ingegneria biomedica, IA e big data, sta per nascere a Milano. Dall’anno accademico 2019/2020 infatti partirà un nuovo corso di laurea chiamato Medtec School, grazie alla collaborazione tra Politecnico di Milano e Humanitas University. Obiettivo del corso formare nuove generazioni di medici chirurghi che possiedano anche sufficienti conoscenze in ingegneria biomedica, così da padroneggiare temi sempre più importanti nel settore, come neuro-robotica, terapie geniche, robot chirurgici, endoprotesi, biostampe, stampe 3D e intelligenza artificiale.

Il percorso durerà sei anni, sarà in lingua inglese e varrà doppio. Alla fine del corso infatti si sarà laureati in medicina, ma si potrà anche chiedere al Politecnico il rilascio della laurea triennale in ingegneria biomedica. I neolaureati potranno quindi poi decidere in cosa specializzarsi, se proseguire nel percorso medico, frequentando scuole di specializzazione, o in quello ingegneristico. In ogni caso le figure professionali che usciranno dal corso di laure saranno già in grado di confrontarsi con ambiti assai eterogenei.

Il corso di laurea sarà a numero chiuso, solo 50 studenti infatti potranno accedere al primo anno. Il prossimo 6 settembre è previsto il test d’ingresso. Ci saranno borse di studio e laboratori aperti e modulabili, spazi di coworking e per lezioni di didattica interattiva. Per i primi tre anni il corso si svolgerà a semestri alternati al Politecnico di Milano e alla Humanitas University, mentre negli anni successivi il tutto si sposterà nella nuova sede in costruzione presso la Humanitas.

L’insegnamento prevede l’impiego di approcci innovativi come il research-based learning, il problem-based learning, il case method e il portfolio di competenze, in cui i concetti teorici appresi nelle lezioni frontali andranno sempre a integrarsi con la pratica.